Utente 475XXX
Salve volevo sapere se tra gli effetti collaterali di questo farmaco sono presenti: nausea, bocca secca e allucinazioni.
Il foglietto illustrativo l’ho gettato per non andare a leggere di tutto, essendo ansiosa ed ipocondriaca non mi sembrava idoneo andare a leggere tutti gli effetti nella loro interezza.



Grazie a chi risponderà,
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Nausea e "bocca secca" (xerostomia) sono effetti collaterali frequenti della sertralina. Allucinazioni solo se si usa una dose tossica.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 475XXX

Dottore volevo porre una domanda.
Confrontandomi con persone che si curano con SSRI, mi hanno detto che quando si scalano si torna a stare male come prima, ma in caso fosse così che senso ha?
Non sarebbe una cura ma un tappo per i sintomi, dato che togliendolo torna tutto..
Poi se non è così vorrei una spiegazione, o un parere, online non ho trovato nulla di esaustivo.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
E' un discorso complesso, e va riferito alla patologia per la quale un dato farmaco viene usato. In molte affezioni, sia del cervello che degli altri organi, non esiste (o non esiste ancora) una patologia curativa, nel senso di una appendicite che viene rimossa dal bisturi o di una bronchite che viene sradicata dagli antibiotici. Pensi al diabete e all'ipertensione arteriosa. E in psichiatria pensi ai disturbi ricorrenti dell'umore, o alle psicosi schizofreniche. In queste forme i farmaci vanno assunti a tempo indeterminato, pena una probabilissima ricaduta. Invece in una depressione ad episodio unico , reattiva, lo stesso farmaco può essere considerato curativo. Nei disturbi d'ansia, come il Disturbo da Attacchi di Panico, non potremo mai avere la sicurezza che una certa cura possa essere tolta senza ricaduta. Avremo solo una prospettiva di probabilità, legata alla disposizione genetica e alla intensità/persistenza degli stressors.
Ho cercato di semplificare al massimo, ma non so sono riuscito a scrivere qualcosa di comprensibile. La sintesi comunque è che se,una volta conseguito il benessere, un farmaco può o non può essere tolto va deciso caso per caso.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#4] dopo  
Utente 475XXX

È stato molto chiaro e la ringrazio.


Sono al 12esimo giorno di cura con sertralina(piu lorazepam)
La sertralina ha gia fatto effetto o ancora deve fare ‘il suo corso’?
Ho inizuato con 25mg, ora sono a 50, e martedi passeró a 100 mg, sto meglio, ma non so se sia per via degli ansiolitici o della sertralina.


Poi un’ulteriore cosa.
Negli effetti indesiderati comuni(ne ho avuti pochi fin ora per fortuna) con ‘disturbi della vista’ si intende qualsiasi disturbo visivo ‘semplice’, ad essempio appannamento, confusione visiva, problemi di messa a fuoco e altri?
Perche essendo un termine generico significa che intende vari problemi visivi.

[#5] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Per verificare il pieno effetto della cura con sertralina deve ancora aspettare.
I disturbi della vista con questo tipo di farmaci sono rari, e mai importanti,
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-