Utente 506XXX
salve, finalmente dopo i soliti 6 mesi di sofferenze sono riuscito a trovare una nuova cura che mi fa stare meglio
la cura e zarelis 37,5 mattina da sospendere del tutto a breve, lamictal 50 mg per adesso da aumentare come stabillizzante
che nei precedenti episodi non avevo mai preso, e mutabon mite la sera ,ho cambiato psichiatra e sono in cura presso professionista di pisa
a grosseto non sono propensi a dare stabillizzanti per la mia depressione ricorrente solo con fasi depressive ogni 4 anni circa
il nuovo medico mi ha detto che con lo stabilizzante lamictal anche se tornano le fasi depressive dovrebberò essere di intensità minore
quindi volevo chiedere che se al netto del miglioramento che ho avuto la nuova cura secondo voi può essere valida come mantenimento
quindi la cura è mutabon mite la sera 1 compressa e lamictal non so a che dosaggio il medco si vorrà fermarsi come mantenimento e credo che poi tra qualche mese voglia interrompere anche il mutabon quindi vi chedo secndo voi il lamictal a che dossaggio può essre efficace come mantenimento grazie saluti

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Può darsi che il suo tipo di depressione ricorrente rientri tra i disturbi bipolari anche senza episodi di polarità eccitata significativi, il cosiddetto "spettro" bipolare. Su questo la lamotrigina è in effetti un'opzione indicata.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 506XXX

grazie dottor pacini secondo la sua esperienza quale dovrebbe essere il dosaggio indicato di lamictal per il mantenimento? grazie e buone feste

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il dosaggio si può stabilire o sulla base delle quantità indicate dai dati come efficaci, oppure ci si può regolare in base al dosaggio della lamotrigina nel sangue.
Non si va a caso quindi, va aumentato con gradualità per raggiungere determinate dosi, mi sembra che infatti il suo medico stia facendo così.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it