Pensieri ossessivi (aggressivi,paura di avere una psicosi) e ansia

salve dottori, mi scuso in anticipo per il disturbo e per il messaggio molto lungo.

sono una ragazza di 17 anni e dallo scorso mese ho iniziato a soffrire di ansia costante (tutti i giorni dalla mattina alla sera con risvegli continui durante la notte) a seguito di due anni di sintomi dissociativi e distacco emotivo a causa della perdita di mia madre ed altri eventi traumatici.

ho avuto molti alti e bassi e nelle ultime 2/3 settimane ho iniziato ad avere pensieri intrusivi aggressivi e paura di impazzire (ho sempre avuto paura di impazzire, di poter essere schizofrenica o di poter avere una psicosi ma la paura non era così intensa e passava nel giro di 1/2 settimane).
A seguito di una notizia in tv ho avuto paura di poter fare del male a mia nonna (con cui vivo) o ad altre persone, o a me stessa, tanto che a volte entravo in crisi e non riuscivo a calmarmi perché pensavo di essere una persona cattiva o che avrei agito secondo i miei pensieri realmente.
Dopo un po’ ho iniziato a prendere 5 gocce di xanax la sera per dormire (sotto prescrizione della mia psicoterapeuta e del mio medico) e anche se non vedevo molti miglioramenti avevo trovato un certo equilibrio mentale.
Negli ultimi 3 giorni invece sembrava andare tutto bene, avevo smesso anche di prendere le gocce perché riuscivo a calmarmi facilmente e non entravo più in uno stato di panico, ma oggi leggendo su internet sono entrata nuovamente in panico.

Stavo leggendo varie cose riguardo il doc (penso di averlo ma non è sicuro, non ho una diagnosi) e ho letto che può portare in alcuni casi alla psicosi.

È possibile secondo voi?
Ho la costante paura di poter sentire delle voci o di poter perdere il controllo o vedere cose che crea la mia mente, mi assale un senso di inquietudine che mi rende difficile calmarmi.
L’ansia poi si aggrava appena mi sento stanca, ho mal di testa od ho la vista appannata o se sento un senso di estraneità o irrealtà (cosa che però ho avuto spesso a causa dei sintomi dissociativi, ma ora ho il dubbio che non sia dissociazione ma un inizio di psicosi).


Non chiedo una diagnosi o niente di simile, vorrei solo essere ascoltata o capita e magari ricevere una rassicurazione a riguardo.
Grazie in anticipo per una risposta e per l’attenzione
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 35,3k 847 56

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test