Utente 506XXX
salve, sono 22 anni che sono malato di depressione endogena maggiore ricorrente ,primo episodio 28 anni dopo problemi fisici
risolto con noritren dopo circa 6 mesi ripresa completa,
secondo episodio dopo circa 4 anni risolto con seropram risolto dopo circa 4 mesi, 3 episodio dopo 4 anni risolto con stiliden e cosi via
ogni circa 4 anni episodio nuovo anche sotto cura come quello attuale 2018 sotto cura di 10 mg entact gocce il mio psichiatra
mi a detto di cambiare il farmaco entact con un'altro ssri il citalopram (seropram) quindi sto assumendo da circa 20 gg 10 gocce
di seropram la mattina e 10 gocce di entact la sera le mie domande sono :
so bene che 20 gg sono pochi per vedere miglioramenti quando secondo la vs esperienza dovrei vedere dei miglioramenti tra circa altri 20 gg?
ho come sintomi anche delle difficoltà cognitive tipo della memoria , nel seguire discorsi e farli, nel linguaggio incertezze vari confusione mentale che negli altri episodi sono rietrati sempre con la fine dell'episdoio acuto adesso o paura e mi sempra stiano peggiorando e o paura che non possano rientrare con un miglioramento dello stato depressivo secondo voi cosa mi devo aspettare?
il mio decorso essendo cosi scandito circa 1 episodio ogni 4 anni questo è il 6 episodio in 22 anni avrà un sicuro peggioramento o può continuare in questo modo, o rischio di avere un giorno un episodio che non si risolve più lasciandomi dei sintomi non risolti ?
o letto che la depressione porta all demenza la mia paura avendo io molti sintomi cognitivi in atto è quella di un giorno diventare demente questa a quanto o letto potrebbe essere una possibilità che cosa ne pensate visto il mio decorso?
ho letto del farmaco vortioxetina che migliora i sintomi cognitivi depressivi ,secondo voi nel mio caso potrebbe essere utile?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La ricaduta sintomatologica periodica deve far riflettere sulla opportunità di una maggiore durata della terapia interepisodica.

I risultati attuali saranno comunque visibili dopo circa un mese di terapia a dose piena.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 506XXX

grazie della risposta dottor Ruggiero, nell'ultimo episodio
la terapia era in atto con entact 10 gocce la sera da 4 anni
eppure la ricaduta nel nuovo episodio si è ripresentata lo stesso.
che tipo di terapia potrei farre secondo la sua esperienza
come terapia continuativa oltre antidepressivo, non so uno
stabilizzatore dell'umore nel mio caso potrebbe essere indicato?
o altro?
secondo lei i disturbi di tipo cognitivo con il proseguo della cura miglioreranno? sa o molto paura di questo aspetto è il più invalidante
adesso dovrei riprendere il lavoro sono un' impresario edile
mi consiglia di aspettare ancora a riprendere ilo lavoro o di provare subito anche se ancora non sto bene?

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Vuol dire che comunque anche il mantenimento richiede dosaggi terapeutici più efficaci e non può essere mantenuto sottodose.

La ricorrenza comunque richiede anche una quota di stabilizzatore.

Durante gli episodi depressivi la alterazione cognitiva è fenomeno frequente.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 506XXX

g.le dottore Ruggiero, la ringrazio per le sue risposte e la sua competenza,
è normale che dopo circa 20 gg di terapia 10 gocce seropram al mattino verso dopo pranzo avverta una sonnolenza esagerata? sintomo della malattia o della terapia?
io spero con tutto me stesso che questa cura con seropram
faccia effetto quanto prima per poter gestire meglio le mie attività ma
secondo lei nel mio caso potrebbe essere utile la vortioxetina ho letto che agisce molto bene sui sintomi cognitivi della depressione maggiore?