Sintomi depressivi, ma sporadici

Gentilissimi Dottori,
vorrei sapere se sia normale presentare saltuariamente tutti i sintomi della depressione senza essere depressi. Mi spiego meglio.
So bene che la tristezza e la depressione sono due cose ben diverse, e poiché la frequenza delle mie "crisi" è davvero bassa e non compromette nel complesso la mia giornata in teoria non dovrei preoccuparmi troppo. Probabilmente sono una persona ipersensibile, sono molto influenzata dal giudizio altrui, sono anche sicuramente più svogliata della media - faccio quasi tutto quello che devo fare, in realtà, ma devo proprio sforzarmi - e soprattutto sono molto pessimista, per quanto riguarda sia me stessa sia il mondo, e ne consegue un'autostima altalenante con picchi negativi notevoli; potrebbe trattarsi comunque di semplici difetti caratteriali. Da qualche tempo a questa parte, tuttavia, quando il mio umore crolla lo fa in maniera piuttosto violenta, anche per cause veramente futili, e quando si presentano provo una sofferenza molto diversa da quella cui ero abituata - non riesco più a fare niente, mi sento in trappola, indifferente alla vita, penso di me stessa le peggiori cose possibili e ogni tanto mi viene voglia di scomparire o di ammazzarmi. Voglio dire, non sono mai stata "triste" così. Mi chiedo se sia normale, per quanto si tratti di episodi brevi e non invalidanti - anzi, in altri momenti sono allegra, canto, faccio progetti... se avessi un problema vero non dovrei averne la forza, giusto?
Questo mio cambiamento "in peggio" è cominciato, probabilmente, in seguito a un esaurimento che ho avuto qualche anno fa, ma è da pochi mesi che mi preoccupa o che comincia a essere visibile all'esterno. Se può esservi utile, ho notato che le "crisi" si manifestano soprattutto in determinate fasi del ciclo (tendenzialmente subito prima e subito dopo le mestruazioni), o quando ho la pressione bassa; inoltre si verificano non solo in seguito a episodi stressanti, critiche o litigi, ma anche in momenti che dovrebbero essere divertenti, in particolare nelle feste molto "agitate", anche se per queste ultime ho sempre provato disagio da che io mi ricordi (in tali occasioni mi è anche successo, seppur non più di tre o quattro volte in tutta la vita, di bere per tentare di gestire la tristezza, ottenendo però il risultato opposto a quello desiderato). Infine, ho familiarità per attacchi di panico e per uso di stupefacenti (questo cessato relativamente in fretta).
In sostanza vorrei sapere se stia correndo un rischio concreto di sviluppare un disturbo dell'umore, e nel caso che cosa io debba fare, o se si tratti solo di una serie di difetti concomitanti.
Vi ringrazio molto.
[#1]
Dr.ssa Sara Siniscalchi Psicologo, Psicoterapeuta 41 2
Gentile Utente,

una consulenza on line non è sufficiente per poter capire la profondità del suo disagio tuttavia mi sembra di costatare dalle sue parole ("non sono mai stata triste così", "quando il mio umore crolla lo fa in maniera piuttosto violenta") che sia piuttosto consistente tant'è che afferma che a volte le viene voglia di ammazzarsi.

Lei afferma "la frequenza delle mie crisi è davvero bassa" ma il fatto che in alcuni periodi si senta meglio e le sembra che il suo tono dell'umore sia più elevato non esclude la presenza di un Disturbo dell'Umore.

Il mio consiglio è di non sottovalutare il suo malessere, evitare il "fai da te" nelle diagnosi e recarsi da uno psicologo per capire la natura del problema e trovare il modo migliore di affrontarlo.

Lei afferma di aver avuto un esaurimento qualche anno fa. Cosa intende esattamente? In quell'occasione ha pensato di contattare uno psicologo?

Cordiali saluti

Dr.ssa Sara Siniscalchi
Psicologa e Psicoterapeuta
http://www.gioiosamente.it

[#2]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,7k 146 11
Con la Collega le consiglio di provare a farsi aiutare.. perchè alle spalle di tutto questo .. essere triste.. come dice lei elegantemente ci saranno tutti i motivi di cui parla, ma forse c'è anche una autostima altalenante, che parte da lontano e si.. scoraggia.. che infanzia, che famiglia ha avuto..?Cosa fa nella vita.. ? Si fermi un attimo , a pensarsi,forse è anche esigente con sè stessa.. Qualche giorno no capita a tutti..!

MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#3]
dopo
Attivo dal 2013 al 2014
Ex utente
Vi ringrazio davvero molto per le risposte.
Con esaurimento intendevo un periodo in cui mi sentivo a tutti gli effetti "esaurita" - mi ero imposta dei ritmi di vita eccessivamente stressanti, e nonostante la fatica non avevo il coraggio di rallentare in quanto ogni minimo errore avrebbe compromesso, secondo me, ogni obiettivo che mi ero prefissata; poi non ce l'ho più fatta e ho passato un po' di giorni in preda a crisi di pianto e sensi di colpa, e sono stata sul punto di abbandonare gli studi. Per fortuna le persone attorno a me si sono accorte di tutto, così mi sono resa conto di avere un problema, ho chiesto aiuto e ne sono uscita relativamente in fretta.
Quanto alla mia vita in generale, be', non mi posso lamentare, anzi. La mia infanzia è stata meravigliosa, la mia famiglia mi adora, ho una vita normale. È anche per questo che vi ho scritto, perché fondamentalmente non c'è nessun motivo grave per cui io possa giustificare queste emozioni così forti - e infatti quando mi calmo me ne vergogno abbastanza.
Senz'altro seguirò il vostro consiglio di riflettere attentamente su me stessa e di rivolgermi a qualcuno. Ancora grazie.
[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Ragazza,
etichetta diagnostica a parte, lei palesa un disagio ed un malessere, che andrebbe comunque ascoltato.

Che sia tristezza, depressione, qualche sintomo depressivo, una forma di esaurimento.....il suo fisico le sta chiaramente dicendo che qualcosa non va più bene e che andrebbe ascoltato.

Uno psicologo, potrà aiutarla a ripristinare quell'indispensabile dialogo, tra psiche e e soma, che lei sembra avere smarrito

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#5]
dopo
Attivo dal 2013 al 2014
Ex utente
Ancora grazie per il Vostro aiuto.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio