x

x

Malessere generale, ipocondria e ansia

Buongiorno, vi scrivo perchè mi trovo in una situazione di malessere generalizzato dovuta a vari sintomi tra cui sensazioni di ipersensibilita al freddo/ bruciore localizzata principalmente nel lato sinistro del mio corpo, debolezza e tremori muscolari, ipoestesie, acufeni, giramento di testa e difficoltà di concentrazione e una probabile sindrome di snow vision non ancora conclamata. Mi sono stati diagnosticati ripetutamente disturbi d'ansia, depressione e ipocondria da vari neuropsichiatri e sebbene la diagnosi sia sicuramente azzeccata ho riscontrato una mancanza di risultati delle cure con psicofarmaci a parte benzodiazepine e un recente rapido peggioramento e polimorfismo dei sintomi dopo un periodo di stress elevato seguito da un forte attacco di panico. Sono stato in cura da un neuropsichiatra in precedenza nel 2013 e sono in cura attualmente da un ex primario specializzato in neuropsichiatria e neuropatologie, che ha diagnosticato anche un "disturbo dereistico parzialmante criticato". Dopo un periodi di un mese e 10 giorni con escitalopram e alprazolan senza particolari risultati ho ora iniziato da ieri con olanzapina 5mg e pregabalin 75 al giorno. L'olanzapina ha peggiorato notevolmente i miei sintomi di giramento di resta e difficoltà di concentrazione e mi sembra di avere ora anche difficoltà ad esprimermi. Per eslcudere cause biologiche ho anche fatto una recente risonanza magnetica encefalo (fine dicembre 2018) che ha segnalato 3 microiperintensità aspecifiche generalizzate. Esami del sangue nella norma. Sono attualmente in cura da uno psicoterapeuta cognitivo comportamentale da qualche tempo ma non ne ho avuto alcun particolare beneficio. Avete consigli da darmi per l terapia e per risolvre il problema?
Vi ringrazio in anticipo per qualsiasi consiglio o aiuto possiate darmi.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
Ha iniziato da ieri la nuova terapia deve attendere i tempi necessari per una rivalutazione appropriata.


Dr. F. S. RUGGIERO

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3.7k 209
Lei sa che in questa sede non possiamo dare consigli terapeutici diretti.
Lei sembra soffrire di un disturbo da ansia che si manifesta con attacchi di panico, varie cenestopatie che ingenerano allarme per la salute, forse umore deflesso, e "disturbo dereistico parzialmente criticato".
Un primo trattamento con SSRI e benzodiazepine non ha dato esito. Ora il suo medico si è spostato sull' associazione tra un atipico e un gabaergico, che sicuramente, nei primi giorni, può dare effetti collaterali ed anche un apparente peggioramento dei sintomi nucleari. Deve avere pazienza, anche perchè il gabaergico è ancora sottodosato.
Ci tenga informati.

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille delle risposte. I sintomi che ho descritto sono tipici della mia situazione? Sono sempre presenti a parte quando faccio attività fisica intensa, durante la quale le sensazioni di freddo diminuiscono. Sono preoccupato per l'assunzione di olanzapina. I sintomi attuali sono già abbastanza invalidanti non vorrei se ne aggiungessero degli altri.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ho iniziato di nuovo ad assumere olanzapina da ieri 2.5mg e spersonalizzazione, vertigini es astenia sono peggiorati. Vorrei un chiarimento sulla diagnosi del disturbo dereistico. Significa che i miei sintomi non sono reali o che sono somatizzati?
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve a tutti, ho interrotto olanzapina per effetti collaterali troppo invalidanti e sono passato ad un altro ssri. Nel frattempo vertigini e confusione mentale e senso di ubriachezza sono arrivati at al punto da quasi non farmi alzare dal letto. Ho una visita fiisatrica venerdì per escludere infiammazioni alla cervicale. Riferirò eventuali cambiamenti con la nuova terapia.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto