Xanax e benzodiazepine problemi del sonno

Buonasera a tutti, chiedo un parere sul fatto che è da qualche mese che ho iniziato a stare poco bene, ho iniziato a fumare la sigaretta elettronica fino a che ho sentito il petto appesantirsi, sono corso dal dottore, il che mi ha detto che era solo ansia e mi ha detto di prendere dello xanax, non convinto sono andato al pronto soccorso, e mi hanno fatto un’eco al cuore, raggi al petto e analisi del sangue, queste erano tutte negative, mi hanno poi prescritto una visita pneumologica con spirometria risultata negativa, ho così parlato col pneumologo dell’ernia iatale che ho, e che col tempo mi ha iniziato a dare disturbi del sonno, e mi ha consigliato una gastroscopia, e poi si è venuta fuori questa ernia iatale... Il mio problema è che sono assuefatto dallo xanax che prendo prima di andare a dormire, sono arrivato a prenderne tante gocce, che poi ho ridotto subito, assieme allo xanax prendo il citalopram... Ma con questi due il mio problema al petto non è passato... È sempre rimasto... Anzi mi fanno male le ossa e ho fiato corto delle volte... Non so più cosa fare... Chiedo un consiglio qua perché sono un po’ confuso...
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
Come mai parla del suo problema "al petto" ? Il suo problema è stato collocato altrove, le hanno dato una cura con citalopram e xanax. Ma serve sapere un paio di dettagli per capire:
A che dose il citalopram e lo xanax, e se questo malessere inizia in concomitanza della cessazione del fumo di tabacco.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, chiedo scusa se non mi sono connesso ma ho avuto qualche impegno con l’università.
Allora questo disturbo al petto che ho è iniziato con l’uso della sigaretta elettronica, un pomeriggio ho avvertito sonnolenza e quando mi sono svegliato avevo un disturbo forte al petto, così dopo aver avuto tutte le analisi negative sono andato da uno
Psichiatra che mi ha dato del citalopram da assumere per sei giorni metà compressa e 23 gocce di xanax prima di coricarmi e 15 al bisogno.
Solo che poi ho approfittato dell’alprazolam e sono arrivato ad un numero eccessivo gocce, ero arrivato a 80-90, sono così ritornato da un’altro psichiatra che mi ha detto di iniziare un percorso di psicoterapia, e di scalare il dosaggio dell’ansiolitico che attualmente sto calando giorno per giorno così da arrivare a un totale di 46 gocce, e il citalopram prendere mezza compressa per dieci giorni e poi sospenderlo definitivamente perché lo psichiatra ha detto che sono troppo giovane per prendere questi farmaci pesanti.
L’unica cosa che mi chiedo è perché adesso avendo scalato lo xanax da 90 gocce che assumevo prima di dormire a 46 non ho avuto crisi di astinenza di nessun tipo, anzi ho notato un miglioramento nel mio sonno, cosa che prima quando assumevo tutte quelle gocce mi svegliavo stanchissimo... Nel pomeriggio capita che mi venga questa sonnolenza e pesantezza agli occhi, posso chiedere se questo può essere correlato all’uso dello xanax oppure al cambio di stagione? Questo è tutto quello che mi è successo in questo periodo...
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
"e il citalopram prendere mezza compressa per dieci giorni e poi sospenderlo definitivamente perché lo psichiatra ha detto che sono troppo giovane per prendere questi farmaci pesanti."

Non credo alle mie orecchie, spero sia uno scherzo un discorso del genere.
In altre parole inizia una medicina per un tempo inferiore a quello necessario perché inizi a funzionare. A quel punto che senso ha avuto iniziarla ?
Ma si tratta di un medico specialista in psichiatria, è sicuro ?


Se non ha assunto una certa dose di xanax per un mesetto, non si prevede necessariamente astinenza alla sospensione/riduzione. Quindi, può essere questo il motivo.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, si quello che dico è successo veramente, e il medico che ha detto queste cose è proprio uno psichiatra, mi ha detto di scalare una goccia al giorno, e attualmente sono arrivato a 43 gocce di xanax prima di coricarmi e continuerò a scalare, la mia domanda è però una volta che ho finito le gocce che cosa succede? Con 43 gocce dormo 6 ore, ma mi sveglio sempre con quella sonnolenza e occhi pesanti, io spero che se rientro nelle 30 gocce la cosa migliori.
Ieri sono stato al pronto soccorso, mi hanno detto di prendere 15 gocce di lexotan ogni 8 ore e il tavor prima di dormire, e di andare da un neurologo per i disturbi del sonno, la cosa che mi fa più arrabbiare non sono i farmaci in se, ma il fatto che due psichiatri mi hanno visto e detto due cose diverse, uno mi ha dato le medicine l’altro me le ha tolte... Poi che io abbia fatto uno sbaglio con lo xanax è vero lo ammetto, e con tanta forza sto scalando pur anche non sentendo effetti collaterali, e non capisco il perché... Se prima ne prendevo 90-100 ora sono a 40 gocce, e non ho crisi di ansia forti o altro... Ma solo lo stesso problema di insonnia che ho avuto prima della xanax...
[#5]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
Mi scusi, ma che confusione si sta verificando ?
Sta riducendo lo xanax, e poi introduce lexotan e tavor, il che è come non ridurlo o anzi aumentarlo ?
Non mi capacito che l'indicazione sia stata questa .
La correlazione col sonno dello xanax al momento è di tipo astinenziale, ovvero riducendolo può temporaneamente peggiorare. Di per sé non svolge alcuna funzione sull'indurre e mantenere il sonno, anzi è noto che si sviluppano insonnie da assunzione cronica di sonniferi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#6]
dopo
Utente
Utente
Ha ragione mi sono spiegato male io, è stato il medico del pronto soccorso a dirmi di prendere 15 gocce di lexotan ogni 8 ore e una pastiglia di tavor prima di dormire.. Ma le indicazioni dello psichiatra sono di togliere xanax e citalopram
[#7]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
A mio parere una confusione totale: mentre toglie la cura, togliendo insieme l'ansiolitico e il farmaco vero e proprio (citalopram), ci sono segni di riacutizzazione, e rientra l'ansiolitico (diverso, non si sa perché, addirittura un paio diversi). Il tutto chiaramente è in contrasto con la riduzione dell'ansiolitico, ma a parte questa incongruenza, il medico dovrebbe esserne informato per riconsiderare l'opportunità che interrompa la cura (soprattutto in riferimento al citalopram).

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#8]
dopo
Utente
Utente
Il medico infatti mi ha detto che non ha senso mettere lexotan e tavor, se sto già prendendo lo xanax, e comunque dottore le dirò di più il citalopram non ha migliorato la situazione, anzi il mio malessere è sempre persistito nel senso che la pesantezza sul petto è sempre rimasta, e lo xanax ha sempre e solo fatto in modo che io non la sentissi.
Ho fatto una tac al torace e al polmone e non mi hanno trovato nulla, così emerse la componente ansiosa perchè gli esami del pronto soccorso erano negativi (rx al torace, tac, ecg).
Quando dissi al CSM che non dormivo la notte, e che facevo fatica a prendere sonno, mi dissero di prendere la melatonina, e in più di togliere 10 gocce di xanax ogni 3 giorni, poi un’altro psichiatra disse una goccia al giorno, e ora ne sto prendendo 40... Che sono comunque tante...
[#9]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
No, che l'effetto parziale sul controllo del senso di schiacciamento toracico fosse dovuto allo xanax è un'idea che si è fatto, ma non è detto che sia così. Se lo assume regolarmente, è più vero che il mancato controllo completo del senso di schiacciamento è dovuto all'avvenuta assuefazione allo xanax con fenomeni di astinenza incompleta tra una dose e l'altra.
Quindi, accantonando il citalopram che non aveva funzionato in maniera soddisfacente, le cure finscono qui, non ho capito la strategia... ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#10]
dopo
Utente
Utente
Si le cure finiscono qua, mi hanno tolto il citalopram,e di scalare lo xanax fino alla completa sospensione.
Con il suggerimento di iniziare la terapia con lo psicoterapeuta... Attualmente sto assumendo 40 gocce di xanax, e le diminuiró ancora... Come suggeritomi, anche se a dir la verità mi sarei aspettato qualcosa di diverso come aiuto, ma io non sono un medico non sta a me dirlo... Ma da quella visita non ne sono uscito completamente soddisfatto...
[#11]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
Ci sono diverse altre opzioni oltre il citalopram, non vedo quindi un senso nel chiudere la porta a priori ad un'alternativa al citralopram.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#12]
dopo
Utente
Utente
Io dottore non ho chiuso le porte alle alternative al citalopram, anzi ero propenso anche a prendere un induttore del sonno, e tutto quello che dicevano loro, comunque io dormo in media 5-6 ore a notte, quindi sono abbastanza riposato, ma il problema per loro è che a 26 anni non devo prendere antidepressivi.
Anche io come lei non mi trovo d’accordo, per questo di quella visita non uscito soddisfatto perché se non mi hanno aiutato ovviamente una persona per stare meglio prova qualsiasi cosa, e se non fanno nulla, e mi dicono che la cosa la devo risolvere con la psicoterapia, ovviamente una persona va in un altro csm, perché io ho spiegato svariate volte che la psicoterapia non me la posso permettere, perché ovviamente ha dei costi che io non posso sostenere e lo psichiatra mi ha detto che la psicoterapia è un lusso al giorno d’oggi... Non so... Sono molto abbattuto da una parte e sconfitto sull’altra... E molto triste perché pensavo di poter stare meglio...
[#13]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore la ricontatto per dirle che sono arrivato a 36 gocce con lo xanax, le chiedevo se ci potesse esserci correlazione tra dolori muscolari e quest’ultimo.
Oppure se sono dolori di stagione...
[#14]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
Correla i sintomi di sempre all'ultima variazione avvenuta...
La cura è la stessa e ha già riferito che non le dà benefici.
Siamo nella stessa situazione di prima.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#15]
dopo
Utente
Utente
Non capisco perché mi hanno detto di sospendere tutto e di togliere tutto... Non credo che lo xanax mi stia facendo bene... È come scalare una montagna...
[#16]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
Le hanno detto di scalare lo xanax, Lei ha scritto questo.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#17]
dopo
Utente
Utente
Si è vero mi hanno detto di scalare.. e di usare rimedi naturali
[#18]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
Quindi le hanno anche detto di non prendere più il citalopram, e in sostituzione di tutto ciò "rimedi naturali" indefiniti ? (che non hanno comunque senso come concetto).
In tal caso chieda un altro parere specialistico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#19]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore scusi se le rispondo solo ora, si mi hanno detto di prendere dei rimedi naturali come integratori, e melatonina... Attualmente però lo xanax lo sto calando e sono arrivato a 30 gocce, ma non mi sento comunque di toglierlo del tutto perché se dovessi avere un attacco di ansia forte starei male... E senza quello non vorrei peggiorasse... Comunque chiederò a qualcun altro... Anche se con il citalopram non era cambiato molto, avevo chiesto il cambio di terapia ma mi avevano detto di togliere tutto... Non credo abbia senso...
[#20]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore, io vorrei richiedere un’altra consulenza specialistica per la mia ansia in un altro csm ma mi hanno detto che non posso perché devo andare nel mio csm di residenza, lei sa se è vero? Oppure posso andare da un’altra parte anche?
[#21]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore oggi è venuta la guardia medica perché mi sono sentito male, avendo visto le analisi mi ha detto che questo mio problema che ho potrebbe essere collegato anche al reflusso biliare/gastrico, il pronto soccorso mi hanno detto di rifare una gastroscopia, anche avendola fatta a febbraio, e di farmi seguire da un gastroenterologo, lei cosa dice ? Potrebbe essere anche il reflusso che mi causa questo problema?
[#22]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
Se esegue prestazioni a carico del sistema sanitario, esistono dei sistemi territoriali legati a chi paga le prestazioni.

Non so di quale analisi parli, se non le specifica.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test