Utente 394XXX
Ho un problema che mi condiziona un sacco nelle relazioni sociali... sento perció la necessità di esporvelo.. passo subito al dunque senza perdermi troppo in parole.. allora questo problema si manifesta nelle occasioni in cui devo impegnarmi per farmi capire dagli altri.. cioè quasi sempre visto che lo stare con gli altri presuppone lo scambio di opinioni... bene, io quando devo esporre un concetto faccio una fatica enorme, sia quando devo renderlo comprensibile per iscritto che quando devo farlo oralmente... gli altri si accorgono di questo mio disagio e perció mi scansano..

È vero che soffro d' ansia ma non credo che questo disturbo possa offuscare la mente a tal punto da non consentirgli di eseguire i compiti piú facili e scontati... anche se mi farebbe piacere crederlo perchè se non fosse così dovrei per forza di cose attribuire il danno all'asfissia neonatale, che é una complicanza del parto in cui il cervello del neonato non viene ossigenato a dovere.. purtroppo io l' ho avuta...

Voi cosa ne pensate?... l' ansia puó davvero provocare questo tipo di problema? Io sinceramente non credo anche perchè conosco gente ansiosa e irrequieta che riesce ad esprimersi benissimo...

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
L'ansia si può manifestare in tanti modi diversi, quella sociale ha come caratterisitica la difficoltà di interagire con gli altri, deve concentrarsi su quello che dice piuttosto che su come lo dice, lascerei perdere l'asfissia neonatale,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 394XXX

quando si parla dal vivo con una persona potrebbero entrare in gioco tanti fattori in grado di scatenare l'ansia che indebolisce la prontezza di pensiero... io però ho difficoltà a farmi capire anche tramite la scrittura... inoltre faccio fatica a comprendere un testo... non so quindi se sia soltanto l'ansia a generare il disturbo...posso soltanto dire che in genere quando devo affrontare queste attività mi sento ansioso oppure apatico... queste sensazioni comunque si avvicendano in maniera costante per tutta la giornata... non credo però che siano sufficienti da sole a provocare un fastidio cosi importante... anche perchè sono molti quelli che pur provandole riescono ad esprimersi in maniera lodevole...

[#3] dopo  
Utente 394XXX

Ok.. sono andato oltre dicendo che anche quando mi trovo nella circostanza di dover parlare con una persona a distanza, ad esempio tramite sms, riscontro lo stesso tipo di problema, ovvero quello di non riuscire ad esporre un concetto in maniera chiara e coincisa.. le ho anche detto nel precedente messaggio che faccio fatica a comprendere il significato di un testo.. insomma avevo ampliato il quadro con delle notizie importanti.. mi sarei aspettato perció un suo intervento che mi avrebbe permesso di capire se l' ansia puó ridurre le prestazioni del cervello anche nei casi in cui la comunicazione tra due individui non avviene dal vivo... io rimango sempre del parere che sia stata l' asfissia neonatale a crearmi questo problema perchè non credo che l' ansia possa fare diventare stupidi.. in particolar modo quando non è particolarmente forte ed intensa... in ogni caso aspetto una sua risposta perchè anche quando si fanno dei consulti a distanza bisogna essere seri ed esaurienti..