Tradimento, con una donna

Salve, vi scrivo perchè sono un pò turbata.
Sono fidanzata da 7 anni con un ragazzo a dir poco perfetto. Mi ama, mi rispetta, con la testa sopra le spalle, insomma il classico ragazzo che ogni genitore sognerebbe per la propria figlia. Forse è proprio la sua compostezza che mi ha spinto a cercare emozioni forti altrove.
Sono sempre stata etero ma qualche mese fa ho conosciuto una ragazza dichiaratamente lesbica che mi ha da subito attratta profondamente, sia fisicamente che caratterialmente. Sono sempre stata di mentalità aperta e il fatto che sia una donna non mi sconvolge troppo anche se non mi era mai successo prima, ed ho 26 anni.
Di una cosa però sono certa: non mi piacciono le donne, mi piace solo lei.
Purtroppo la situazione è parecchio complicata essendo entrambe fidanzate ma non passa un giorno in cui io non pensi a lei.
La vita sessuale con il mio ragazzo non va proprio meravigliosamente, non è passionale, non è attento e spesso non va ad entrambi... ma per lui questo non è un problema. Ne faccio solo io un dramma.
Con lei invece è tutto diverso, non avevo mai provato niente di simile, passione, tenerezza, attenzione. Mi vengono i brividi al solo pensiero.
In realtà non so precisamente cosa ho da chiedervi, forse è solo uno sfogo.
Non so cosa fare. L'ho confessato al mio ragazzo e lui mi ha perdonata. Credo non abbia capito la gravità della situazione e penso che non si senta minimamente minacciato da una donna. Se al posto suo ci fosse stato un uomo la sua reazione sarebbe stata diversa, ne sono certa.
Non voglio perderlo, fa parte della mia vita e insieme stiamo davvero bene... solo che penso a lei.
Ho bisogno di fare chiarezza e non so davvero da dove iniziare.
Grazie per la vostra attenzione.
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Cara Utente,

probabilmente il punto fondamentale è questo:

"La vita sessuale con il mio ragazzo non va proprio meravigliosamente, non è passionale, non è attento e spesso non va ad entrambi... ma per lui questo non è un problema. Ne faccio solo io un dramma".

Se ad un'età così giovane la vita di coppia è già inesistente, e il vostro rapporto sembra più un'amicizia che una relazione amorosa, è importante che ve ne occupiate e che lei per prima non ritenga di fare "drammi" se porta semplicemente all'attenzione del suo fidanzato quello che non è un problema secondario, cioè l'assenza di una vita intima.

Penso che il tradimento con la sua amica sia puramente incidentale e frutto dell'assenza di attenzioni da parte del suo fidanzato: le ha permesso di ottenere e sperimentare "passione, tenerezza, attenzione" senza fare qualcosa che la porti a sentirsi colpevole come sarebbe accaduto se si fosse trattato di un ragazzo: il suo fidanzato stesso ha infatti reagito alla sua confessione senza scomporsi.
Il punto è che questa volta si è trattato di una ragazza, ma la prossima volta, se i problemi di coppia non si risolveranno, si tratterà di un ragazzo e magari di qualcuno per il quale lei lascerà il suo attuale fidanzato.

Il mio consiglio quindi è di affrontare seriamente quello che non la soddisfa nella vostra relazione, facendo capire al suo fidanzato che non si tratta di questioni secondarie e che la ferisce il fatto che lui reagisca come se fossero tali.
Se necessario potete farvi aiutare da uno psicologo che si occupi di difficoltà di coppia, che possa consentirvi di lavorare sul vostro rapporto per modificare quello che non funziona.

Un caro saluto,

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Cara Ragazza,
legga questa lettura, e mi accia sapere se si ritrova

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3943-quando-lei-ama-lei-psiche-e-sessualita.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Dottoressa Massaro, la ringrazio per la sua risposta esauriente.
Effettivamente so che dovrei dedicarmi alla mia relazione, cercare di affrontare i problemi parlandone magari con il mio ragazzo, sarebbe la cosa più giusta da fare.
Il fatto è che io non so più cosa sia giusto. Non so cosa voglio, non so cosa spero. Ho messo in discussione la mia relazione perchè sento che c'è qualcosa che non va, ma non riesco a prendere una decisione. Probabilmente mi dirà che la risposta la so solo io, scrutandomi bene e analizzando la mia storia... ma io ci penso da tempo e non riesco ancora a capire. Ho paura di fare la scelta sbagliata.

Dottoressa Randone, grazie anche a lei.
Mi ci rivedo molto in quella lettura, alcune parti sembrano le mie parole. Grazie ancora.
[#4]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Si chieda se lo ama o non lo ama più, perchè se concludesse che sta bene con lui (soprattutto per tutto quello che lui le dà), ma non prova più sentimenti da fidanzata, può essere arrivato il momento di chiudere la relazione.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie tante dottoressa per il suo consulto, le farò sapere se mai arriverò ad una conclusione.
Grazie ancora, buona giornata.
[#6]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Certo, mi aggiorni quando vorrà.
Un caro saluto,

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test