Ansia, daparox e alcol

Salve, ho 27 anni e per 7 anni ho assunto 13 gocce al giorno di daparox (confezione 33, 1 mg).
Gli effetti si sono subito notati, e sono stato decisamente meglio per anni.
In tutto questo tempo, però, ho anche bevuto e fumato marijuana, senza riscuotere effetti negativi sulla mia ansia.
In poche parole, non mi è sembrato che l'uso di alcol e marijuana andasse ad intaccare l'effetto positivo del farmaco.
Tuttavia, l'anno scorso ho cominciato a bere e fumare molto di più (causa lockdown e mancanza di un lavoro) e durante il giorno avevo l'ansia alle stelle, che poi passava la sera con un il primo goccetto.
Ad aprile la psichiatra mi ha consigliato di assumere 15 gocce invece di 13 (le ho detto dell'ansia aumentata, e del fatto che bevessi, ma non sono stato onesto sul quanto).
Comunque, ho deciso di non aumentare la dose a 15 gocce fginchè non avrei smesso di bere, e così è stato.
La prima settimana di settembre ho smesso di bere (tranne qualche spritz con gli amici) e ho cominciato ad assumere 15 gocce al dì.
Il livello di ansia generata dall'alcol era subito passato, e sono stato in gran forma.
Tuttavia, un paio di giorni fa -diciamo 29 settembre indicativamente- ho cominciato ad avere forti crisi di ansia e sbalzi di umore (tutto a periodo alterni) che ora dura da tre giorni.

Per tanto mi chiedo: considerando che so che all'inizio della terapia il daparox aumenta ansia e depressione prima di curarle, può essere che nel periodo in cui ho bevuto io abbia annullato l'effetto di daparox e che ora stia "riniziando da capo"?
Quindi magari fra qualche giorno mi riprenderò automaticamente perchè il daparox tornerà a fare effetto?
O può essere che questo picco di ansia sia dovuto all'aumento della dose?
Ciò che mi fa strano è che le prime settimane senza alcol non ho avuto problemi, d ora tutto di un tratto ho l'ansia alle stelle.

Inoltre, mi confermate che 13/15 gocce di daparox sono un dosaggio molto basso come mi aveva detto lo psichiatra?

Vi ringrazio anticipatamente,
Saluti!
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 887 269
Può essere che negli ultimi tempi stesse bevendo di più per compensare un'ansia in aumento, e che togliendo l'alcol questo sia stato più evidente. In tal caso comunque meglio così perché nel tempo l'alcol può peggiorare comunque il controllo dell'ansia. Quindi adesso si ritrova con un'ansia più aggressiva e con una dose di daparox che in effetti è sotto il valore efficace. In passato era stata comunque sufficiente come dose, ma adesso evidentemente no. Questa è un'ipotesi. L'altra sarebbe (vado per ipotesi statisticamente più probabili) il suo disturbo abbia assunto un'altra forma, e anziché essere lineare e a espressione ansiosa, si fa composto da oscillazioni umorali.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore,
La ringrazio per la celera risposta.

Tuttavia, credo che nel mio caso la situazione sia diversa. La forte ansia sembra essere venuta all'improvviso quattro settimane dopo aver smesso di bere ( le prime settimane dopo aver smesso ero tornato come ai tempi pre-alcol). Tra l'altro la sensazione che ho è che sia un'ansia "chimica", cioè come se indotta dal farmaco e non normale alla mia condizione. Lei crede che non possa essere considerata come il risultato dell'effetto collatreale del farmaco quando viene assunto per le prime settimane? (so che lo assumo da anni, ma magari il periodo alcolico ne aveva bloccato i benefici?)
Cordiali Saluti
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 887 269
L'aumento è irrilevante, parliamo di 15 vs 13 gocce. Sì, che inizi a fare effetto ora e non lo facesse prima è pur possibile, o che senta di più l'effetto per l'azione ipersensibilizzante dell'espozione all'alcol precedente.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test