x

x

Ansia e ipocondria da diagnosi errata e paura sla

Buongiorno,
Premetto che ho postato lo stesso problema in Neurologia per la forte paura di essere affetto dal SLA.
la diagnosi e' stata sfatata anche online oltre che dalla mia nuerologa,motivo per cui mi trovo qui.

Un mese fa ho avuto un forte dolore che e' partito dal pettorale ed e' arrivato fino all'avambraccio mentre lavoravo al computer. Ho avuto di conseguenza una sensazione di mancamento ed ho immediatamente pensato ad un attacco di cuore recandomi all'ospedale. dopo vari controlli e' risultato tutto in ordine e sono stato dimesso senza terapia.

Due giorno dopo ho avuto un fortissimo mal di testa con tensione al collo (mai successo prima).Recandomi nuovamente al pronto soccorso e' iniziato il mio calvario: CT scan al cervello - pensavano di aver trovato un trombo. diagnosi grave da parte del medico con ventilate possibilita' di morte. Dopo due giorni mi e' stata fatta una RM nella quale e' stato successivamente escluso il trombo poiche' era solo la mia vena ad essere sostanazialmente piu grossa. rimozione immediata di eparina, visita neurologica negativa. A fronte di questi sintomi che non passavani pero' e' stata richiesta RM totale per sospetta massa prema su nervi.

Esami perfetti,RM su tutta la spina negativa (no tumori o nervi compressi/problemi ossei/postura/placche o lesioni),test mingazzini negativo,test visivi negativi.
Durante e post ricovero ho cominciato a sperimentare i seguenti sintomi:

- DOLORE ALLA LINGUA come se fosse tirata
- dolore tempia,mascella e orecchio (alternati sx o dx )
- Sensibilita' alla luce
- Fastidio rumori forti
- fascicolazioni su tutto il corpo (molto spesso non visibili, ma ho la sensazione che ci siano)
- fastidio muscolare, come se gambe e braccia abbia fatto sforzi ( senza visibile perdita di forza pero)
- irrigidimento collo - fiato corto dopo pochi sforzi (non fiatone, ma sento di dover recuperare qualche respiro)
- disturbi nel sonno
- reflusso gastrico
- Raucedine
- mi sbaglio spesso quando parlo

non ho mai sofferto di questi sintomi prima d'ora. continuo a sperimentare tutti i sintomi sopra citati in maniera alternata ancora oggi ( un mese). ribadisco che i sintomi non sono costanti ma si alternano. Ultimamente la lingua e' quella piu colpita, sentendo sempre la necessita' di grattarla contro i denti.
Sento una debolezza soggettiva generalizzata (ad esempio mi sembra di avere una presa fragile) ma obbiettivamente i livelli di forza sono piu che ottimali. Non sono mai stato un soggetto troppo ansioso, ma ho valutato l'ipotesi di aver sviluppato un certo grado di ipocondoria a causa della traumatica esperienza. motivo per cui ho prenotato una visita psichiatrica questa settimana.

La mia domanda e' : secondo la vostra personale esperienza medica, e' possibile che il protarsi di questi sintomi possa essere legato all'ansia? e' possibile che l'ansia duri cosi tanto ( 1 mese) e si manifesti anche quando mi sento tranquillo e rilassato?

Grazie a chi rispondera'.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Se ha l’ansia può avere tutti questi sintomi e dovrebbe curarsi in modo deciso


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Attivo dal 2019 al 2019
Ex utente
Gentile Dr. Ruggiero,

come scritto ho gia' prenotato una visita psichiatrica questo venerdi per investigare a fondo le cause di tutti questi malesseri.

Come le ripeto non sono mai stata una persona ansiosa o ipocondriaca ed il concetto di dolori da ansia e stress, che vedo ancora come un concetto astratto mi suonano strani,specialmente in questa quantita' e durata.

la domanda che vorrei ri-porle e' :

e' possibile che l'ansia duri cosi tanto ( 1 mese) e si manifesti anche quando mi sento tranquillo e rilassato?
ma soprattutto cosi disparata nelle sue manifestazioni?


ripeto, che sto ancora faticando a credere che il cervello possa causare tutto questo.

La ringrazio per la cortese risposta.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto