Utente 499XXX
Salve, mi chiamo Francesco e ho 35 anni.
Premesso che sto in terapia per disturbo schizotipico da 18 anni fa, di cui gli ultimi tre in associazione a disturbo ossessivo compulsivo, ho assunto dall'inizio serenase poi interrotto con alprazolam a settembre 2017 a causa di frequenti extrasistoli che si verificavano anche a riposo. L'alprazolam è stato nuovamente sostituito con serenase a maggio di quest'anno a causa di problemi nei cambi di stagione. Ciò mi ha provocato enormi problemi extra piramidali tra cui una lombalgia neuropatica che è durata un mese e mezzo e disordini dell'umore a volte anche molto evidenti. Attualmente assumo serenase al dosaggio 7-7-7, mezza pasticca di akineton mattina e sera, depakin 200 mg a pranzo e stilnox per dormire (poco più di mezza compressa). Diciamo che i sintomi grossi sono passati, ma continuo a provare una grande apatia e frustrazione per le cose, nel senso che ho il desiderio di trovare diletto nelle cose ma sono incapace o impossibilitato a soddisfare questo desiderio. Inoltre ho sovente disordini del pensiero, ossessivi o semplicemente una confusione di pensieri mal articolati. Possibile che siano ancora i sintomi di astinenza del l'alprazolam o crede che ci sia bisogno di un aggiustamento della terapia? Attendo risposta. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
L'apatia e l'anedonia (difficoltà a provare piacere) può essere un sintomo depressivo o un effetto dell'aloperidolo.
Forse c'è bisogno di un aggiustamento della terapia.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 499XXX

La ringrazio per la sua disponibilità. La visita dovrei averla la settimana prossima. Sicuramente riferiro' di queste cose. Buon proseguimento