Affettività borderline

Buongiorno,
mi hanno diagnosticato 4 anni fa una personalità borderline e sto seguendo un persorso di terapia da allora con risultati che io non credevo nemmeno potessi avere, fatto sta che da ora in poi dovrò rinunciare per problemi economici e appoggiandomi al servizio sanitario in convenzione sono stato scartato perchè non ho una patologia vera e propria quindi non possono offrirmi questo servizio. Finchè non potrò di nuovo permettermi uno psicologo privato dovrò sfruttare tutto il lavoro che abbiamo fatto fino a oggi. Il mio problema più grande sono le relazioni affettive di coppia, fatico a fidarmi di chi dice di volermi bene, metto sempre i dubbio i suoi senitmenti, ho attacchi di gelosia, di paranoia in cui mi è difficile controllarmi per quanto mi rendo conto che la rabbia e la solitudine che provo in certi momenti è qualcosa di profondo, ma ugualmente non ce la faccio. Neanche da nominare la paura dell'abbandono, la paura di rimanere da solo come da non farcela senza l'altra persona. Ecco io ormai è qualche anno che ho iniziato a lavorare su questi miei comportamenti ma in questo faccio ancora moltissima fatica, e non vorrei anche questa volta spingere all'esasperazione la mia ragazza e alla distruzione (ennesima) della relazione. Sono abbastanza stanco di sentire tutte queste emozioni così forti che fatico a controllare, vorrei avere un pò di pace e equilibrio... quindi la mia domanda è se potete consigliarmi qualche libro, film insomma qualsiasi cosa che possa aiutarmi a capire ancora meglio rispetto a quanto non abbia fatto fino ad ora. So le cause che mi hanno portato a sentirmi così, abbiamo già scavato fino in fondo ma questo evidentemente non basta ancora, devo continuare a martellare su questo argomento per riuscirmi a sentire il più libero possibile dalla dipendenza di una fidanzata.
Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7.2k 220 128
gentile utente probabilmente è il momento un approccio più orientato al problem solving, che ha lo scopo di correggere quegli atteggiamento ancora disfunzionali che non permettono la soluzione dei problemi.
le consiglio questo testo
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2831-i-segreti-della-mente-non-ansiosa.html
ma nessun libro può sostituire una psicoterapia dal vivo.
saluti

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
Attivo dal 2013 al 2013
Ex utente
Bè certo preferirei continuare la terapia che leggere un libro ma per il momento faccio quel che posso.
grazie
[#3]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4.6k 51
Gentile Utente,

visto che sono passati 4 anni dalla valutazione iniziale, sarebbe il caso di fare una nuova valutazione, questo per comprendere se i suoi tratti di personalità possono essere ancora inquadrati all'interno del disturbo borderline di personalità.

Al servizio pubblico hanno fatto una diagnosi?
Di che tipo?
Che significa "scartato", che non ha più un disturbo borderline?




Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17.4k 317 528
Gentile Utente,
Mi associo ai colleghi nella risposta.
La ausl non segue in funzione della patologia, mano grave, più grave.....
Forse doveva mettersi in lista d' attesa.

Le dinamiche della relazione di coppia, devono essere analizzate tenendo presente la sua condizione clinica, mai estrapolate dalla sua psiche e personalità

Anche io le suggerisco una nuova valutazione

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#5]
Attivo dal 2013 al 2013
Ex utente
Gentili,
vi dirò che a me è sembrata un pò strana la visita prichiatrica in ospedale in quanto già da subito il medico mi ha detto che la psicoterapia non serve a niente e non porta benefici, quindi vista anche la mia esperienza personale ero già in disaccordo pieno.
Non mi ha fatto nessuna diagnosi, si è limitato a dirmi che i disturbi della personalità non meritano trattamento di psicoterpaia e quindi se volevo farla dovevo andare da uno privato come ho fatto fino ad ora. Scartato perchè possono offrire psicoterapia in casi tipo depressione, bipolarismo ecc ecc.. Io non sono un medico ma mi sembra una stronzata e il livello di incopetenza molto alto, poi con il passare dei minuti ho capito il gioco, mi ha proposto una sorta di arte terapia dove lui era uno dei docenti, proposta da me bocciata, non ho voglia di fare disegni o suonare uno strumento anche perchè lo faccio già di mio e va bene così, io ho bisogno di parlare di discutere dei miei pensieri in determinate situazioni... Non mi ha proposto nessuna lista d'attesa solo questa cosa. Sono rimasto abbastanza deluso perchè una mia amica di Perugia non ha nessuna psicosi eppure fa terapia alla asl.. Non so che pensare sinceramente, sono stato abbastanza sfortunato a trovare uno così
[#6]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4.6k 51
Gentile Utente,

la situazione che lei descrive è paradossale.

>>medico mi ha detto che la psicoterapia non serve a niente e non porta benefici..<<
questo è il modo in cui potrebbe rispondere un'incompetente.

Le suggerisco di andare presso un Centro di Salute Mentale (non in ospedale) e chiedere un colloquio con un Collega psicologo per una valutazione, non possono negare di acconsentire a questa sua richiesta.



Disturbi di personalità

I disturbi di personalità si verificano in caso di alterazioni di pensiero e di comportamento nei tratti della persona: classificazione e caratteristiche dei vari disturbi.

Leggi tutto