x

x

Amare mi è cosi maledettamente difficile,

Dottore buongiorno sono un ragazzo di 23 anni molto ansioso in cura con psicoterapia da quasi 4 mesi, il punto principale che scatena la mia ansia sono insicurezza poca fiducia in me stesso e negli altri con paure di assumere responsabilità ma soprattutto la maledetta paura di crescere, sono fidanzato da 7 mesi e col fidanzamento si e accresciuta la mia ansia in maniera esponenziale sono uscito da una storiella con una ragazza piu grande di me di 8 anni di cui mi ero innamorato mentre x lei e stato una passeggiata di 2 mesi questo a distrutto tutte le mie sicurezze ha distrutto tutto in me, mi ha portato sofferenza a piangere mi ha reso impotente alla vita solo a scrivere questo mi fa arrabbiare, per sfuggire da questa sofferenza che a scatenato in me ansia attacchi di panico ecc, io ho fatto un patto kn me stesso kiudere con l amore, dopo 2 mesi ho conosciuto la mia attuale ragazza mi piace sto bene con lei ma l amore non va, da sette mesi parte la scintilla i sintomi dell amore mi sento meraviglioso dura qualche settimana e poi si spegne tutto, entro in crisi la amo o non la amo mi tormento e tartasso di pensieri che mi ossessionano e da 7 mesi che io sento di amarla quando le sto vicino poi basta che non la vedo per 2 giorni e i dubbi mo ammazzano e si spegne tutto, sono 7 mesi che mi innamoro e poi si spegne tutto, io non so come risolvere il problema e se si tratta di forma d ansia se e paura se e ansia se sono io, non so pii dove aggrapparmi e soffro io e lei, non sono semplici dubbi e un peso un dolore che mi porto dentro che mi angoscia mi ammazza e non mi fa innamorare di una meravigliosa ragazza di cui io desidero tanto, mi date qualche consiglio??
[#1]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4.6k 51
Visto che lei è già in terapia dovrebbe cercare di affrontare queste sue difficoltà all'interno del percorso che sta facendo. Non possiamo dare consigli, soprattutto su un tema come questo che implica una serie di "passaggi" di crescita personale.

Ne ha parlato con il Collega?







Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Capito, ma il mio dubbio tutto questo puo essere collegato anche con le difficoltà nelle relazioni???
[#3]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4.6k 51
Le relazioni affettive, sessuali, amicali e i dubbi correlati sono collegati tra loro (così come ansia, stress ecc.). La mente non funziona a compartimenti stagni, così come non esiste un corpo senza una mente e viceversa.







[#4]
dopo
Utente
Utente
Nel senso che l ansia e collegata sui pensieri ed essendo ansioso mi soffocano i pensieri suple repazioni ecc.....c e nel senso che il mio modo di pensare diventa ansioso e ossessivo.....
[#5]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4.6k 51
Nei soggetti ansioso-ossessivi il pensiero domina e controlla eccessivamente la sfera affettiva, di conseguenza le relazione con l'altro ne risentono per spontaneità, coinvolgimento, condivisione ecc.








[#6]
dopo
Utente
Utente
Ed e quello che mi accade, nei periodi x me sereni sto bene con me stesso e con lei e tutto funziona a dovere, nei periodi di stress e ansia ogni singolo dubbio e un panico totale con una forte angoscia e paura addirittura arrivo a giudicarmi da solo, e proprio questo che accade a me e mette a disagio me e lei perche con l angoscia i miei comportamenti con lei ne risentono molto, e si finisce a litigi xo non manca ne la voglia di lei e ne l attività sessuale l unico mio problema che alimenta l ansia sono i pensieri che ogni pensiero sfocia in un altro fino a farmi perdere il controllo.......e questo che mi accade
[#7]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4.6k 51
>>l unico mio problema che alimenta l ansia sono i pensieri che ogni pensiero sfocia in un altro fino a farmi perdere il controllo..<<
il disagio di base è sempre lo stesso, la gestione dell'ansia e la difficoltà nel comprendere le motivazioni che stanno alla base di questa concatenazione di pensieri.

Queste difficoltà andrebbero affrontate in terapia.







[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore
[#9]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4.6k 51
Grazie a lei.






[#10]
dopo
Utente
Utente
Dottore la mia difficoltà ad amare e data da un punto, cioè io la amo ma ho una barriera protettiva, lei e stata con diversi uomini e questo gia mi fa male lo so non c e nulla di male ma per me diviene un problema non so neanche il motivo, lo giudicata ma altrettanto mi innamoravo forse e proprio questa sofferenza in me che blocca il processo di amare, come posso spezzare tutto questo e non pensare e rilassarmi al rapporto??
[#11]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4.6k 51
>>..per me diviene un problema non so neanche il motivo..<<
il motivo potrebbe essere legato a delle insicurezze di base o ad un scarsa stima di se. Per riuscire ad "amare" pienamente bisogna anche accettare l'altro, per come è fatto e per le esperienze che ha avuto.

Come mai questa cosa la fa stare male?
Perché pensa di aver avuto meno esperienze della sua ragazza?








[#12]
dopo
Utente
Utente
No anzi ne ho avute di piu, forse perche giudico gli altri ed e capitato a me non so di preciso e che sono fatto cosi anzi abituato a pensare come i vecchi tempi.....e come se la considero una cpsa da non fare.
[#13]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4.6k 51
>>..abituato a pensare come i vecchi tempi.....e come se la considero una cosa da non fare..<<
allora si tratta di lavorare su stereotipi di genere.






[#14]
dopo
Utente
Utente
E complicato??? C e cose si può lavorare??? Bispgna cambiare le modalità di pensiero?? E impossibile
[#15]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4.6k 51
Ne parli con il Collega che la sta seguendo, le saprà dare le giuste indicazioni.






[#16]
dopo
Utente
Utente
Si dottore, può essere anche perche a me piace tantissiml sta persona ma questo pensiero mi ha sempre ostacolato fino a quando poi l amore mi ha travolto, ma questo pensiero mi tormenta ancora forse sotto altri tipi di pensieri ma credo che la causa sia questa, anche perche con la psicoterapia proprio con l ultima seduta il giorno dopo, io rimugino sempre e ho buttato con un attacco di ira molta mia sofferenza, e non mi pesa piiu il fatto se la amo o no ma questo fatto cioè i miei ragionamenti mi ha portato al capo del nodo, sento che il problema e questo io non riesco a rillassarmi in questo rapporto perche e come se contrasto il mio pensiero, e quindi appena si accende la scintilla dell amore viene soppressa, ci tengo talmente tanto a sta persona che non mi va di perderla lasciando tutto e risolvere cosi i problemi, io sto andando contro me stesso per stare con lei e questo mi fa male e mi stressa, io ho anche il coraggio di cambiarmi totalmente la testa anche se e maledettamente difficile, io devo risolvere tutti i miei problemi, ringrazio lei e la sua disponibilita come tutto lo staff. Ecco il mio conflitto interiore che mi provoca pensieri negativi per fuggire da questa sofferenza

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto