Utente 423XXX
Salve ho 42 anni e ho sofferto per molti anni di una forte depressione che mi ha portato a stare veramente molto male. Sono stato in cura al Cim e dopo aver provato numerosi farmaci (soprattutto stabilizzatori dell'umore) sono finalmente riuscito a trovare una terapia che mi ha letteralmente rimesso al mondo. La terapia è la seguente:
Depakin 500 mg chrono mattina e sera
Lamictal 100 mg mattina
Cipralex 5-7 gocce mattina.

Inoltre per completezza aggiungo di soffrire anche di diabete di tipo 2 quindi assumo anche metformina 500 3 volte al di.

Il problema è che sia da quando mi sono ammalato che anche dopo quando sono tornato a stare bene l'interesse per il sesso è sceso in maniera molto evidente. Non ne sento proprio il bisogno. Riesco ad avere normali erezioni e ho rapporti con la mia compagna ma la cosa non parte mai da me. Lo faccio quasi come una pratica da sbrigare, in modo meccanico, provando poco piacere ed inoltre raramente riesco a raggiungere l'orgasmo con la penetrazione. Ho letto diversi articoli su internet in cui viene detto che è risaputo che l'antidepressivo può creare problemi di questo tipo. Se dovesse essere davvero il mio caso io non me la sentirei proprio di cambiare terapia perchè con questa sono veramente rinato e solo l'idea di tornare a stare male togliendo l'antidepressivo o magari provandone un altro che non possa avere lo stesso effetto mi terrorizza.
Cosa mi consigliate di fare?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Non è detto che la responsabilità sia imputabile completamente all’antidepressivo.

La situazione va anche valutata globalmente.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 423XXX

Quindi nell'ottica di valutare la situazione globalmente cosa mi consiglia di fare per individuare la reale motivazione del problema?

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Primariamente va chiarito con lo psichiatra prescrittore la presenza di presunti effetti collaterali, in tal modo potrà essere indirizzato verso diverse valutazioni specifiche o può essere eventualmente stabilita una variazione in relazione a quanto riferito.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it