Utente 494XXX
Buongiorno,
è da 22 giorni che assumo 10 gocce di entact la mattina e una compressa di lorazepam da 1 mg la sera.
Premetto che sono una persona ansiosa e già in passato per due volte sono stato in cura con entact e xanax.
La terapia mi è stata data dal medico di base per attacchi di panico, apatia e perchè sono preoccupato di avere qualche brutta malattia.
Il tutto è partito una notte in cui mi sono alzato di scatto perchè mio figlio mi ha chiamato e ho iniziato ad avere giramenti di testa e dolore alle gambe.Questa cosa mi ha fatto andare in panico.
A marzo ho eseguito una serie di controlli e analisi con risultati tutto sommato buoni solo colesterolo 206 e ves 19 elettrocardiogramma e visita cardiologica ok pressione un pò bassa.
Da circa una settimana ho iniziato a sentirmi meglio tuttavia la mattina dopo aver fatto colazione(ore 06.30) con latte e biscotti e aver preso le gocce inizio a fare rutti per digerire fino alle 10 circa.
Ieri mi è capitato uno strano episodio su cui volevo un vostro parere. Ho pranzato con un panino e ho bevuto dell'aranciata gassata.
Ho accompagnato mia moglie in clinica per una visita e al ritorno in macchina ho iniziato a sudare freddo. Arrivato a casa ho rimesso (credo di aver rimesso aranciata) e sono andato nel panico più totale.
Ho letto su internet cosa può provocare il vomito e ho iniziato a pensare a ictus...aneurisma...ecc...ecc...iniziando a sudare freddo e avendo sensazioni di testa vuota.
Verso sera mi sono calmato, ho cenato e sono andato a letto.
Volevo sapere se secondo voi devo cambiare farmaco o devo aumentare il dosaggio.
Secondo il mio medico curante devo continuare con questa terapia e non preoccuparmi per ogni cosa che succede.
E inoltre volevo sapere se questo "ruttare" la mattina è normale o magari sarebbe preferibile prendere le gocce prima di colazione invece che dopo.
Grazie a chi mi risponderà sto cercando di fare del mio meglio per curarmi anche perchè a giorni divento padre per la seconda volta e voglio godermi il momento.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Attualmente assume la terapia da poco tempo per cui i risultati saranno visibili dopo qualche tempo.

In ogni caso il dosaggio risulta basso e potrebbe non ricevere un beneficio sostanziale dal dosaggio attuale.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 494XXX

Quindi secondo lei dovrei aumentare il dosaggio?
Il mio medico curante non vuole ma non capisco il motivo.
In merito al vomito secondo lei da cosa dipende?

[#3] dopo  
Utente 494XXX

Il "ruttare" la mattina (scusi il termine) dipende dal farmaco?

[#4] dopo  
Utente 494XXX

Sto cercando di non preoccuparmi per ogni cosa in questo momento ad esempio sento un formicolio alla guancia sinistra
spero nulla di grave

[#5] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Nella sostanza ha già avuto risposta ma è logico che le sue preoccupazioni scaturiscono dalla sua ansia.

Sarebbe utile che si rivolga ad uno psichiatra per una valutazione puntuale della sua condizione.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#6] dopo  
Utente 494XXX

Mi scusi ma non riesco a comprendere quando dice che ho già avuto risposta davvero MI perdoni ma non la seguo. Stanotte inoltre MI sono svegliato con una forte pesantezza al braccio sinistro non riuscivo a muoverlo. Dopo l'agitazione iniziale ho preso un'altra compressa di lorazepam e ho riposato

[#7] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Rilegga la prima risposta.

È giusto che sia alla ricerca di rassicurazioni ma avere il riflettore sui sintomi non è una soluazione appropriata.

Sarebbe meglio che abbia uno psichiatra di riferimento.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#8] dopo  
Utente 494XXX

Ma continuando l'attuale terapia con 10 gocce non vedrò mai i risultati?