Utente 515XXX
Salve sono una donna di 41 anni e da anni soffro di ansia e panico con componente ipocondriaca.. credo che tutto è nato dalla morte di mio fratello di 23 anni a causa di un incidente stradale e dopo quella di mio padre nel 2001 dopo un male incurabile.. ho provato moltissime cure, psicoterapie e attualmente assumo al mattino 50 mg di zoloft aumentato da 3 gg a 75, 10 gocce di surmontil la sera e 1 compressa di Mutabon Mite... il problema è che non riesco a togliermi dalla testa i pensieri negativi legati a malattie e morte,passo le giornate a captare sintomi dal mio corpo con la paura di avere qualcosa di incurabile! Qualche gg fa ho contattato la mia psichiatra riferendogli questa sensazione che ho di testa confusa di sentirmi come lontana dal mondo che mi circonda che mi fa pensare di avere qualche male al cervello e questo alimenta sempre più il mio stato di ansia e preoccupazione! Lei ha deciso di aumentarmi zoloft a 75 mg e mi ha rassicurata dicendomi che questo stato è dovuto all’ansia!ora mi domando:” ma perché nonostante la cura farmacologica è quella psicologica continuo a rovinarmi la vita stando così male?” Sarà il caso che io faccia altre analisi o visite? Ho paura che mi curino per l’ansia ma in realtà ho qualcos’altro che mi fa stare male! Datemi un consiglio!!!

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La preoccupazione scaturisce dalla patologia ansiosa di base ed andrebbe quindi trattata in modo deciso per la completa remissione dei sintomi.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 515XXX

Grazie per la rapida risposta... in che senso andrebbe trattata in modo deciso?pensa che la cura che faccio non sia adatta?