Vaccino covid ansia

Buongiorno dottori, sono un ragazzo di 29 anni, tra pochi giorni dovrò fare il vaccino contro il covid pfizer ma soffro di ansia ed emetofobia.

Attualmente assumo solo il levopraid 25mg due volte al giorno.

Il mio problema è che nel foglio che danno alla prenotazione del vaccino uno degli effetti collaterali è proprio il vomito e questo mi mette molta ansia, ho paura di avere una serie di attacchi di panico nelle 24/48 ore successive all'inoculazione del vaccino.

Il mio medico di base mi ha detto di prendere il tavor da due giorni prima e poi due ore prima di andare a fare il vaccino, ma la mia paura resta il dopo, quando il tavor smetterà di fare effetto, in caso potrei riprenderlo giusto?

Volevo sapere se tra tavor e levopraid, che dovrebbe essere anche antiemetico, posso stare tranquillo, o magari conviene che prenda anche un vero antiemetico tipo il domperidone preventivamente?

Premesso che a settembre molto probabilmente comincerò una cura dallo psichiatra con un antidepressivo, mi serve una soluzione veloce e rassicurante ora per fare questo vaccino in tranquillità.


Grazie in anticipo per la risposta
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
Lei comunque ha bisogno di una cura per l'emetofobia. In realtà ora prende un farmaco probabilmente pensato anche perché è anti-nausea e anti-vomito (che c'entra ?).
Questo è uno di quegli eventi che mette in risalto il problema, ma un ansiolitico è l'unico espediente per poter gestire l'ansia di fare il vaccino se si prevede che, senza ansiolitico, non lo faccia.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta Dr Pacini. Sì, senza ansiolitico credo di non farcela, ma comunque con l'ansiolitico vado abbastanza tranquillo riguardo gli attacchi di panico giusto? Già dovrò affrontare gli effetti del vaccino, se ci si mette pure l'ansia diventa difficile.
Il levopraid in qualche modo invece può fare qualcosa nella prevenzione della nausea e del vomito che può portare il vaccino? Perché anche questo mi tranquillizzerebbe.
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
L'uso dell'ansiolitico in un'occasione del genere avrebbe lo stesso ruolo di quando uno lo usa per montare in aereo. Non agisce in realtà sull'attacco, rende in grado di superare la paura. Nel senso che, se uno ha necessità di partire, nell'immediato riesce a salire in aereo dopo aver preso l'ansiolitico. Ciò non toglie che il timore possa rimanere invariato, specie se si verificano comunque attacchi maggiori o minori.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4]
dopo
Utente
Utente
Quindi con l'ansiolitico riesco diciamo ad arrivare al momento dell'inoculazione senza troppa ansia perché lo prendo prima, il mio problema invece riguarda il dopo, con quanta ansia passo quelle 24/48 ore tra l'inoculazione e gli effetti collaterali del vaccino. È questa la cosa che mi spaventa di più e per cui probabilmente dovrò continuare a prendere l'ansiolitico anche in quelle 48 ore dopo l'inoculazione, mi conferma ciò?
Invece del levopraid che assumo mi sa dire se in qualche modo può prevenire la nausea e il vomito?
[#5]
dopo
Utente
Utente
Posso continuare ad assumere il tavor ogni 7/8 ore per le ore successive all'inoculazione? Ci sono problemi se dovessi davvero vomitare?
[#6]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 885 269
Non può ottenere risposte che consistono nell'indicazione ad assumere alcunché sul sito.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#7]
dopo
Utente
Utente
Domani ho il vaccino, oggi pomeriggio ho preso il primo tavor preventivo e stasera ho avuto una leggera febbre, anzi più un'alterazione a 37,2. Mi chiedo se il tavor può esserne la causa o potrebbe essere un primo sintomo di covid. In ogni caso domani prima del vaccino andrò per scrupolo a fare un tampone rapido, sperando che sia negativo e sperando che non sia un falso negativo, che è la cosa che mi preoccupa. Cosa ne pensa dr Pacini il tavor può dare una piccola alterazione della temperatura corporea?
[#8]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 35,3k 846 56
Con l'aumento della temperatura non può fare il vaccino per le successive 48 ore dalla normalizzazione della stessa.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#9]
dopo
Utente
Utente
Alla fine ho fatto il tampone rapido che è risultato negativo, la temperatura è sempre oscillata intorno ai 37 ma al centro vaccinale il vaccino me lo hanno fatto lo stesso. Purtroppo sono appuntamenti che uno prende settimane prima, non potevo aspettare le 48 ore.

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test