Utente 446XXX
Buongiorno, da Ottobre dell'anno scorso sto seguendo una cura per disturbo ossessivo compulsivo con tratti di personalità ossessiva così composta:

Setralina 100 mg
Olanzapina 2,5 mg
La cura è abbastanza efficace, riduce le ossessioni in maniera sostanziale.

All'inizio della cura pesavo 53 Kg, Oggi peso 60 Kg. Non ho modificato nè l'alimentazione nè l'attività fisica che faccio.

Mi rendo conto che prima della cura ero sottopeso, e che ora rientro nella normalità. Ma aver acquisito 7Kg in meno di un anno mi preoccupa, la mia domanda è se l'aumento di peso continuerà, oppure se tendenzialmente questo si arresterà.
In altre parole, l'aumento di peso è maggiormente evidente nelle prime settimane di trattamento, ed in seguito si arresta?

Prima di questa cura assumevo
Brintellix 10mg
Seroquel 25mg

Con questa non avevo aumentato il peso, ma non era altrettanto efficace come cura: (Il seroquel era ottimo per dormire comunque).

Io Credo che la colpa sia imputabile all'Olanzapina, leggo su internet che questa molecola ha un alto potere di produrre aumento di peso.
In particolare il mio medico curante (non lo psichiatra) sostiene che la causa di questo potrebbe essere l'aumento della prolattina che il farmaco potrebbe causare.

Ho tre domande:
L'aumento di peso si arresterà o continuerà?

La sostituzione dell'Olanzapina con altro neurolettico atipico con minore incidenza sul peso è possibile (per esempio seroquel)?

Il peso acquisito con Olanzapina come faccio a perderlo?

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
A parte la prolattina, la cosa da controllare sono i parametri del metabolismo di zuccheri e grassi (li segna il medico), a cominciare dalla glicemia. Nella gran parte dei casi non sono chiaramente alterati, e quindi si ritiene che il fattore determinante sia l'appetito, combinato al dispendio energetico che è mediamente basso nel nostro stile di vita.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 446XXX

Ho capito, in effetti mi sembra di aver mangiato di più nell'ultimo periodo.

E da tre mesi circa che il peso di è stabilizzato attorno ai 60Kg, ho motivo di preoccuparmi che questo aumenterà ancora?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#4] dopo  
Utente 446XXX

Ho capito, Grazie. Tengo monitorata la situazione, se questo dovesse eccedere notevolmente chiederò allo psichiatra di rivalutare la terapia.

Esistono alternative allo Zyprexa?

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo, in generale per quell'indicazione diversi antipsicotici sono stati provati.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 446XXX

Gentile Dr. Pacini,
Premesso che non voglio fare un tentativo di automedicazione, in quanto vedrò il mio psichiatra Lunedì 2 Luglio.

A suo parere l'introduzione di Quetipina sarebbe razionale per ridurre l'aumento di peso? (e a quale rage di dosaggio)
In particolare, l'olanzapina mi è stata prescritta come utilizzo off-label (soprattutto per contrastare l'insonnia).

Non credo che il mio psichiatra sarà molto d'accordo nel cambiare lo Zyprexa, in quanto lo ritiene un farmaco molto selettivo per il mio disturbo. Mi rendo conto però che acquisire 7-8 Kg in 7-8 mesi non può essere considerato fisiologico, sono sempre stato sottopeso nonostante mangiassi veramente tanto. Da notare che questi 7-8 Kg sono di massa grassa, si sono concentrati sull'addome.

Nella mia carriera da paziente psichiatrico ho provato molti farmaci (antidepressivi triciclici, tetraciclici, atipici, SSRI) e nessuno di questi mi ha provocato un tale aumento di peso.

In funzione di questo mi sento di dire che l'Olanzapina ha un altissimo potere ingrassante.

Quali sarebbero le alternative all'Olanzapina? perchè se l'alternativa sarebbe la Mirtazapina, Remeron (Antidepressivo atipico), siamo punto a capo.

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ovviamente mi riferivo ad alternative della stessa classe. Se si intende uno schema di potenziamento del doc, va tenuto presente che per potenziamento si intende a partire da una cura a dose piena di antiossessivo, e la sua non lo è (100 mg di sertralina). Quindi in primis sarebbe da valutare se ha senso puntare sulla dose di setralina, altrimenti la scelta dell'antipsicotico non ha una regola precisa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 446XXX

Allora premetto che non me ne intendo di psichiatria, in quanto laureato in Economia e Commercio. Tuttavia credo che la scelta dell'eventuale antipsicotico atipico dovrebbe tenere in considerazione il quadro sintomatologico, nel mio caso caratterizzato da insonnia. (credo che quindi la scelta dovrebbe orientarsi verso una molecola dotata di attività ipnoinducente).

Su questo, a mio dire la quetiapina è maggiormente sedativa dell'olanzapina. La prescrizione off-label di questi farmaci credo che sia utile a stralciare l'eventuale dipendenza da benzodiazepine, poichè dotate di attività ipnoinducente e sedativa. Però essendo un effetto secondario del farmaco non è detto che perduri nel tempo o che si manifesti su tutti i pazienti.

Le alternative di cui parla sarebbero?
-Risperidone
-Aripiprazolo
-Clozapina

Il mio psichiatra è inoltre molto contrario agli antipsicotici di prima generazione, a causa degli effetti extrapiramidali.

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ecco, però vede, uno dei problemi è che uno premette di non saperne di medicina, dopo di che parte con un precisa opinione medica.
Per cui se uno le dicesse che tutto ciò invece non è il criterio che si usa, o che semplicemente non se ne usa uno in particolare, si infastidirebbe probabilmente.
Le ripeto, sono prove, la scelta può variare più per questioni mediche generali che per le questioni che prospetta Lei sopra.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 446XXX

Domani vedrò lo psichiatra,

A suo parere esiste una cura per il doc che incida in maniera nulla (o minore) sul peso corporeo?

[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dipende molto dal controllo alimentare che si riesce ad attuare, e dall'esercizio fisico che si riesce a mantenere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 446XXX

Buonasera, sono stato ieri dallo psichiatra.
In funzione dei sintomi da me riportati (insonnia, ansia, ossessioni), ha deciso di prescrivermi 10mg di zolpidem. (+ olanzapina 2,5mg e setralina 100mg).

Ho appena cambiato lavoro e secondo Lui questo incide sull'ossessività.

Scelta che condivido in parte, in quanto tale composto si presta bene ad essere utilizzato come sostanza d'abuso, in pratica l'assuefazione progressiva comporta l'aumento della dose per ottenere lo stesso effetto. (lo psichiatra sa che qualche anno fa assumevo 90 gocce di minias per dormire).

Sinceramente avrei preferito che rivalutasse il trattamento e prescrivesse un ipnoinducente diverso dalle bdz o farmaci Z. (ad esempio la promazina).

A quanto pare La Clomipramina, forse, rappresenta ancora il trattamento di riferimento per il DOC (queste sono state le valutazioni del mio psichiatra).

[#13] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cioè la valutazione alla fine è stata quella di tenere la cura così com'è. Quindi l'ossessività è aumentata, però il medico non ha ritenuto fosse il caso di aumentare la dose o altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 446XXX

Si esatto, in ogni caso sono alto 175 cm x 60 Kg dunque sono in peso forma.

Sto facendo 40 minuti di ciclette al giorno per tenermi in forma, e per beneficiare degli effetti dell'attività fisica anche a livello mentale (secondo il mio medico l'attività fisica fa bene nel doc).

Il medico mi ha detto che prima dell'avvendo degli SSRI, la terapia tipica per curare un doc era composta da anafranil + haldol, ma vorrebbe evitare di darmi tali farmaci perchè "sono giovane" non ho ben capito il senso dell'ultima frase..

[#15] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Anche adesso l'anafranil è una prima scelta nella cura del doc. Non saprei che c'entri il fatto di essere giovane.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it