x

x

Ansia da prestazione paranoia e episodi ipomania

Buongiorno, sono sempre in ansia: ho paura di sbagliare qualcosa e di essere rimproverata, specie a lavoro. Le critiche e i rimproveri mi fanno impazzire: mi arrabbio ed entro in paranoia, oltre a sentire molta ansia anticipatoria. Lo psichiatra che mi ha visitato non mi ha prescritto farmaci; né integratori tipo valeriana ( che ho provato in passato, ma mi ha provocato troppa sonnolenza) Mi sono accorta di andare a cicli, di avere appunto fasi ipomaniacali il cui il mio narcisismo e l'essere logorroica aumenta: in questa fase mi arrabbio facilmente se ricevo critiche. In pratica seguo una escalation: parto da uno stato do normalitá in cui ho un narcisismo normale, e mano a mano mi esalto sempre di più, fino a raggiungere la cima, a quel punto mi sento sfibrata e torno poco a poco alla normalità. Non so da che dipendono queste escalation. Non passo mai nella depressione, né nella disforia...la psichiatra ha detto che assolutamente non sono bipolare, anche se ha sottolineato un stato ipomanicale. Come si possono contrastare simili oscillazioni? Perché divento tipo posseduta, tipo dottor jeckil e mister hide. A me hanno consigliato solo lo yoga...Io comunque sono molto istrionica anche...Secondo me sono istrionica e narcisista, anche se non mi hanno mai detto che ho...lo psichiatra disse solo che avevo aspetti paranoidei e che mancavo di empatia, ma niente di ché. So solo che ho tratti ansiosi non clinici( unica diagnosi che ho...sulla carta c'è scritto solo questo...) spesso mi dicono che sono bordeline, ma ne dubito molto perché non ho atteggiamenti impulsivi( neanche uno) e non ho sbalzi d'umore( non sono mai depressa o disforica) in più non mi interessa essere abbandonata. Dubito che la mia paranoia derivi da un disturbo bordeline( sono anche fin troppo organizzata negli studi e sul lavoro) Penso che confondano il mio istrionismo per un bordeline...sono molto teatrale...ma molto più di un bordeline, e poi sono troppo tranquilla per esserlo( non riesco ad arrabbiarmi...sono inibita, anche se appariscente)
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Sarebbe il caso di sentire il parere di uno specialista che decida di prescrivere una terapia.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Pensavo di interrompere la psicoterapia perché la psicologa mi da appuntamento ogni morta di papa e secondo me si sperde molto: si vede che non c'è feeling...ho provato con altri psicologi ma appunto non si conclude nulla. A me interessa solo intervenire sull'angoscia e l'ansia e sulla paura...poi sui comportamenti spesso ho i dubbi se sono io il problema: l'altro giorno una collega in un impeto furioso ( senza ragione...io stavo parlando con un'altra persona e mi ha colpito da dietro) mi ha spintonata alla schiena facendomi male...non c'è stata nessuna spiegazione al gesto...era solo incazzata a vanvera con tutti, ma se l'è presa con me...ecco onestamente forse sono troppo gentile e bonacciona, e onestamente manco mi va di cambiare anche se magari vengo trattata male...non fa parte del mio carattere...so che a questo mondo bisogna avere la lingua lunga e un certo tipo di carattere, ma onestamente chi me lo fa fare...quindi per me la psicoterapia è conclusa...sarebbe da intervenire sull'ansia e questo stato di pericolo continuo( purtroppo non posso eliminare le persone che me lo provocano...)
[#3]
dopo
Utente
Utente
Ma se prendo degli integratori di litio potrebbe funzionare? O biancospino? La valeriana l'ho già provata è avuto effetti collaterali: sonnolenza giornaliera eccessiva...non oso immaginare cosa potrebbe provocarmi un xanax a questo punto.
[#4]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Deve farsi visitare da uno psichiatra che stabilisca una terapia da prescrivere.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Delle visite psichiatriche le ho già fatte, ma mi dissero che non mi prescrivevano nulla...la psicologa mi ha sconsigliato pure gli integratori. Mi è stato detto di fare yoga, e infatti mi sono iscritta. La psichiatra mi ha detto che avevo vari tratti rigidi che erano però funzionali, e per questo non mi ha prescritto nulla. Anch'io sono titubante se prendere qualcosa o no, e forse proverei con integratori di biancospino o litio, e vedere se insieme allo yoga( che devo ancora incominciare) funziona. Il problema è che sono abbastanza paranoica: non manifesto niente per non sembrare pazza, ma dentro soffro perché non mi fido di nessuno...poi se mi criticano lo prendo come un grave attacco alla mia autostima: il problena è che non reagisco con rabbia, ma piangendo e isolandomi...non sono per niente aggressiva: faccio fatica ad esprimere la rabbia e così accumulo tanto stress emotivo.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Si, poi uso la parola paranoia in maniera non corretta...non sono paranoica, ma diffidente. So che è diverso: un paranoico si immagina e inventa, io invece non invento, semplicemente mi offendo o mi parte l'emotivitá su cose che magari gli altri si arrabbiano al momento e poi gli passa...tipo io ieri per la collega ho pianto tutta notte...penso che qualcun'altro le avrebbe dato della sclerata e se ne sarebbe dimenticato subito. Io invece parto con " ce l'hanno tutti con me..."

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto