Utente 492XXX
Salve, da un mese e mezzo circa mi è stato diagnosticato il disturbo bipolare tipo 2. Sono in cura con 3 compresse di Carbolitio 300mg e un'olanzapina 10 mg.
quest'ultima mi causa non poche perplessità, infatti non mi è ben chiara la funzione di questo altro medicinale. i medici mi hanno detto che servirebbe a togliere l'angoscia (infatti sono reduce di una fase acuta di depressione) ma in realtà,a me pare che mi angosci ancor di più, a causa anche di tutti gli effetti collaterali. i medici però insistono affinché io continui con questa olanzapina per almeno due mesi. non sarebbe più adatto invece associare un antidepressivo? la mia domanda sorge infatti dal fatti che nonostante la cura i miei pensieri ansiosi e depressivi persistono, anche il rimuginio continuo che mi impedisce di affrontare le giornate.
a volte dubito perfino della diagnosi, visto che ormai sembra sempre più presente la depressione piuttosto che l'ipomania.

grazie a chiunque voglia rispondermi

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il farmaco ha indicazione nel corso di disturbo bipolare ed ha funzione stabilizzante.

Se persistono gli effetti collaterali potrà essere decisa una sospensione o una variazione.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 492XXX

bene dottore, ma visto e considerato che anche il carbolitio ha un effetto stabilizzante, e la mia depressione resta tale, che senso ha la cura con olanzapina? perché non un antidepressivo?

grazie