Utente 470XXX
Buonasera
Soffro da anni di episodi di ansia e depressione con una forte stanchezza fisica.
Dopo i primi tentativi con antidepressivi senza duraturi miglioramenti, sembrava si fosse trovata una terapia efficacie con efexor 225 e delorazepam solo la sera 15 gocce.
La situazione è migliorata per anni...unico sintomo mai riuscito a debellare la stanchezza diurna, nonostante le ore di sonno della notte...
Da circa un anno si sono presentati ancora sintomi ansiosi nonostante la cura farmacologica
Il mio psichiatra ha allora deciso di non tamponare con ulteriori dosi di benzodiazepine, ma mi ha prescritto gabapentin,(mi ha spiegato che può avere effetto ansiolitico ed è migliore rispetto alle benzodiazepine perchè non crea dipendenza ed ha un'azione diversa rispetto alle benzodiazepine) che ho iniziato ad assumere a basse dosi fino ad arrivare a 600 mg al giorno...secondo lo psichiatra sarei dovuto arrivare a 900 mg ma parlando con lui della stanchezza che si faceva sentire maggiormente ci siamo fermati a 600mg....qualche mese e ancora episodi di ansia con forte preoccupazione mia di non riuscire mai a risolvere del tutto il problema e quindi depressione ansia e ulteriore stanchezza.
Ritorno dunque per un controllo e visto che la situazione non è migliorata decide per un cambio terapia....per una settimana continuare ad assumere solo 300 mg di gabapentin la mattina + efexor 225. Dopo una settimana sospendere del tutto il gabapentin, ridurre a 150 efexor e aggiungere 5 gocce di citalopram....Poi mi ha fissato nuova visita e l'idea è quella di eliminare progressivamente efexor aumentando il dosaggio di citalopram.
Questo per spiegare cosa sto facendo.
Le mie domande sono: cosa ne pensate ?
E' possibile che la diminuzione del gabapentin mi crei ancora più stanchezza fisica?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Potrebbe anche essere un fenomeno di ricaduta in presenza di una terapia efficace per cui andrebbe rivista la classe farmacologica da utilizzare.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 470XXX

ringrazio per la risposta...
in merito al cambio terapia descritto nel mio intervento sopra, ho sospeso totalmente gabapentin e da due giorni ho diminuito efexor a 150 mg al giorno.
Da stasera dovrei aggiungere 5 gocce di citalopram.
Ho sentito il mio psichiatra chiedendogli se non fosse meglio attendere ancora qualche giorno per stabilizzare la diminuzione dell'efexor prima di inserire il citalopram.
Dice che secondo lui posso già iniziare ma se mi fa sentire più sicuro posso aspettare qualche giorno...
cosa ne pensate?
Grazie