Utente 285XXX
Gentili dottori, Non vi racconto tutti gli ultimi anni della mia vita ma passo subito al dunque! 10 gg fa a causa di una fortissima ricaduta da ansia ed attacchi di panico curati con Cipralex con discreti risultati anni fa ma con pessimi risultati recentemente, la nuova dottoressa che mi ha preso in cura mi ha assegnato una nuova terapia (vengo da un periodo di 10 gocce di Cipralex al gg), che sto seguendo appunto da una decina di giorni, e vorrei avere qualche opinione oltre che qualche chiarimento: Per i primi 5gg Xanax 10/12 gocce Brintellix 10mg 1/2 Sulamid da 50mg Adesso Xanax 10/12 gocce Brintellix 15mg 1/2 Sulamid da 50mg Tra qualche giorno Xanax 10/12 gocce - togliere 1 al gg Brintellix 15mg I primi 2/3 gg stavo meglio ma adesso mi sembra di essere tornato al punto di partenza, Essendo due molecole della stessa famiglia devo sempre attendere i famosi 14/21gg prima di vedere miglioramenti? Ultima cosa, la mia ansia (credo), si è focalizzata ormai sulla paura di svenire ed ho moltissimi episodi in cui mi sento come se stessi per svenire senza però mai perdere conoscenza...possibile che abbia questo sintomo così forte ed invalidante? Grazie e Buona Domenica

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
“Stessa famiglia” in questo caso vuol dire stessa casa farmaceutica ma il farmaco è differente non ha la stessa azione del precedente.

L’indicazione di quest ultimo è di depressione resistente per cui potrebbe non avere efficacia sui disturbi che lamenta,

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 285XXX

Grazie per la gentile risposta.
Le parlo di “stessa famiglia” perché la psichiatra che me L ha prescritto mi ha detto che le molecole sono simili....
Mi sembra strana a questo punto la prescrizione perché ho chiaramente detto alla dottoressa che il mio problema (già affrontato in passato) è una forte ansia con attacchi di panico, poi ovviamente c’è la comparsa di una leggera depressione correlata ai sintomi ed agli eventi che mi crea l’ansia.
Crede che dovrei consultare un altro specialista?
La sua risposta mi lascia un po’ disorientato perché speravo di trovare in questa cura una soluzione ai miei problemi...
La ringrazio per la disponibilità