Utente 526XXX
Buongiorno gentili medici, sono in un labirinto. ho questo brutto problema: LA NAUSEA che mi capita nelle situazioni più diverse. esempio sono a casa in vacanza d'estate: tutto ok. Arriva agosto e comincio a pensare all'inizio dell'università e mi viene la nausea la perdita completa di appetito e una sensazione di malessere vitale che mi fa quasi venire da piangere. Ho intenzione di farmi seguire da uno psicoterapeuta a breve ma fino ad ora ho deciso di seguire un approccio di tipo medico psichiatrico. Io vivo un po' a bologna un po' a milano e un po' a torino e ho avuto l'occasione nel corso di 9 anni di consultare tre psichiatri tre mi hanno prescritto tre farmaci diversi e poi 3/3 mi hanno prescritto lo xanax. tre psichiatri, tre farmaci: non scrivo le marche non so se si può comunque i principi sono stati escitalopram, mirtazapina e paroxetina. Solo uno di questi 3 mi ha aiutato a tappare quella schifosa nausea. Quando diventa forte mi fa venire anche da vomitare e se mi rifiuto di vomitare arrivo fino a svenire. L'effetto "tappante" della paroxetina oltre che avermi peggiorato l'umore è stato in grado di migliorarmi notevolmente ma non in modo risolutivo la mia nausea che è invalidante perché mi basta essere in casa e sapere che devo mangiare pasta in bianco ed è tutto ok. Se qualcuno dovesse dirmi che al posto della pasta in bianco dovessi mangiare qualcosa di più elaborato tipo una pasta con le zucchine o della pizza mi verrebbe subito una forte nausea ma non come vi immaginate ma che mi fa venire una forte tristezza quasi da piangere. E poi diventa fortissima invalidante e io mi rattristo come se fossi depresso ma non perché sono depresso ma perché mi viene da piangere da quanto forte è la mia nausea. sento lo stomaco che trema e mi prende un malessere che prende anche tutta la schiena. A volte provavo una grande pena per me che mi faceva venire ancora di più da piangere perché veramente vi dico è una sofferenza che non potete capire.io sono una persona molto buona e allegra non depressa ma continuo a essere vessato e torturato dalla sofferenza. Col sereupin sono riuscito a mangiare anche la pasta ragù al primo giorno di università cosa impossibile prima perché l'agitazione di ricominciare scuola o università mi imponeva i primi giorni cibi in bianco o digiuno totale. Se in casa da solo ho la possibilità di non farmi vedere mi accascio sul pavimento e sento quasi il bisogno di abbracciare la terra. Nella mia vita soffro tantissimo. Io mi metto nei vostri panni e so che è già tanto che mi rispondete perché così a distanza avrete così tante difficoltà a capire. Ma neanche io capisco bene me stesso e neanche chi mi ha visitato. Per favore datemi delle dritte su paroxetina e mirtazapina almeno. Fatemi capire in che casi tendete a prescrivere ai vostri pazienti che soffrono una o l'altra. Sull'escitalopram mi sono trovato molto bene ma l'ho trovato meno sedativo della paroxetina e volte la sedazione della parox mi è tornata utile
Grazie dottor

[#1] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non possiamo far prescrizioni, anche se il disturbo pare porsi tra l'area panico-neurovegetative e quella ossessiva.
In genere se i sintomi preponderanti sono gastro intestinali esistono un paio di farmaci adatti. Gli SSRI alla lunga possono funzionare ma tra i loro effetti collaterali più frequenti, soprattutto ai primi tempi, esiste appunto... la nausea.
Purtroppo non posso suggerli qui, online. Dia magari un'occhiata alla sezione articoli e news, dovrebbe esserci qualcosa di più preciso, DEL QUALE DOVRà DISCUTERE COL SUO PSICHIATRA, MI RACCOMANDO.
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#2] dopo  
Utente 526XXX

Gentilissimo dottore innanzitutto grazie della risposta. Di cuore. La paroxetina in realtà mi ha fatto peggiorare la nausea solo la prima settimana a 10mg. Poi da quando sono passato a 20 me l'ha completamente risolta per tanto tempo. Quindi posso dire che l'effetto collaterale nausea da ssri l'ho scampato e anzi me l'hanno proprio azzerata per un certo periodo. Chissà perché. Purtroppo ho dovuto aumentare la dose e dopo effettivamente ho risentito della cosiddetta nausea da ssri ma niente a che vedere con LA MIA nausea. Ci tengo proprio a precisare che non sono una persona capricciosa e chi mi ha visto dal vivo ha constatato con stupore che si tratti di una nausea totalmente invalidante è violentissima prende anche il retro della testa. Ciòè quando partono gli attacchi è come se avessi non mal di testa ma nausea anche alla testa addirittura alla pelle. Giuro che non sto inventando ne soffro da quando andavo all'asilo e anche adesso che sto benino solo per il fatto che ne scrivo mi tremano le mani e le scapole e il collo. Io capisco che non potete prescrivere farmaci online ma possibile che proprio non si possa né darmi delucidazioni riguardo paroxetina vs mirtazapina oppure fare i nomi di quel "paio di farmaci" che diceva? La invito a riflettere sul fatto che comunque senza ricetta non è che me li posso procurare da solo. Tra l'altro, e questa è una cosa non da poco, ho un grande amico qui su medicitalia che proprio grazie al fatto che il dottor ferrarolo qui su medicitalia (lui aveva bisogno di un consulto in neurologia) si è "sbilanciato" a fare dei nomi di farmaci, chiaramente poi discutendone col suo medico, ha potuto impostare una terapia che gli ha dato grossi benefici. davvero importanti e lui è stato molto grato al dottore poi. Io non chiedo perché sono curioso o perché non voglio farmi i fatti miei o peggio ancora rubarvi il mestiere ma credo perché è tutta la mia vita che soffro quasi 365 giorni all'anno e capisco il regolamento del sito ma se voi medici che rispondete qui online che siete quelli con più esperienza e competenze non date qualche info in più per chi fa domande è davvero molto difficile relazionarsi. Cioè non è che le faccio delle colpe ma è proprio dura così. Se è proprio convinto a non volere aiutarmi con risposte specifiche almeno mi linki dove voleva farmi cercare su questo sito. Io dottore sto molto male

[#3] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Insistere con la Paroxetina, variando il dosaggio o associando un secondo farmaco avrebbe potuto essere una soluzione.
Non deve giustificarsi, le crediamo, mi lasci il tempo di consultare il regolamento del sito e cercherò di darle una risposta.
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#4] dopo  
Utente 526XXX

grazie dottore. Poi mi è venuta una curiosità: ma perché visto che ho un sonno molto agitato mi è stato prescritto uno xanax (alprazolam) piuttosto che un vallium (diazepam) che dura di più o meglio ancora un delorazepam che ha un'emivita spaventosa? Cioè qui chiedo solo x farmi un po' di cultura medica visto che la notte ha una certa durata non ha senso il mio modo di credere? E sempre per curiosità a chi prescrivere il delorazepam? Ho letto che ha un'emivita di 100 ore quindi vuol dire che tiene tranquilli per tanto tempo con una sola somministrazione? e Non è un vantaggio questo?

[#5] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ho controllato, devo tacere... anzi, il link in calce alla mia firma qui è da eliminare.
Può però consultare la mia scheda per ricavarne un contatto.
Mi spiace
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#6] dopo  
Utente 526XXX

Dottore scusi purtroppo la sezione di allergologia è sempre occupata. Io devo fare delle prove per vedere se sono allergico all’amoxicillina ma Ho scoperto che il sereupin è antistaminico e mi chiedevo allora se va sospeso il farmaco oppure se c’è la possibilità concreta di dire all’allergologo che assumo questo farmaco e potrà interpretare gli esisti. La mia paura è che non sia possibile interpretarli e che quindi mi faccia sospendere il farmaco. Volevo chiedere agli allergilogi ma la sezione è occupata e io ho l’appuntamento a luglio figuriamoci