Utente 487XXX
Buonasera dottori, sono una ragazza di 23 anni, da quando ne ho 16 faccio saltuariamente uso di cannabis nei weekend (circa due Spinelli a sera). Due mesi fa ero in un periodo di forte stress a causa di una pesante sessione di esami all’università. Appena finita la sessione sono andata fuori per il weekend a sciare con i miei genitori per rilassarmi: la prima sera prima di andare a cena fuori mi sono fumata 5 tiri contati di canna, pensando mi rilassasse e di essermi “meritata” un po’ di relax dopo aver conseguito gli esami. Tornata a casa i miei genitori non sapevano avessi fumato (sanno che fumo saltuariamente ma non sapevano avessi fumato in quel momento dato che non fumo mai da sola) e la situazione di essere fatta a loro insaputa mi ha generato un po’ di ansia. Ho iniziato a sentirmi debole e ho deciso di rimanere a casa a riposare mentre i miei genitori sono andati a cena fuori, credendo di riprendermi dormendo qualche ora. Appena mi sono trovata sola dentro casa mi è venuto il primo attacco di panico della mia vita (non sapevo al momento che fosse un attacco di panico): tachicardia, sudore freddo, il tempo non passava mai, i pensieri andavano veloci e temevo di poter morire. Tornati i miei genitori ho spiegato a loro la situazione, mi sono fatta portare al pronto soccorso, appena arrivata in ospedale mi sono calmata, ho trascorso li la notte, il giorno dopo mi hanno fatto diverse analisi del sangue e della tiroide ed era tutto normale, dopo una flebo mi hanno rilasciato e mi sentivo nettamente meglio. Tornata a Roma ho iniziato ad avere l’ansia a guidare la macchina, ad andare a lezione e ad entrare in negozi o posti affollati, sono andata da un ottimo psichiatra che mi ha prescritto le gocce di daparox mattina e sera, iniziando con una goccia e aumentando di due gocce giorno dopo giorno fino ad arrivare a 20 gocce mattina e sera. In caso di ulteriore ansia prendo le gocce di EN, 10 o 20 a seconda del livello di ansia. La cura mi ha aiutato molto ed in un mese sono riuscita a tornare alla normalità tornando a lezione, guidando e giocando anche a tennis. La domanda che vorrei farvi é la seguente: Da quando uso il daparox non sono riuscita più neanche a bere un bicchiere di birra, ovviamente non ho più fatto uso di cannabis e mentalmente mi deprime sentirmi costretta di non poter più prendere una piccola sbronza senza aver paura di un attacco di panico. Mi chiedevo se fosse possibile per me fare uso di erba legale, quella con un ridottissimo (quasi nullo) contenuto di THC e contenente solo un basso contenuto di CBD. Ho letto che rilassa il sistema nervoso ma non presenta gli effetti collaterali della cannabis con THC. Volevo quindi sapere se è possibile o controindicato nella mia situazione assumere erba legale. Per quanto riguarda l’alcol per il momento sono passata alla birra analcolica, ma volevo chiedervi se bere 33 cl o poco più di birra da 5 gradi possa essere un rischio o una preoccupazione inutile. Vi ringrazio in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Sembra che lei debba a tutti i costi mettere alla prova il suo cervello. Si consideri fortunata che il Daparox sta funzionando bene.
Auguri.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-