Si può guarire dall'ansia?

Salve,

è da circa un anno che frequento uno psicologo per problemi d'ansia e episodi singoli (2 in tutta la vita) di attacchi di panico. Lui mi dà delle linee guida, diciamo che mi indica la via, tuttavia spesso mi rimarca che potremo parlare, mi potrà dare degli spunti ma che l'unico che potrà uscire dall'ansia sarò io e che non è nemmeno detto.
Capisco che il passo lo debba fare io, tuttavia mi chiedo se non esistano metodi più "deterministici" per la cura di questo fastidioso stato d'essere. Potrei non giungere mai a una soluzione?

Durante le nostre sedute cerchiamo di capire il perchè dei miei disagi di vita quotidiana, perchè dei miei malesseri e perchè di determinati sogni.

Non esiste un metodo non farmacologico per uscire dall'ansia?

Grazie
[#1]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4k 92 43
Gentile Utente,
ci aveva scritto alcuni mesi fa esprimendo le medesime perplessità: ne ha poi parlato con il suo curante?

Cordialmente,

Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
ASTI-3315246947-paola.scalco@gmail.com

[#2]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

>>Non esiste un metodo non farmacologico per uscire dall'ansia?<<
esiste e si chiama psicoterapia.

Il Collega è specializzato in psicoterapia?
Che tipo di trattamento state facendo?
L'ansia è un'emozione e non è detto che sia necessariamente legata ad un disturbo. Se lei non ha un disturbo d'ansia vero e proprio, si tratta di fare un trattamento per cercare semplicemente di gestirla, comprendendone l'origine.






Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Ha ragione, tuttavia continua, come dicevo, a dire quel che vi dicevo, ovvero che ne devo uscire io in ultima istanza.

Mi consigliate di cambiare?
[#4]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

>>ovvero che ne devo uscire io in ultima istanza.<<
se le cose stanno così a cosa serve il trattamento psicologico?






[#5]
dopo
Utente
Utente
No, è uno psicologo.
Purtroppo non so dirle che trattamento stiamo facendo, non essendo del campo. Posso solo dirle che facciamo dei colloqui nei quali inquadriamo le emozioni, cerchiamo di capirne le cause (reali o interiori) e basta. Mi è spesso capitato che alla mia domanda "ok, abbiamo capito. E adesso?" mi sia sentito rispondere che sono io a dover trovare la strada.
Sono una persona molto razionale. Devo dire però che quest'esperienza mi sta facendo perder stima nella psicoanalisi in genere. E' troppo "comodo", me lo consenta, "scaricare" la responsabilità della riuscita sulle capacità del paziente.
Resta il fatto che qualche spunto (purtroppo solo questo) me lo ha dato e, testardo come sono, continuo ad andarci sperando di trovare la via...
[#6]
dopo
Utente
Utente
Eh infatti.
Come si procede in genere in caso di ansia? So che è una domanda generica ma vorrei capire.

Grazie
[#7]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

se lo psicologo non è specializzato in psicoterapia può fare solo consulenze psicologiche e supporto psicologico, ma non può "curare" alcun disturbo.

Dovrebbe verificare se il Collega è anche specializzato in psicoterapia su questo link:
https://areariservata.psy.it/cgi-bin/areariservata/albo_nazionale.cgi

>>Purtroppo non so dirle che trattamento stiamo facendo, non essendo del campo<<
questo è compito del Collega, far firmare il consenso informato e spiegare al cliente/paziente il tipo di trattamento che si sta implementando (consulenza o psicoterapia).

Dovrebbe comprendere che nessun professionista ha la bacchetta magica e nessuno può dirle cosa deve fare e come muoversi nella sua vita. La scelta di agire o non agire spetta a lei e nessuno può decidere al posto suo.

Cerchi prima di verificare quanto sopra le ho scritto.





[#8]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6,3k 119 7
Gentile Utente,
dall'ansia patologica si può uscire con i trattamenti adeguati, come ad esempio psicoterapie attive e focalizzate, previa valutazione specialistica.

Se il suo curante non è anche psicoterapeuta, lei non sta facendo psicoterapia, ma un altro tipo di percorso.

Legga qui

https://www.medicitalia.it/salute/psicologia/27-ansia.html
https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/233-la-psicoterapia-che-cos-e-e-come-funziona.html
https://www.medicitalia.it/minforma/psicoterapia/533-mini-guida-per-la-scelta-dell-orientamento-psicoterapeutico.html

Restiamo in ascolto

Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#9]
dopo
Utente
Utente
Grazie a tutti e due.
Per rispondere al dr. Del Signore, pur apprezzando il suo contributo, non posso far altro che commentare che un "colloquio" con una persona che "non ha la bacchetta magica" e che non può indirizzarmi verso la via della guarigione non dovrebbe costare 70/90€ a seduta. Scusi la franchezza, ma se voglio un colloquio o un supporto a quel punto mi basta un buon amico o una persona cara.

Grazie per i link, dr.ssa Rinella.
[#10]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

>>non può indirizzarmi verso la via della guarigione non dovrebbe costare 70/90€ a seduta.<<
ribadisco, uno psicologo non può curare il suo disturbo se non è psicoterapeuta. Il costo delle sedute è adeguato anche per un supporto psicologico o di consulenza.

>>Scusi la franchezza, ma se voglio un colloquio o un supporto a quel punto mi basta un buon amico o una persona cara.<<
anche qui si sbaglia, perché la consulenza psicologica e il supporto psicologico sono due strumenti propri dello psicologo e nulla hanno a che vedere con il "parlare con un amico" o con un rapporto amicale. Se lei ha avuto o sta avendo questa sensazione dovrebbe parlarne con il Collega che la sta seguendo ed eventualmente ridimensionare le sue aspettative sul trattamento stesso.






Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio