Utente
Buon giorno.


Dal 4 di giugno assumo 2 levopraid al giorno da 25 mg e 1 Xanax la sera inizialmente da 0, 50 mg poi portato a 1 g in quanto l'ansia creata da questa situazione del covid mi colpisce lo stomaco (nausea, bruciore...)

Ieri ho iniziato a notare che l'erezione non era come al solito e non sono riuscito a terminare la prestazione con mia moglie.
Effettivamente nell'ultimo mese notavo che le mie prestazioni sessuali duravano più del normale (nel senso che se prima dovevo un po' trattenermi per arrivare alla fine, da un mese a questa parte andavo via bene).


Questa cosa può essere causata dalla terapia che sto facendo che mi sta causando un calo della libido?


Ne parlo con il mio psichiatra e cerco di farmi ridurre la dose?


Grazie

Paolo

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Può essere legato al levopraid, per un aumento della prolattina. Non è detto che vada via immediatamente alla sospensione, la prolattina torna a posto ma dopo diversi giorni.
In ogni caso questa è una cura sintomatica, il medico non dovrebbe avere difficoltà a trovare eventuali alternative.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
Quindi non è lo Xanax a creare questi problemi?

Un saluto

Paolo

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dei due, l'effetto sessuale è più tipico del levopraid.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4] dopo  
Utente
Grazie Dottore. Ne parlo con il mio psichiatra.
Secondo Lei c'è un farmaco alternativo al Levopraid che svolge la medesima funzione? Non so tipo il Plasil?
So che non può far nome di farmaci. A me basta sapere se c'è.

Cordialmente

Paolo

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Io facevo riferimento al fatto che questa cura è peraltro composta di due sintomatici, per cui molto probabilmente, a seconda della diagnosi, ci sono alternative.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#6] dopo  
Utente
La diagnosi consiste nel fatto che la situazione Covid ha aumentato la mia ipocondria e quindi l'ansia andava a colpire lo stomaco causandomi conati di vomito (naturalmente non vomitavo nulla), per questo lo psichiatra mi ha dato il levopraid (2 compresse al gg da 25 mg).
I contati son passati quasi subito, ma è rimasta la nausea che viene tutti i giorni tendenzialmente la sera. A volte brucia anche lo stomaco però lo psichiatra mi ha spiegato che la causa è sempre l'ansia e io credo che lui abbia ragione.
La mia ipocondria prima del covid non mi condizionava la vita in alcun modo, probabilmente il covid l'ha esacerbata.

Grazie Dottore ed un saluto

Paolo

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Allora va curata l'ipocondria, appunto con terapie diverse da semplici sintomatici.
Tenga presente che anche quei medicinali per altri versi potrebbero avere effetti sessuali, su questo non è l'unico il levopraid.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#8] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore, La aggiorno.

Ho incontrato lo psichiatra sabato perchè comunque avevo pianificato il consulto da tempo. Mi ha spiegato che il Levopraid va tolto perchè è dal 4 giugno che lo sto assumendo ( 2 pastiglie da 25 mg al giorno), per tanto mi ha detto di prendere mezza pastiglia a mezzo giorno e mezza pastiglia la sera per 10 giorni. Poi ci risentiamo e se tutto va bene, mezza pastiglia solo la sera per altri 10 giorni poi stop.
Mi ha fatto un discorso particolare in merito all'ipocondria e all'egocentrismo su cui devo riflettere in questi giorni e sui quali cercherò di impegnarmi al massimo. Lo Xanax 1 gr a rilascio prolungato rimane fino alla fine della situazione covid. Mi ha detto che se la nausea e gli altri sintomi di somatizzazione (bruciore di stomaco, dolore al diaframma...) non scompaiono, bisognerà valutare l'uso di un antidepressivo.
Anche lui mi ha confermato che i problemi di erezione possono essere dovuti al Levopraid. Spero che tutto torni a posto a breve..

Un cordiale saluto

Paolo

[#9]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
La terapia indicata non tratta i suoi sintomi in modo adeguato, oltre ai discorsi su cui riflettere è utile che si affidi ad uno specialista che sia in grado di curarla seriamente ed in modo appropriato.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#10] dopo  
Utente
Buon giorno Dottori.
Ho scalato il Levopraid come mi ha detto lo psichiatra prendendo mezza pastiglia a mezzo giorno e mezza pastiglia la sera. Da ieri ho iniziato a prenderla solo la sera e dovrei andare avanti ancora per 9 giorni cosi.
Volevo chiederVi se l'erezione torna dopo la definitiva sospensione del farmaco oppure se già scalandolo si dovrebbero vedere i primi effetti che purtroppo non vedo ancora.
Domani mi sottoporrò a gastroscopia per capire le origini di questa nausea che mi attanagliano da marzo.

Grazie

Paolo

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se la causa è la prolattina ci impiega anche oltre due settimane a normalizzarsi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#12] dopo  
Utente
ok Dottore, ma dalla sospensione totale o dal momento in cui si scala?

Grazie

Paolo

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Più o meno, a meno che la sospensione non duri settimane...
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#14] dopo  
Utente
Allora lo psichiatra mi ha ha fatto fare 10 giorni con metà pastiglia a pranzo e metà la sera.
Da ieri ho iniziato con mezza pastiglia solo la sera e devo fare cosi per 10 giorni poi basta.
Noto che per il momento nulla è cambiato, per quello che Le chiedevo se intendesse 2 settimane dal momento in cui si sospende definitivamente oppure se si iniziava a vedere qualche risultato prima.
Grazie di cuore
Paolo

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
dico, se non sono due saranno 3...
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#16] dopo  
Utente
ok grazie Dottore

La ringrazio. Domani farò la gastroscopia cosi almeno chiarisco definitivamente da cosa deriva questa nausea, dopodiche lo psichiatra che mi ha in cura mi proporrà l'antidepressivo che fino ad ora ho rifiutato nella speranza di venirmene fuori da solo. Purtroppo a me è cambiata drasticamente la vita con il covid in quanto ho sempre viaggiato moltissimo all'estero per lavoro e adesso è da marzo che non posso più andare in giro e onestamente mi rompo le scatole in ufficio. Questo mi pesa e lo psichiatra ritiene che essendo anche un po' ipocondriaco, la situazione del virus ha esacerbato di più l'ipocondria. Spero solo che se dovrò assumerlo non sia una cura da fare per molto tempo. Sono fermamente convinto che quando il covid finirà e riprenderò a viaggiare, passerà tutto.

Un cordiale saluto

Paolo

[#17] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore.
Allora giovedi ho fatto la gastroscopia dalla quale si evince che c'è solo un'incontinenza cardiale (che già sapevo di avere). Chi mi ha fatto la gastroscopia, mi ha detto che per avere la conferma al 100% che la nausea sia di tipo psicosomatico (come io penso) di fare un'ecografia all'addome per verificare che non ci siano calcoli alla cistifellea. L'ecografia la farò nel tardo pomeriggio.
Stranamente la nausea da sabato è passata, ma a mio avviso è aumentata l'ansia soprattutto quando non lavoro quindi la sera e il fine settimana.
La mezza pastiglia di levopraid che prendo solo la sera dovrei terminarla definitivamente giovedi e spero poi che l'erezione torni a posto.
Aggiornerò il mio psichiatra più tardi anche se credo a questo punto che mi darà un antidepressivo.

Cordiali Saluti

Paolo

[#18] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore.
Ieri ho fatto l'ecografia e come appunto mi aspettavo non ci sono i calcoli alla cistifellea.
A questo punto lo psichiatra mi ha consigliato di assumere Zoloft 100 mg per togliere l'ansia e farmi vivere meglio.
In sostanza mi ha spiegato che la situazione covid ha esacerbato molto la mia ipocondria che è vero avevo anche prima del covid, ma che non mi condizionava la vita a tal punto con l'ansia e la nausea. Da marzo assumo Xanax 1 mg a rilascio prolungato e adesso sto scalando il levopraid che finirò definitivamente giovedi.
Cosa ne pensa di questa terapia?
Va fatta per un lungo periodo?
Ho scoperto stamattina che lo Zolofot c'è anche da 25 e 50 mg, perchè secondo Lei mi è stato consigliato il 100 mg?
Ci si potrà staccare facilmente da questo tipo di farmaco?
Sono molto restio ad assumerlo perchè onestamente è la prima volta in vita mia.

Un cordiale saluto

Paolo

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non so se 100 mg debba essere la dose d'attacco, magari sarà la dose di arrivo.
Lasciando da parte i dubbi generici, il tipo di medicinale mi torna rispetto ad una diagnosi di ipocondria, di panico, o di altro tipo di disturbo d'ansia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#20] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore.
Lo psichiatra mi ha detto di iniziare con 1/4 per 2 giorni, poi metà per 2 giorni, poi 3/4 per 2 giorni e poi passare a 1 intera.
Onestamente sono molto indeciso sul fatto di assumerlo.
Per quanto tempo dovrò prenderlo? (spero il meno possibile) Ci si riuscirà poi a staccarsi? Mi creerà disfunzioni sessuali?

Saluti

Paolo

[#21]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Mi paiono tutte considerazioni generali, al limite del paradosso però. Non si capisce per quale motivo dovrebbe prenderlo più del dovuto o senza riuscire a "staccarsi" ...
Sono considerazioni di tipo ansioso.
Se le creerà disfunzioni sessuali è una domanda aperta invece, lo chiede perché sa che potrebbe darle.
Ragiona come se dovesse impegnarsi senza uscita ad assumere una cosa. E' in mano sua giorno per giorno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#22] dopo  
Utente
Si Dottore, ammetto tutto quello che Lei mi ha scritto.
Onestamente è la prima volta che mi trovo a prendere un farmaco di questa natura che agisce sulla testa e onestamente ho un po' di perplessità o meglio le definirei paure verso il farmaco, perchè spesso ne ho sentito parlare male degli antidepressivi. Di una cosa sono sicuro però, e cioè sono fermamente convinto che appena la situazione del coronavirus sarà finita, riuscirò a stare bene perchè ho capito che a causarmi tutto questo è questa situazione di incertezza che crea ansie e paure. (infatti l'unico attacco di panico che ho avuto è stato a marzo e poi da lì è iniziata la nausea che adesso è andata via dopo aver fatto la gastroscopia).

Mi sono imposto di assumerlo poichè ho capito che di fisico non c'è nulla.

Un saluto e grazie mille per le Sue risposte chiare ed esaustive.

Paolo

[#23]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Come di fisico non c'è nulla ?
E l'ansia che è ? Il cervello dove lo colloca ?
Anzi, secondo me è proprio questo il punto. Se non identifica un "punto" in cui i farmaci agiscono, ne ha maggiore diffidenza, in quanto pone il cervello su un altro piano.
Facendo così, ci si immagina che agire sul cervello debba avere come effetto una sorta di perdita totale della libertà, dei riferimenti, della lucidità e concetti del genere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#24] dopo  
Utente
Scusi Dottore, correggo la mia affermazione perchè forse non sono stato chiaro. Con "di fisico non c'è nulla" io mi riferivo allo stomaco. Avendo fatto gastroscopia e ecografia (per vedere che non ci fossero i calcoli) e avendo visto che lo stomaco e la cistifellea sono a posto, ho avuto la conferma al 100% che la causa di tutto è il cervello appunto come afferma Lei e che va curato quello.
Questo l'ho capito bene, infatti stranamente dopo la gastroscopia la nausea è quasi sparita ed è rimasta solo l'ansia (non opprimente, ma è sempre li e la si sente di più nei momenti di relax tipo pausa pranzo o durante il fine settimana). La mia perplessità è solo legata alla paura verso questo genere di farmaci e soprattutto la paura di diventarne dipendente, tutto li.

Grazie

Paolo

[#25]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
So bene cosa voleva dire, ma approfittando di quel modo di dire, non è casuale che si usi. Il cervello non è considerato, tanto che poi ci si fanno sopra dei ragionamenti "misteriosi", che non fa sulle altre parti del corpo e farmaci relativi. Ad esempio, nonostante lo xanax sia comunque un farmaco psicoattivo, evidentemente lo identifica rispetto a determinati sintomi e lo usa. Idem per il levopraid. Dello zoloft ha paura. Perché ? Dipende dal fatto che non capisce esattamente che vada a fare, visto che non agisce subito, etc. Se fosse un antibiotico non sarebbe strano, ma un antidepressivo non è percepito in maniera così naturale.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#26] dopo  
Utente
Concordo Dottore.
Io mi auguro solo di non diventare dipendente e di riuscire ad abbandonarlo senza problemi quando sarà il momento di scalarlo.

Un saluto

Paolo

[#27]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Appunto, questo è uno dei pensieri che applica allo zoloft e, paradossalmente, non allo xanax, se proprio uno dovesse scegliere di abbinare la preoccupazione al tipo di medicinale.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#28] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore per le Sue risposte.

Questa sera comincio, speriamo vada tutto bene.

Paolo

[#29] dopo  
Utente
Buon giorno Dott Pacini
Ho iniziato con un quarto di Zoloft da 100 mg martedi e mercoledi però purtroppo non è andata bene perchè mi son venute le vampate, mi sveglio di notte alle 3 e mi son tornati i conati di vomito. Lo psichiatra mi ha spiegato che praticamente la mia mente non accetta il farmaco. Mi ha detto di prendere ancora un quarto per due giorni e poi aggiornarlo. Mi ha detto che se continua cosi va sospeso.
Lei che ne pensa?

Un saluto

Paolo

[#30]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La mente non accetta il farmaco ? E che sarebbe la mente, un organo ?
Il cervello reagisce così alla sertralina, oppure all'idea di prendere qualcosa in generale, in ogni caso è il cervello.
Ma è frequente che il primo impatto sia così, dopo di che a volte è totalmente soggettivo (ansia) altre ci sono dei segni oggettivi, ma in ogni caso la risposta è ritardata, e all'inizio ci può essere peggioramento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#31] dopo  
Utente
Anche per solo un quarto di pastiglia?

[#32]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Con le dosi iniziali, anche se sono basse. Più che con quelle a cui si arriva, che tendenzialmente sono ovviamente maggiori.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#33] dopo  
Utente
ok Dottore è chiaro.
Il mio psichiatra dice invece che a queste dosi cosi basse non ci devono essere problemi e mi ha detto di prendere ancora un quarto (0,25 mg) per due giorni e se i problemi persistono, sabato mi sembra che me lo voglia sospendere. Lui mi aveva detto di fare 2 giorni con 0,25, poi 2 giorni 0,50, poi 0,75 e poi proseguire con 100.

Spero che passino ad andare a sabato. Sarebbero 4 giorni.

A presto

Paolo

[#34]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ci sono meno, forse, ma ci sono lo stesso. E ci sono più a casa che non in ospedale, perché probabilmente il punto è nella malattia sottostante, che determina reazione placebo-nocebo e reazione di allarme ai sintomi iniziali del farmaco.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#35] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore.

Oggi sembra leggermente meglio. Lo assumo la sera dopo cena, e da 3 notti mi sveglio sempre alle 3 o alle 4 e poi non prendo più sonno. Calcoli che io prendo Xanax 1 g a rilascio prolungato prima di andare a letto. Può essere che assumendo il quarto di Zoloft alle 8 di sera, per le 3 o le 4 del mattino l'effetto sia finito e io mi svegli?

Saluti

Paolo

[#36]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
1/4 di farmaco non assicura la dose di farmaco assunto poiché il prodotto no ha divisibilità di questo tipo per cui potrebbe assumere una quantità di principio attivo variabile di volta in volta.



Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#37] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore.

Per iniziare ho comprato quello da 50 mg e rompo la pastiglia a metà.
Siccome sono tre giorni che mi sveglio alle 3 o alle 4 del mattino, mi chiedevo se per caso è l'effetto dello Zoloft che finisce oppure se è pura suggestione.

Grazie

Paolo

[#38]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gli effetti del primo periodo risentono di molteplici fattori, primo tra tutti il disturbo che è in corso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#39] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore.
Ho preso ancora la zoloft da 25 mg e sabato notte e ho avuto dissenteria mentre domenica è andata meglio. Oggi devo aggiornare lo psichiatra per vedere se portarlo a 50 mg o continuare con 25 mg per il momento. E' normale che non mi faccia dormire?
Il Levopraid l'ho abbandonato definitivamente giovedi scorso, ma non mi è ancora tornato il desiderio sessuale.
E' dovuto al Levopraid oppure alla situazione in cui mi trovo?

Un saluto

Paolo

[#40]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il desiderio sessuale è comunque influenzato anche dallo zoloft.
Per il resto si sta ponendo la stessa questione di prima.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#41] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta Dottore.

Quindi mi conferma che lo zoloft fa calare il desiderio sessuale? Se cosi fosse io dovrei stare in questa situazione per mesi? Oppure lo zoloft una volta che inizia a togliere i pensieri negativi fa tornare anche il desiderio sessuale?

Un saluto

Paolo

[#42] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore.
Sono passato a 50 mg di Zoloft 3 giorni fa e oggi lo psichiatra mi ha detto di continuare cosi ancora per 4 giorni e poi richiamarlo. Per ora mi sembra di notare qualche piccolo lieve miglioramento, nel senso che non mi sveglio più di notte, la nausea c'è, ma mi sembra meno.
Per quanto riguarda il desiderio sessuale, quello torna una volta sistematomi un po' oppure devo metterci giù il pensiero per un po' di mesi?

Saluti

Paolo

[#43]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il medico le ha appunto detto di richiamarlo tra qualche giorno perché sarebbe inutile far ragionamenti prima. Anche tra quattro giorni in realtà mi pare prematuro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#44] dopo  
Utente
Quindi il desiderio tornerà una volta stabilizzata la terapia?
Da quello che mi diceva lo psichiatra l'obbiettivo è arrivare a 100 mg

Un saluto

Paolo

[#45]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questa è una domanda sul futuro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#46] dopo  
Utente
Lo so Dottore, però è una cosa a cui tengo a 43 anni.

Spero solo sia una questione di tempo.

Paolo

[#47] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore
Siccome ho un po' di mal di gola, si può prendere il Brufen 600 mg mentre si sta facendo la cura con lo Zoloft? Non interagiscono i due farmaci?

Saluti

Paolo

[#48]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Si interagiscono, ha comunque un medico di famiglia a cui chiedere ed anche il farmacista che può controllare le interazioni.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#49] dopo  
Utente
Anche se presi lontani, vale a dire lo zoloft la sera e il brufen la mattina e il pomeriggio?

Paolo

[#50]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Le ho risposto in merito, sta chiedendo una questione relativa ai farmaci che deve essere valutata personalmente.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#51]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Qui non può chiedere se e come prendere dei medicinali in maniera diretta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"