Non riesco a salutare una vecchia fiamma

Buongiorno,
ho 31 anni, sono fidanzata da 8 anni e convolerò a nozze tra pochi mesi. La mia relazione attuale è molto appagante: c'è molta complicità, attrazione, condivisione di interessi e progetti di vita comuni.
Nonostante questo non riesco proprio a far pace col mio passato, mi spiego meglio: 10 anni fa ho avuto una relazione piuttosto tormentata con un ragazzo che aveva 8 anni più di me, io mi ero presa la classica cotta adolescenziale lui non era coinvolto allo stesso modo: spariva e riappariva come e quado voleva se decidevo troncare la relazione faceva di tutto per farmi cambiare idea ma poi tornava tutto come prima, insomma è il classico tipo inaffidabile che non vuole legami a lungo termine. Ho provato più volte a chiedergli spiegazioni, lui mi diceva che era fatto così che ci sono stati momenti in cui stava bene con me e che provava una forte attrazione fisica, ma non era coinvolto. Penso che sia superfluo dire che questa situazione mi ha fatto molto soffrire ma l'accettavo perché mi piaceva molto e pensavo che prima o poi qualcosa cambiasse. In realtà non è cambiato mai niente. Un giorno l'ho chiamato in lacrime dicendo che non ce la facevo più, lui mi ha detto che gli dispiaceva e che non voleva. Da quel giorno non ci siamo più sentiti. Tutt'ora le rarissime volte che lo vedo non riesco a salutarlo ne a parlargli anche se lui mi guarda e vorrebbe avere un dialogo con me. Nonostante siano passati molti anni non riesco a perdonarlo e a lasciarmi alle spalle questa storia, quando lo vedo sono turbata ho un nodo alla gola e inizia a battermi il cuore forte. Ho paura di risultare infantile ma proprio non ci riesco a salutarlo, mi sembra di non rispettare la mia natura se lo facessi Se riuscissi a perdonarlo sarei più serena ma ad oggi non ci riesco proprio. Cosa posso fare? Vi ringrazio anticipatamente per le risposte
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Gentile Utente,

è molto probabile che lei non abbia ancora superato la delusione per la fine di una storia che l'ha coinvolta molto e nella quale ha investito le sue energie senza risparmiarsi, nella speranza di un cambiamento che non è mai arrivato.

La modalità stessa con la quale vi siete detti addio, o meglio, con la quale non vi siete detti addio, testimonia la mancanza di un distacco netto e chiaro, e questo ha forse contribuito a rendere la situazione non ancora del tutto conclusa.

Il fatto che lei si trovi bene e sia soddisfatta del suo attuale rapporto non significa che avere una relazione appagante costituisca sempre una strada utile a cancellare quello che c'è stato prima: è possibile che questioni irrisolte del passato rimangano tali negli anni, anche se nel frattempo si è andati avanti con la propria vita e non si desidererebbe tornare indietro.

Cosa la turba in particolare del fatto che non riesce a salutare il suo ex come nulla fosse?
E' preoccupata di poter essere ancora innamorata di lui e che quindi sposarsi sia un errore?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Ragazza,
se è così appagata e felice con il suo attuale ragazzo, futuro marito, perché pensa ancora al passato?

Sembra un passato ancora troppo presente, sul piano emotivo, per essere riposto in un cassetto.

Cosa le manca di quella relazione?

Quali emozioni non ha più provato con questo ragazzo?

Solitamente le emozioni\sensazioni, non adeguatamente elaborate, tendono a riproporsi nel tempo, creando scompiglio ed irrequietezza.

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Non riesco e non me la sento di salutarlo. Penso che sia una questione di orgoglio, di rabbia perché mi ha fatto soffrire perché ha vissuto la storia con leggerezza senza scrupoli pur sapendo che ero coinvolta e che soffrivo per i suoi comportamenti. Sono arrabbiata con me perché gli ho permesso troppo, dovevo essere più ferma nelle mie decisioni e troncare la storia prima di ritrovarmi in questa situazione.
Io non penso che sia stato amore, l'amore oltre che con le emozioni ha a che fare con il rispetto, la stima, con l'affetto. Con lui non c'era niente di tutto questo, solo molta attrazione legata all'irrazionalità, infatti siamo molto diversi e sicuramente incompatibili caratterialmente. Ci tengo a sottolineare che il periodo in cui mi frequentavo con lui è stato si pieno di emozioni ma anche pieno di irrequietezza e rabbia per i suoi comportamenti. Solo oggi con l'attuale ragazzo sperimento una serenità e una pace interiore che nessuno fino ad ora è stato in grado di darmi, sono felice di sposare il mio attuale ragazzo peso che con lui la mia vita sia migliore
[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
L'unica cosa che non mi è chiara, è che sono trascorsi ben dieci anni e lei adesso ha una vita soddisfacente, solitamente le emozioni nel tempo, si sbiadiscono, anche la rabbia e l'orgoglio
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott.ssa Randone
io sono felice col mio ragazzo e non penso spesso alla relazione passata, solo quando lo vedo sono in difficoltà e non riesco a salutarlo perché provo ancora rabbia nei suoi confronti, penso che non mi abbia rispettato se lui non era coinvolto quanto me doveva troncare la storia invece nonostante io cercassi di lasciarlo perché non ero soddisfatta della piega che aveva preso la relazione lui continua a cercarmi e a farmi cambiare idea. Mettiamo anche il fatto che io avevo 21 anni e lui 29 quindi sicuramente era più navigato di me. Le 2 relazioni sono completamente diverse, col mio ragazzo ci sto da 8 anni abbiamo superato la fase del batticuore e dell'innamoramento ora è tutto più cristallizzato ma altrettanto bello, anzi ancora di più oltre alla passione c'è anche complicità, ci conosciamo profondamente. Con il vecchio ragazzo (se così lo vogliamo definire) la relazione è durata poco circa un anno tra alti e bassi ed era per lo più basata sul sesso ( perché lui non voleva di più). Se mi chiede se mi attrae le rispondo di si ma l'attrazione ce l'ho anche col mio ragazzo, la differenza è che con quest'ultimo c'è molto altro
[#6]
dopo
Utente
Utente
Io sono molto orgogliosa di mio, pensi che dopo aver litigato con una mia amichetta delle elementari sono riuscita a riparlarle solo ai tempi dell'università. I mie tempi per le riconciliazioni sono biblici e non penso che tutti meritino il perdono per quello che ti hanno fatto. Purtroppo sono rancorosa e ostinata di natura, alcuni torti io non riesco a dimenticarli
[#7]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
E' quindi arrabbiata o ha il dubbio di provare ancora qualcosa per lui?


[#8]
dopo
Utente
Utente
Sono arrabbiata per come si è comportato con me quando lo vedo provo fastidio e disapprovazione per come si è comportato e per quello che ha fatto...Diciamo che mi attira a livello fisico, ho ancora ricordi ed emozioni ma non lo stimo più e non ho più fiducia in lui, non ci penso minimamente di tornare con un tipo così
[#9]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Non mi è chiaro per quale motivo il fatto di non riuscire a salutarlo le rare volte che lo incontra la mette in crisi, visto che non è una persona che vede spesso e che non sta mettendo nemmeno in dubbio la decisione di sposarsi per eventuali sentimenti residui nei suoi confronti.

Posto che il perdono è il punto di arrivo di un processo di elaborazione personale, e che quindi da qui non possiamo consigliarle mosse risolutive, tutto sommato non è indispensabile che lo perdoni: per quale motivo vorrebbe farlo?
[#10]
dopo
Utente
Utente
Vorrei riuscire a perdonarlo per far svanire il rancore che mi porto dietro e col quale convivere non è semplice ( è come se non salutandolo volessi punirlo)... Vorrei che mi chiedesse scusa e che ammettesse le sue colpe (forse a quel punto riuscirei anche a fare un passo verso di lui) ma non lo ha fatto prima e non lo farà adesso, è molto chiuso orgoglioso e ha poca dimestichezza nell'esternare le emozioni. Quello che provo per lui è molto irrazionale come le dicevo prima da una parte c'è rabbia e dall'altra devo ammettere che ho attrazione nei suoi confronti (mi attraeva prima e mi attrae adesso) ma non siamo assolutamente compatibili inoltre è uno spirito libero e io non tollero molti dei sui comportamenti, insomma so che con lui farei una vita di inferno (come quella che mi ha fatto fare in passato). Si mi ero presa una bella "cotta" e forse ho ancora il ricordo di quelle emozioni ma con il mio attuale ragazzo vivo un amore più sano più partitario basato sul rispetto e sulla stima e anche sull'attrazione insomma un rapporto adulto e costruttivo. Sarebbe irrazionale mandare a monte una relazione appagante di 8 anni (con i pro e i contro di una relazione lunga) per dei "sentimenti residui" che forse sono solo nella mia testa e che probabilmente svanirebbero se stessimo insieme, molto spesso si idealizza il passato e le relazioni imperfette per poi pentirsi di quello che si è lasciato...
La ringrazio Dott.ssa Massaro mi è di grande aiuto
[#11]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Visto che lo incontra di rado, tutto sommato, se il problema si limitasse al momento dei vostri occasionali incontri potrebbe anche non perdonarlo e non salutarlo.

Mi sembra però di capire che lei ci pensa anche quando non lo incontra:

"Vorrei riuscire a perdonarlo per far svanire il rancore che mi porto dietro e col quale convivere non è semplice".

Se le cose stanno così, e la rabbia che prova per lui (ma anche il parziale rimpianto) emerge indipendentemente dal fatto che lo vedi vederlo, le consiglio di farsi aiutare da uno psicologo portare a termine l'elaborazione di quello che è successo fra di voi.

Il rischio infatti è che lei rimanga legata al passato e sprechi le sue energie nel rimuginare su quello che è successo con lui e su quanto le fa rabbia, invece di investirle completamente nella costruzione di un futuro con l'uomo che sta per sposare.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio