Utente 258XXX
Buongiorno,
Mio padre circa 70 anni si è operato circa 7 anni fa di tumore alla prostata. In seguito all'intervento purtroppo non è più riuscito ad avere dei veri e propri rapporti. Non ha mai voluto utilizzare nessun aiuto. Da quel momento in poi è diventata irritabile nervoso suscettibile e con il tempo non fa che peggiorare. È sempre stato una persona allegra e divertente adesso passa da momenti di tranquillità a isterismo a mutismo. Da circa un anno poi si è aggiunta una strana tosse. Lui è un fumatore ultimamente ne fuma circa 4 al giorno ma dopo aver fatto visite raggi non ha nulla a livello polmonare. La cosa strana è che se gli dico che tossisce sempre dopo un po’ non lo fa più. Potrebbe essere una tosse nervosa? Io ho provato a dirglielo e di parlarne con il medico ma si arrabbia.... secondo voi va bene l’ignatia amara? Iniziare almeno con l’omeopatia?
Vi ringrazio per l’attenzione

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Al di là di questa tosse, per quello stato psichico che descriveva prima è stato mai esaminato o diagnosticato ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 258XXX

Buonasera, a livello polmonare come detto prima non hanno riscontrato nulla. Non è mai andato da un psicologo o psichiatra ma tanto meno ci vuole andare perché non vuole affrontare l’argomento. Dimenticavo lui è anche iperteso e prende cardura, vasoretic, lovibon e la pastiglia per il diabete. Chiedevo un vostro consulto perché avrei provato con qualcosa di omeopatico per quello chiedevo dell’ignatia amara. Purtroppo non so che fare. Noto che ha questo malessere ma non so come aiutarlo.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le cause di una tosse non sono solo polmonari, potrebbe essere collaterale ad un farmaco per la pressione, o dipendere da una compressione toracica da parte di un'ernia jatale, tanto per dire due possibilità.

Se invece comunque è in atto una sindrome ansiosa e/o depressiva, e così è stato già detto anche a proposito della tosse, cioè che rientra in questo quadro, sarebbe il caso di far indicare una cura specifica.

Non c'è ragione che si ponga Lei il problema di quale debba essere la cura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 258XXX

La ringrazio ma purtroppo non volendo lui affrontare il problema chiedevo se quel tipo di cura omeopatica poteva andare bene. Grazie

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prima di tutto, se nessuno ha inquadrato la cosa e indicato le opzioni, come si fa a sapere che vada bene ?
In secondo luogo, se fosse un disturbo di tipo ansioso / psicosomatico, ci sono cure standard.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it