Mancanza di desiderio e cambiamenti d'umore in gravidanza

Gentili Dottori,

Vi scrivo per avere un vostro parere su una situazione alla qualle mi sto trovando.
La mia compagna è incinta alla 10 settimana +4 e da quanto ha saputo di essere incinta si è trasformata.
Mi spiego meglio:La nostra intimità è scomparsa complettamente ( non che prima avevamo dei rapporti intimi tutti i giorni ma mai come ora) .Il suo desiderio nei miei di confronti è pari a 0 per non dire sotto zero...non solo non si hanno dei rapporti intimi ma adirittura il semplice bacio sembra di darle fastidio...le volte che abbiamo parlato su questo argomento mi ha sempre risposto:Ma se io non sento il desiderio cosa mi puoi fare...mica mi puoi obbligare...non lo faccio apposta e nemmeno dico che per i 9 mesi sarà no però per ora non me la sento...quando me la sentirò sarò io la prima a cercarti... ( ovviamente non ho nessuna intenzione di obbligarla di fare le cose che non vuole)...io non sono un medico faccio tutt'altro lavoro ma voi cosa consigliate??
Questa gravidenza non è stata cercata,ci ha accolto di sorpesa ( per carità io faccio dei salti di gioia ) anche perchè ci trova in un periodo di grandi cambiamenti...trasloco e lavori a casa,e con questa grabvidanza ci tocca correre...per non parlare poi per le insicurezze dell'altro figlio ( che la mia compagna ha avuto dal suo precedente matrimonio ) che si manifestano sotto forme di gelosia..
Ultimamente la trovo distaccata ed un po' strana...come se fosse fredda e soprapensiero e con tutta la franchezza non riesco a capire cosa possa avere...ametto che anche il mio carattere non è facile,sono polemico all'inverosimile ed a volte la assillo con le domande cosa ha e cosa non ha, come sta,come vanno le nausee, somma la tratto come se fosse in una campana di vetro.....però ultimamente ho notato dal suo comportamento come se lei cercasse coi i suoi modi autoritari e freddi di prepararmi per qualcosa di difficile che dobbiamo affrontare..qualsiasi cosa io dica la fa irrittare nell'immediato e subito con la battuttina..( a dire la verità,sembra come se lei incolpasse me per questa gravidanza...)...non la vedo serena....e quando glielo chiesto mi ha risposto:Come faccio ad essere serena con le mille cose che dobbiamo fare e con tutti i lavori...avrei preferito godermi la gravidanza diversamente...ecco perchè non era il momento..però adesso il fagiolino c'è e bisogna prendersene atto.Lei continua a ripetermi:Ti devi dare una svegliat,i tempi d'oro sono finiti...te la devi piantare a rognare ed ad essere assillante e logorroico..( questo sopratutto quando ne parliamo dei rapporti intimi,che ametto di esagerare nominandoglielo troppo spesso,e quando la chiedo al suo stato di salute e del comportamento)..quando farai le cose che devi fare e la smetterai di essere cosiì asillante cedrai che anche io sarò diversa......e purtroppo come ho ammesso prima non sono un facile carattere da gestire sopratutto perchè sono polemico e testardo.

ogni vostro consiflio è ben accettato

Saluti
[#1]
Attivo dal 2012 al 2016
Psicologo
Gentile Utente,

penso che sia opportuno chiarire tra voi se siete entrambi felici di condurre a termine questa gravidanza inaspettata oppure no.

In caso affermativo, è bene cercare di venirsi incontro il più possibile e vivere in massima armonia la nuova situazione, evitando il più possibile gli screzi.

Occorrerà molta pazienza da parte di entrambi, e il risultato sarà gratificante.

[#2]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4,2k 96 48
Gentile Utente,
un bimbo che sta per arrivare (ancora di più se "a sorpresa") deve in un certo senso farsi spazio nella mente dei futuri genitori, non solo nella pancia della sua mamma.
Si tratta di una vera e propria rivoluzione, per ciascuno di voi (Lei, la signora, il fratellino) in parte uguale e in parte molto differente.
Se avete deciso comunque di tenerlo, cercate di creare le condizioni migliori per accoglierlo, prima di tutto "mentalmente" appunto.

Tenga inoltre presente che è tutto sommato fisiologico che nel primo trimestre della gravidanza la donna rifugga dai rapporti sessuali, oltre che per i disturbi fisici che può avere o per il timore di nuocere al piccolo, anche per una questione ormonale.
Solitamente le cose cambiano nel corso del secondo trimestre: si è superata la fase più critica e rischiosa, non ci sono di solito disturbi particolari e in alcuni casi addirittura il desiderio sessuale è più prorompente di quanto non lo fosse prima di restare incinta. Spesso, invece, è a questo punto che c'è una flessione di desiderio da parte dell'uomo, magari perché vede la sua donna trasformarsi in mamma.
Trovi il tempo per accompagnarla alle visite ginecologiche di routine e discutete di questo anche con chi la segue dal punto di vista medico: molti ginecologi hanno anche una formazione sessuologica.

Al di là di questi aspetti, però, mi pare che attualmente dovreste occuparvi di più di quelli comunicativi e relazionali, che stanno rischiando di portarvi un po' alla deriva.
Credo potreste trarre grande giovamento da una consulenza di persona per affrontare queste vostre difficoltà.
Potreste rivolgervi gratuitamente al Consultorio Familiare dell'ASL, luogo dedicato proprio a tematiche simili.

Cordialità.


Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
ASTI-3315246947-paola.scalco@gmail.com

[#3]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 683
Gentile Utente,
Le modificazioni mentali, psichiche e di coppia, spesso nella prima fase azzerano l' erotismo per dare spazio alla protezione della specie, ma se la coppia e' ben salda ed empatica, ad equilibri ritrovati, la vita sessuale dovrebbe ripartire, facilitata al bagno ormonale che solitamente faclita la riaccemsione del desiderio , senza paura del concepimento.
La bostra sessualita' pre concepimento, era appagante?
Ludica?

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#4]
Dr.ssa Laura Mirona Psicologo, Psicoterapeuta 627 6 1
Gentile utente,

per quanto riguarda le sue preoccupazioni riguardo la vita sessuale consideri che i primi mesi è normale un calo del desiderio da parte della donna. Ciò è dovuto all'aumento repentino degli ormoni della gravidanza.
Non si preoccupi più di tanto, dal secondo trimestre sarà sicuramente diverso.

Per le sue altre preoccupazioni sarebbe utile un confronto basato su un dialogo aperto e sincero. Un dialogo chiarificatore e non carico di tensione e critiche, come dice lei.

State attraversando un momento pieno di pensieri e di stress, è vero, ma se resterete uniti e condividerete gioie e dolori potreste trasformare tali pensieri in risorse a vostro favore.

Inoltre dovreste preparare il fratellino a ricevere il nuovo arrivato. Se voi non siete sereni e coesi il bambino ne trarrà che sta accadendo un evento negativo e non gioioso.

A volte le parole, semplici e sincere, possono servire più di mille litigate.

Un caro abbraccio

Dr.ssa Laura Mirona

dottoressa@lauramirona.it
www.lauramirona.it

[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimi dottori,

Vi ringrazio per le vostre gentili risposti,

Ne prendo atto di quanto detto.
Per quanto riguarda la nostra vita sessuale nei primi tempi era molto apagante..dopo piano piano abbiamo cominciato ad avere un po' di problemi...siamo arrivati da una media di 2-3 volte di rapporti alla settimana,negli ultimi tempi 1 volta ogni 2-3 settimane...bisogna essere onesti ed ammettere che ero io che spingevo per di piu per avere i rapporti...quando ne litigavamo per tali motivi la risposta era:Sei talmente logorroico che come mi faccio venire la voglia per te???!!!
Adesso pero' che lei è incinta i nostri litigi sono all'ordine del giorno..ammetto che inizio io...lei a volte è tranquilla e fa le sue cose ma a me sembra come se mi evitasse e mi tratasse un po' "male"....l'unica cosa che le ho chiesto è un po' di piu di attenzioni....io la noto come si comporta cono i suoi famigliari,è sempre allegra e solare...con me invece utilizza il bastone...ieri che ha avuto luogo l'ultima litigata x l'ennesima volta x lo stesso identico motivo....che io la sento distaccata...anche il suo modo di scrivermi i msg è cambiato...è freddo e tagliante...lo stesso modo che mi parla...nella sua rabbia lei dice che ha addottato questo modo e finchè io mi comporterò cosi (?) avrò quello che merito...e che devo matturare....che è stuffa di litigare ....che qst situazione cosi non puo andare avanti...
Ora io mi domando:Che caspita dovrei fare?Ignorarla??Fare finta che non è incinta e non tempestarla di domande sulla sua salute??
Credetemi non so piu cosa fare e come comportarmi....è una situazione nuova anche per me...già prima ero costretto a farmi da parte per il bambino,adesso mi dovrò essere fatto ancora di più da parte anche per l'arrivo del nuovo bambino....con parole povere sono l'ultima ruota del carro......avrei preso altri provedimenti ma ci tengo davvero alla mia famiglia e non vorrei essere la causa di rovinare tutto!!

Cordiali Saluti


G.
[#6]
Dr.ssa Sara Ronchi Psicologo 559 8 3
Gentilissimo,

leggendo tutto mi viene da chiedere se un percorso anche breve ma di coppia possa aiutarvi, mi spiego meglio.
Sua moglie non sta attraversando un periodo facile e va comunque sostenuta, magari non nel modo assillante che lei dice di avere.
La gravidanza in se porta sconvolgimenti e cambiamenti, e in più non essendo stata pianificata ha sconvolto evidentemente i pensieri della sua compagna.
Stia sereno e provi a convincerla a intraprendere un percorso di sostegno psicologico per questo delicato momento, in modo che lo possa vivere serenamente .

Cordialmente

Dr. Sara  Ronchi
sara71ronchi@gmail.com -3925207768
www.psicologa-mi.it









Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test