Utente
Buongiorno a tutti i medici... Da quando ho iniziato l'università ho delle crisi di panico e sono spesso ansiosa.. Studio infermieristica e ho la sensazione di aver sbagliato di nuovo tutto della mia vita... Credo che sarà un percorso troppo duro per me, sia dal punto di vista dello studio, sia dal punto di vista pratico.. Quando cerco di immaginarmi mentre sto a contatto con delle persone malate inizia a mancrmi il respiro...
Ho scelto di frequentare questa università perchè non riuscivo a trovare lavoro e questo è rimasto uno degli unici campi dove almeno un lavoro si riesce a trovare...
Ora le mie paure mi impediscono anche di mettermi sui libri xkè quando inizio mi iniziano a salire le lacrime agli occhi e inizio a pensare che sarà un'altro buco nell'acqua...
A volte addirittura, nei momenti di panico totale,vorrei alzarmi dal banco e andarmene via correndo... Non so cosa fare...Secondo voi una ragazza che soffre d'ansia può fare questo mestiere? Vorrei tanto non prendere la decisione sbagliata... Come posso risolvere queste mie crisi di panico?

[#1]  
Dr. Armando De Vincentiis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MARTINA FRANCA (TA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
(..)quando inizio mi iniziano a salire le lacrime agli occhi e inizio a pensare che sarà un'altro buco nell'acqua...(..)

gentile ragazza se si concentra sugli ostacoli creerà solo ostacoli ed il panico ne è una delle espressioni.
Quando si impara a visualizzare ciò che accadrà oltre gli ostacoli le colonne di Ercole che non stessi poniamo cominciano a diventare più basse e sottili.
Se da soli non si riesce un terapeuta può essere un aiuto.

(..)...Secondo voi una ragazza che soffre d'ansia può fare questo mestiere (..)
questa è una domanda sbagliata che andrebbe tramutata in :
come una ragazza ansiosa può fare questo mestiere? dando così implicitamente scontata l'idea che lo farà contribuendo a ridurre i suoi ostacoli psicologici.
saluti
Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazza,

alle indicazioni del Collega, aggiungo:

"Come posso risolvere queste mie crisi di panico?"
Sarebbe molto utile per te prendere contatto con uno psicologo di persona, in maniera tale da capire concretamente come gestire l'ansia e il panico, sapendo che i disturbi d'ansia possono essere trattati in tempi decisamente ragionevoli.

Tieni anche presente che, nel caso di ansie e paure, il tempo è un fattore determinante: più passa il tempo e più le paure e le ansie si cristallizzano e diventa poi sempre più difficile intervenire.

In bocca al lupo,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#3]  
Dr.ssa Ambra Mazzola

20% attività
0% attualità
0% socialità
CREMA (CR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Gentile ragazza,
credo che sia importante ponderare la sua scelta indipendentemente dalle crisi di ansia e di panico, in quanto afferma di aver deciso questo corso di studi per motivi assolutamente validi, come la maggior probabilità di trovare un posto di lavoro, ma che forse non coincidono con le sue attitudini ed i suoi reali interessi.

Non consideri l'ansia come totalmente negativa e nemica, sembrerà assurdo ma quello che le succede è probabilmente un segnale di quanto il suo equilibrio in questo momento sta vacillando, ma fa fatica a rendersene conto e quindi il sintomo ansioso emerge come campanello d'allarme di quello che sta accadendo. Ascoltarsi, capire che non stiamo bene è quindi il punto di partenza per approfondire quanto ci sta succedendo nella nostra vita a prendere in considerazione le scelte importanti, le relazioni che abbiamo vicino e comprendere cosa non ci fa stare bene.

Se fatica a considerare questi aspetti in maniera autonoma, provi a rivolgersi anche ad una struttura pubblica, un consultorio dove potranno aiutarlo con un percorso di consulenza che la aiuti ad affrontare il suo malessere.

Coraggio, non si scoraggi che sbagliare è assolutamente normale e umano e rendersene conto non è ammettere una sconfitta, ma il punto di partenza per un nuovo cammino!
In bocca al lupo!
Dr.ssa Ambra Mazzola
www.psicologocrema-mazzola.it

[#4]  
Dr.ssa Serena Rizzo

16% attività
0% attualità
12% socialità
POMPEI (NA)
BENEVENTO (BN)
SOMMA VESUVIANA (NA)
MONTESARCHIO (BN)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2012
Cara ragazza,
spesso dietro i vissuti ansiosi si cela un grande senso di impotenza, un conflitto interno tra una parte che si trova a vivere delle esperienze, accettandole solo in parte e l'altra che invece vorrebbe andare nella direzione opposta.
Per approfondire queste dinamiche, così da risolvere anche lo stato ansioso,sarebbe opportuno iniziare un percorso di psicoterapia.
Ci pensi,sarebbe la strada più idonea.
La saluto caramente,
Dott.ssa Serena Rizzo,
www.psicoterapiacognitivacampania.it
www.psicologiabenevento.it
Dr.ssa serena rizzo

[#5] dopo  
Utente
Grazie a tutti per le risposte che mi avete fornito... Domenica mattina ho parlato dei miei dubbi a mia madre e mi sorella ed entrambe mi hanno incitata a non fermarmi...Mi hanno detto che devo provare prima di dire che non sono in grado visto che ho una grossa opportunità tra le mani... e che se mi dovessi accorgere che non sono all'altezza o che tutto questo è troppo per me nessuno mi torturerà... Il vero problema per me risiede nel tempo: Sono passati due anni da quando mi sono diplomata e in questo tempo non ho mai lavorato seriamente (andavo in ditta da mio padre e aiutavo senza essere pagata) e ho paura che se dovessi mollare l'università nessuno mi prenderebbe perchè non ho nessuna esperienza... Quando penso a questo mi sento sconfortata... Questo mio padre me lo ripeteva quasi tutti i giorni; ora la cosa si è calmata un po' perchè sto andando all'università... Comunque ho deciso che vado avanti...darò gli esami e arriverò per lo meno al tirocinio osservativo di gennaio... e se non ce la faccio almeno ho avuto il coraggio di provarci! Voi cosa dite? Credo counque che farò delle sedute dalla psicologa perchè credo di averne bisogno...
E' come se da due anni a questa parte non vivessi più nel mio corpo...ho una crisi di identità...non so cosa voglio e non so scegliere.. sono tempestata da mille paure e ora che dovrei darmi da fare sono paralizzata dai dubbi e dalla paura di sbagliare...ho paura di non riuscire mai a trovare la mia strada nella vita, la crisi economica che c'è negli ultimi anni sta condizionando davvero troppo la mia vita... Non so cosa dirmi per aiutarmi quando mi prende il panico...

[#6] dopo  
Utente
La crisi è iniziata dopo che mi sono diplomata, quando ho iniziato a pensare: "Ora cosa faccio della mia vita?" da lì sono iniziate una serie di problemi, scelte sbagliate e problemi di somatizzazione di ansia che evidentemente mi porto ancora dietro... dopo due anni di stasi ora che mi sono rimessa in carreggiata (giusta o sbagliata che sia) mi ritrovo di nuovo a stare male? Si può essere così a vent'anni mi chiedo?!
Ho perso l'entusiasmo di fare qualsiasi cosa...
Adesso non ho nè il tempo nè la possibilità per andare da una psicologa purtroppo...i miei problemi vorrei riuscire a risolverli da sola... Premetto che quando andavo dalla psicologa (per il disturbo di somatizzazione d'ansia) era stata proprio lei a iindirizzarmi su questa strada!!

[#7]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
"E' come se da due anni a questa parte non vivessi più nel mio corpo...ho una crisi di identità...non so cosa voglio e non so scegliere.. sono tempestata da mille paure e ora che dovrei darmi da fare sono paralizzata dai dubbi e dalla paura di sbagliare...ho paura di non riuscire mai a trovare la mia strada nella vita, la crisi economica che c'è negli ultimi anni sta condizionando davvero troppo la mia vita... Non so cosa dirmi per aiutarmi quando mi prende il panico... "


Gentile Utente,

qui spieghi molto bene come si esprime l'ansia per te. In prima battuta sarebbe importante imparare a riconoscerla, anche perchè questo ti permetterà di spaventarti meno. Successivamente sarà fondamentale imparare a gestirla in maniera sempre più efficace.

"...i miei problemi vorrei riuscire a risolverli da sola... "
Come pensi di fare? Hai già un piano?

"Premetto che quando andavo dalla psicologa (per il disturbo di somatizzazione d'ansia) era stata proprio lei a iindirizzarmi su questa strada!! "
Non ho capito: che cosa ti aveva suggerito la psicologa?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#8] dopo  
Utente
Mi scusi se rispondo solo ora ma non mi ero accorta della risposta... Comunque quando andavo dalla psicologa per il disturbo d'ansia era stata lei a suggerirmi di studiare infermieristica perchè secondo lei i miei disturbi traevano origine dal fatto che non stavo facendo niente e che siccome lavoro non se ne trova mi aveva consigliato di tornare sui libri, o perlomeno di provarci!!
Non ero impegnata in niente e mi perdevo in tutti questi brutti pensieri, uno dopo l altro, ogni giorno me ne creavo di nuovi....
Credevo di aver superato questa cosa dato che non ho più avuto episodi di panico, invece ora che frequento l'università sono tornati a farsi sentire i sintomi dell'ansia...
Quello che cercavo di spiegare è che mi stupisce il fatto che proprio la psicologa, la quale conosceva i miei disturbi d'ansia, mi avesse proposto di fare infermieristica...!
In merito al fatto di gestirla non ho nessun piano purtroppo...L'unica cosa che mi fa stare meglio è sfogarmi in palestra dopo le lezioni...