Utente 360XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 23 anni, frequento l'università e sono qui per chiedere degli ulteriori pareri riguardo la mia condizione. Sono in cura per una depressione con quetiapina 25, quetiapina 50 e sereupin. Oltre a questa depressione soffro di una fobia del vomito, specificatamente nel vomitare io stesso e soprattutto per via di virus intestinali. Tutto ebbe inizio con un episodio dove un mio amico all'asilo mi vomitó addosso e da lí ho iniziato a mangiare poco e a fare tutta una serie di esami che risultarono tutti negativi. All'età di 16 anni iniziai a soffrire di attacchi di panico che mi costrinsero a visitare uno psichiatra che mi scrisse zoloft + tavor il tutto affiancato da una psicoterapia. Ho scoperto successivamente che gli attacchi di panico erano subentrati per una fobia (della morte e dell'eterno) che poi, secondo me, sfociarono nella mia vecchia fobia per il vomito. Ora scrivo a voi perché continuo ad avere alti e bassi, tendo a non uscire per evitare il contatto con qualche virus, mangio ma ho sempre paura. La mia psichiatra mi ha parlato della terapia cognitivo-comportamentale e dell'ipnosi. Voi cosa ne pensate? Quale è secondo voi la strategia per affrontare queste fobie? Cerco pareri qui perché tutto ciò che provo mi fa stare bene ma le ricadute sono ormai il 99%

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

A che dosaggio è il sereupin ?
Come mai un farmaco che di per sé non è per le fobie o il panico, cioè la quetiapina ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 360XXX

Sereupin 20 mg al mattino con quetiapina 25. Quetiapina 50 rilascio prolungato alla sera. Mi é stata prescritta per stabilizzare gli sbalzi di umore.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La dose di sereupin non è piena, quindi potrebbe non funzionare. Se però si parla di sbalzi di umore stiamo parlando allora di un'altra diagnosi, magari concomitante, cioè di forma bipolare più la fobia ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 360XXX

Chiederò delucidazioni alla mia psichiatra. Purtroppo ci focaliziamo sulla psicoterapia e non parliamo delle diagnosi visto che il mio interesse é unicamente quello di stare bene. Mi dispiace non poter fornire la diagnosi corretta e mi limito a scrivere dei miei sintomi. La diagnosi circa 5 anni fa fu di depressione maggiore. All'inizio ero in cura con zoloft con variazioni di posologia fino a 250 mg e poi cambiato con l'attuale terapia. Quello a cui tengo principalmente adesso é guarire da queste fobie e penso che poi l'umore e la depressione si ristabilizzino meglio.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La psicoterapia presuppone una diagnosi, certamente che non è che debba essere un argomento di discussione, è un dato su cui si sceglie la cura.
La quetiapina ha precise indicazioni, non c'entra molto con la fobia. Non so se il contenimento della dose di sereupin abbia a che fare con la stessa questione, cioè di non accentuare gli sbalzi d'umore.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 360XXX

Oggi ho un appuntamento con la psichiatra. La terrò aggiornata. Intanto cosa pensa riguardo la terapia cognitivo comportamentale e l'ipnosi? Potrebbero essere una via d'uscita alle mie fobie? Grazie per il tempo dedicatomi

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non penso niente in generale. L'intervento deve essere indicato per la diagnosi, o per scopi precisi all'interno di un ambito diagnostico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it