Depressione Bipolare diagnosticata superficialmente

Buongiorno Dottori,
a Settembre mi è stata diagnosticata la depressione bipolare senza un vero test ma solo con alcune domande;
successivamente mi è stata data una terapia che mi ha portata (o almeno credo che sia stata proprio essa) a una fase IN veramente e assurdamente positiva dopo 2 mesi e mezzo!
Ma non sono certa che sia stata la terapia farmacologica a portarmi in quella fase da una fase talmente buia perchè una sera dal nulla decisi di usare un app , che avevo installato precedentemente ma che proprio a causa della fase depressiva acuta non riuscivo ad utilizzare.
È così senza dilungarmi troppo vi dico subito che ho riscoperto una nuova me parlando con un ragazzo attraverso questa app, ed ero molto lucida, sveglia, brillante, attiva e non riesco proprio a ricordarmi se la fossi già prima di conoscerlo, come non mi ricordo se ho avuto fasi ancora prima, anche se un vago ricordo mi conferma che era così
Comunque la storia durò quasi 3 mesi e si concluse molto burrascosamente in quanto la persona era instabile mentalmente, e non lo dico superficialmente ma veramente ancora oggi a distanza di 5 mesi non so dare una spiegazione a quei suoi comportamenti talmente assurdi e fuori da ogni logica possibile.
E così a volte mi chiedo se lui come anche un altro mio ex non fosse bipolare visti i problemi in comune come ansia, umore instabile e nel loro caso ansia, attacchi di panico, ma specialmente doppia personalità.
Ho smesso i farmaci perché la cura iniziale la smisi in quanto mi dava troppi effetti collaterali e poi ora come ora non ricordo se è stata proprio lei a farmi uscire da quella profonda depressione.
In conclusione, la depressione è tornata e ho avuto dei momenti in qui vedevo talmente brutta la situazione che avevo dei pensieri in testa che però non avrei mai avuto il coraggio di attuare ma che il mio psichiatra probabilmente prese molto sul serio dandomi una terapia molto pesante che mi porto a una fase down terribile e a quel punto ho interrotto perchè dopo 3 giorni a letto non ne potevo più.
Il risultato? Il giorno dopo averla smessa mi sentivo che ne ero uscita ed ero carica e motivata ma è durato poco così ho provato a riprendere quella cura che in teoria mi aveva portata nella fase IN ma non sono riuscita a continuarla perché stavo troppo male fisicamente per via degli effetti collaterali che in estate sono meno sopportabili.
Ora sono depressa, apatica, senza nessuna motivazione (vado all’Università) e non riesco a fare nulla e il poco che faccio mi costa molta fatica, ci sono però piccoli momenti in cui mi sento un po' di energia vitale ma poi ricasco subito Questione di ore proprio.
Non so più cosa fare, il mio psichiatra ( fa strano dirlo!) è sparito e io sono praticamente sto male: ho una terribile confusione mentale e sono incapace di concentrarmi.
Cosa devo fare, cercare uno psicoterapeuta, un altro psichiatra o comunque farmi fare la diagnosi in maniera più approfondita perchè non sono ancora sicura di esserla?
Grazie
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 992 63
Non è detto che la diagnosi sia sbagliata.

Evidentemente non ha aderito alle terapie in modo appropriato.

Se non trova il suo psichiatra deve rivolgersi ad un altro specialista.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta,
secondo lei la terapia poteva essere non adatta?
Alcuni farmaci contenevano sostanze a cui ero intollerante.

Il disturbo bipolare è una patologia che si manifesta in più fasi: depressiva, maniacale o mista. Scopriamo i sintomi, la diagnosi e le possibili terapie.

Leggi tutto