x

x

Corretta la somministrazione di depakin a 14 enne con fobie sociali?

buongiorno
mia figlia di 14 anni ha assunto per 1 -anno e mezzo depakin chrono su prescrizione di psichiatra del servizio pubblico. Diagnosi: depressione e fobia sociale. Gli effetti sono stati devastanti: confusione mentale, crollo del rendimento scolastico, allucinazioni, sviluppo di ovaio policistico quasi totale assenza di relazioni sociali (praticamente vive nella sua stanza) . Per puro caso ho letto le avvertenze dellAIFA del 2014 su questo farmaco è sul divieto di somministrazione ad adolescenti a meno che altri farmaci non abbiano avuto effetti. A mia figlia non è stato prescritto alcun farmaco in precedenza. vorrei un parere, grazie
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 913 271
Gentile utente,

Non vedo attinenza con la diagnosi, in verità. Dopo di che, se è mal tollerato, come qualsiasi altro farmaco, si tende a cambiarlo. Strano che in presenza di un ovaio policistico accertato non sia stato cambiato, e per un anno intero in presenza di questi effetti non sia stato cambiato, non dico perché siano tutti inequivocabilmente dovuti al farmaco, ma se sta male, dopo 1 mese, due, tre... si cerca qualche altra opzione. Quando dice "allucinazioni" cosa intende di preciso, non credo intenda quello che significa tecnicamente questa parola.

Questo farmaco è tipicamente prescritto per disturbi dell'umore di tipo bipolare, da quelli lievi a quelli gravi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
non la vedo nemmeno io
Dopo 5 anni di ricovero in struttura pubblica in regime di day hospital
( oggi mia figlia ha diciannove anni)
abbiamo deciso( vista la maggiore età) di portarla presso una psichiatra privata che con l’ausilio di una psicoterapeuta sta cercando di riportare, per quanto possibile, un minimò di normalità.Dispiace doverlo dire: quando si sono accorti dell avviso della AIFA e cioè con un anno di ritardò,hanno tolto il farmaco e non le hanno dato nient’altro. Per quanto riguarda la diagnosi le ribadisco che è proprio quella è per quanto concerne le allucinazioni mi riferisco proprio al senso comune del termine,visive ex uditive.Aggiungo che nessuna informazione ci è stata data circa i possibili effetti collaterali del farmaco ma ci hanno fatto firmare una liberatoria.Inoltre,visto le nostre titubanze, hanno letteralmente minacciato,all’epoca, di rivolgersi ai servizi sociali e,per finire, ci hanno mandato,noi genitori,a frequentare due anni di terapia familiare presso un privato di loro conoscenza
In tutto questo squallore c’è una cosa buona: mia figlia si è iscritta lo scorso anno ad ingegneria elettronica ( la Sapienza) ed ha sostenuto esami di analisi matematica,fondamenti di matematica ed inglese con risultati sorprendentemente positivi: e le confesso, ho pianto.
oggi mia figlia assume sereupin e lyrica e, nonostante non abbia una vita sociale particolarmente attiva,
sembra più tranquilla
grazie
[#3]
dopo
Utente
Utente
preciso inoltre: mai ,durante la assunzione di depakin sono state prescritte analisi del sangue o epatiche.
[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 913 271
A parte gli avvisi dell'AIFA, per cui non è che ci sia un sistema automatico di informazione, ovvero bisogna che uno stia dietro a tutti gli aggiornamenti, il farmaco è già noto, quindi non sono informazioni nuove, è una raccomandazione ufficiale. Discutibile peraltro, perché esiste anche un problema di indicazione.
Qui le questioni che non tornano molto sono due. La prima è che il tipo di disturbi per cui si usa è diverso, e ci sta che magari la diagnosi comunicata a voi in maniera discorsiva non sia poi quella effettivamente fatta. Seconda cosa, un anno e passa di cura in assenza di beneficio e con possibili effetti negativi è strano, in genere si provano altre cose.
Terza cosa strana, gli esami del sangue con il depakin si prescrivono di solito, proprio per monitorare alcuni possibili effetti collaterali "asintomatici".

Sereupin e lyrica invece tornano con la diagnosi, se è rimasta quella.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#5]
dopo
Utente
Utente
la diagnosi comunicata a noi è quella ufficiale trascritta sulla cartella clinica di mia figlia di cui se vuole posso più tardi mandarLe copia in privato,cartella clinica consegnataci dopo molte sollecitazioni dopo 7 mesi dalla richiesta scritta.le ripeto: nessuna analisi effetttuata o prescritta durante la terapia, forse ma non ricordo ,una PRIMA dell’inizio
Per quanto riguarda AIFA io posso non stare dietro a tutti gli aggiornamenti,un medico forse sì
E non mi pare fosse una semplice raccomandazione
Io non sono un medico e e se scrivo qui è perché due psicoterapeute ed una psichiatra ( quella che oggi cura mia figlia tra l’altro responsabile responsabile del centro salute mentale del distretto ) mi hanno fatto riflettere sul depakin
[#6]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 913 271
Intendo dire che l'aspetto fondamentale, più che la raccomandazione AIFA, mi pare il fatto che non torni molto diagnosi e farmaco, e un trattamento stabile per mesi con un bilancio negativo.
Il depakin è un farmaco noto, utilissimo e che personalmente uso, però appunto ha altri usi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#7]
dopo
Utente
Utente
appunto la richiesta fatta era quella di sapere da un esperto se quel tipo di trattamento era in linea con la diagnosi.E mi pare di no
voglio essere estremamente sincero: non cito in giudizio medico e asl perché non mi va di sottoporre mia figlia ad altri stress
Grazie per il suo interesse

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio