Utente cancellato
Salve ho 29 anni.
A 10 anni ho avuto il mio primo attacco di panico.
Dopo questo episodio, in alcuni periodi ho avuto ansia che si manifestava in diversi modi ma mai arrivando ad un altro adp.
A distanza di anni precisamente nel 2013 ho avuto il mio secondo attacco di panico ma molto più intenso.
Dopo questo episodio era subentrata l'ansia che anch'essa era molto più intensa.
Così ho iniziato a prendere gli antidepressivi, il primo per 2 anni, il secondo per 2 anni.
Secondo lo psichiatra non tollerando bene i farmaci ha finalmente deciso di mandarmi da uno psicologo che fa anche psicoterapia sperando di risolvere i miei problemi.
Volevo chiedere un informazione tecnica..
Durante le giornate mi capita sopratutto verso sera un affanno respiratorio sopratutto dopo i pasti e difficolta a digerire oppure digerire continuamente.
Sento qualcosa che stringe ad altezza dello stomaco.. non ai polmoni.. volevo sapere se secondo voi è un sintomo chiaro dell'ansia se si chiama dispnea o ha un altro termine ?
Io i polmoni li sento ok.

[#1] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
L'ideale era che il suo o sua psichiatra fosse anche psicoterapeuta. ...in modo d'approcciare al problema in modo completo: farmacologico quando necessario, psicoterapeutico sempre...
Comunque i sintomi che riferisce probabilmente sono di natura ansiosa....somatizzazioni...
Che se non si "sistemano" con la sola psicoterapia che fa dallo psicologo. ..necessitano dell'intervento del medico psichiatra ( esistono molti strumenti non solo gli "antidepressivi " citati da lei ).
È giovane , ma per scrupolosità sarebbe il caso facesse un elettrocardiogramma.
Altro consiglio ....l'assunzione di un gastroprotettore....e vedere se va meglio ...perché anche un soggetto ansioso può soffrire di dispepsia da gastrite per esempio da helicobacter.
Ovviamente questo è un consulto online e non può sostitursi a una visita medica .
Per cui vada dal suo medico di base eppoi eventualmente dal medico psichiatra.

Cordiali saluti
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta

[#2] dopo  
488837

dal 2018
SAlve, ho fatto ben 3 gastroscopie unica cosa risultata è il cardias beante, il 31 maggio ne farò un'altra per capire da cosa dipende questa dispepsia e dispnea che sono iniziate un anno fa dopo aver smesso la cura con escitalopram che mi dava problemi dopo 2 anni.
Negativi i Test della Tiroide Iper. ed Helycobacter.
Io respiro bene coi polmoni il fastidio che mi blocca il respiro lo sento a livello dello stomaco.
Mi chiedevo appunto se fosse un sintomo da ansia anche se su internet non ho trovato dispnea come sintomo dell'ansia sono un pò confuso..

[#3] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Non è dispnea....la dispnea è sintomo di compromissione cardiaca/polmonare. ..ed è una esperienza penosa che richiede inquadramento diagnostico cardiologico polmonare.
Nel suo caso sembra essere "fame d'aria" "sensazione dì mancanza di respiro "....ma il respiro c'è. ..altrimenti non riuscirebbe neanche a parlare...cambierebbe il colorito cute per la scarsa ossigenazione.
È ansia.
Faccia comunque per scrupolo una visita cardiologica. ...
Saluti
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta

[#4] dopo  
488837

dal 2018
Salve, riesco a respirare ma sento qualcosa che stringe alla bocca dello stomaco e quindi mi da affanno... e sono sicuro che ho l'ansia quando succede ... quindi la dispnea ansiosa è una mancanza di ossigeno ma a livello superiore polmoni ecc ?

[#5] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
È ansia....quindi è una sensazione spiacevole ...ma
l' apparato respiratorio funziona .... non dispnea
Io non ho parlato di dispnea ansiosa (che non esiste...l'ha creata lei questa definizione...purtroppo fate un uso improprio delle informazioni che leggete su internet...)
Sono tutte sensazioni ...spiacevoli.....
Si deve far seguire per curare l'ansia.
Poi per scrupolo può fare anche una visita cardiologica .

Alcuni pazienti affetti da disturbi d'ansia riferiscono: nodo alla gola
fame d'aria
morsa alla bocca dello stomaco
Ecc
Ecc

La saluto cordialmente
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta

[#6] dopo  
488837

dal 2018
Ok grazie comunque il 30 inizio la psicoterapia , secondo lei potrei guarire dai sintomi ?

[#7] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Talvolta è sufficiente la psicoterapia
Talvolta è necessario associazione della psicoterapia e terapia farmacologica.
Dipende dal problema ..dipende dalla diagnosi. ..dipende dalla relazione medico paziente. ...
L'importante è che incominci a farsi seguire ( mi pareva che già facesse psicoterapia dalle precedenti risposte).
Le faccio i migliori auguri
Cordiali saluti
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta

[#8] dopo  
488837

dal 2018
grazie