Sviluppo inaspettato dopo oltre un anno con un uomo. confusione totale

Buonasera, faccio seguito alla mia richiesta di consulto del 2018 a cui ho ricevuto esaurienti risposte della dott.
ssa Pileci e Randone.
Ero fissata su un'iniziale storia da pseudoamante e le loro risposte ora ni appaiono, dopo un lungo lavoro su me stessa, molto chiare.
Dopo quel fatto ho continuato a sentire quell'uomo e ho anche fatto la spia alla sua convivente con cui sono seguiti molti nesi di litigi con lei che mi spiava sui social, io che le rispondevo a tono e lui che in tutto questo, almeno apertamente con me, ci lasciava litigare senza intervenire e continuando a stare con lei.
Io ho sofferto.
in un modo atroce.
Dopo mesi ho conosciuto un altro e me ne sono innamorata.
È finita anche con lui perché "guarda caso" era impegnato ma mi assicurava che la stava lasciando e non l'amava (stava con questa da 3 anni e ci conviveva).
Fatto sta che anche lui non l a lasciava, mille bugie, ho rivisto la, situazione precedente e ho chiuso.
Sono seguiti mesi di profonda riflessione, lavoro su me stessa, sto capendo a poco a poco i miei nodi e le mie paure e questo che è accaduto adesso non ci voleva e mi sta confondendo.
Il primo uomo dopo che con me non ha iniziato una, storia, è rimasto con l altra e ne sono seguiti litigi pesantissimi tra lei e me (che cmq leggendo i messaggi dove lui insisteva per uscire con me si è sentita tradita) lui un mese fa è tornato a cercarmi sui social.
Io gli ho chiesto cosa volesse (lui non mi.
ibteressa più e quindi ero molto calma e determinata) e lui zitto.
Gli ho detto che non potevo passare sopra quanto accaduto e lui ha continuato nel.
mutismo.
l ho quindi rimosso da tutti i miei contatti e lui il giorno dopo è tornato ancora a cercarmi.
A, quel punto è iniziata in me la confusione.
L ho accettato per capire meglio e ho iniziato a fargli pure qualche commento pubblico e lui pure a mettere dei like di apprezzamento ma restando bel mutismo.
Al che di nuovo gli ho chiesto perché continuasse a cercarmi e lui ha continuato a visualizzarmi e restare nel mutismo.
L ho cancellato definitivamente e ho anche scoperto che la sua convivente è incinta di 2 mesi e lui in un momento del genere è tornato a cercarmi.
Io non voglio avere assolutamente più contatti con lui ma trovo tutto inspiegabile.
se all'inizio potevo pensare di non piacergli o che cercasse solo del sesso e anche grazie alle vostre parole avevo aperto gli.
occhi, questo suo gesto mi sta spiazzando e non sono ancora così forte da restarne indifferente non perché lui mi interessi ma perché questa confusione di fatti che non riesco a interpretare mi crea ansia e malessere.
Mi aiutate a fare un po di chiarezza?
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Buonasera e ben ritrovata,

Lei scrive: "questo suo gesto mi sta spiazzando..."

La compagna di quest'uomo è incinta e lui La cerca.
Secondo Lei come mai? Quali ipotesi ha fatto?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dottoressa,
Io ho fatto due ipotesi:
1)in un momento di forte pressione familiare (il diventare padre e legarsi definitivamente alla convivente) lo ha portato a cercarmi per darsi l'illusione, se lo volesse, di avere ancora alternative con altre donne. Del resto la convivente gli ha fatto molte pressioni per sposarla e diventare madre(non l ha sposata nonostante l'insistenza di questa donna). Quindi mi sta usando come valvola di sfogo ma in realtà ama quella persona al punto da farci famiglia.
2) dato che è già la seconda volta che mi.cerca e poi si tira indietro ho l'impressione che non ami davvero la convivente ma che non riesca a lasciarla perché dopo tanti anni insieme ha paura di cambiare e si lascia un po' trascinare dagli eventi compreso il desiderio di questa donna di diventare madre. Ora che lei è incinta e lui ha fatto il suo "dovere" sta di nuovo da un lato rifiutando la situazione venendomi a cercare e ascoltando i suoi veri desideri. Però il non rispondermi e non avere il coraggio di giustificare il suo gesto mi fanno vedere di nuovo la sua indecisione (o meglio reale volonta) di venire da me assumendo tutte le responsabilità del caso.
Ciò che davvero dottoressa mi fa stare malissimo è non riuscire a comprendere le motivazioni altrui oscillando tra miei desideri e fantasie (quando le scrissi tempo fa io ero innamorata e immaginavo anche lui lo fosse) e una più realistica interpretazione delle motivazioni altrui. Ad esempio il secondo uomo dopo di lui nemmeno mi ha detto di essere impegnato (40anni) e quando l'ho.scoperto mi ha detto di non amarla, che la stava lasciando, che voleva iniziare una relazione vera con me con l'unica giustificazione che essendoci il lockdown voleva prima conoscerci meglio dopo quel periodo e che lui faticava a staccarsi quando si lega a una donna e non voleva farla soffrire perché quella sua convivente che con me chiamava "ex" gli aveva dato tanto. Io gli ho detto di scegliere come si sentiva di fare ma che nel frattempo io preferivo allontanarmi perché volevo iniziare un rapporto con un uomo libero di cuore e di testa. Lui si è rimangiato tutto, oltretutto quelle stesse cose le aveva dette pure a un coniscente che me le ha riferite recentemente, e invece continua a stare con lei. Hsnno pure postato foto di Capodanno mentre brindano e si baciano con passione.
Io i fatti li vedo andare nella,direzione di disinteresse per me da parte di entrambi e questo mi ha fatta ritirare per proteggermi ma resto molto confusa e faccio molta fatica a lasciarmi alle spalle tutte e due le situazioni perché non mi.spiego come si possa partire in un modo, dire certe cose e poi fare tutti (loro e le rispettive compagne) finta di niente. Mi.sembra di essere pazza e di essermi.invebtata tutto.
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

a mio avviso Lei fa delle ipotesi valide, ma credo abbia bisogno di lavorare sulla confusione che sente e che purtroppo non Le permette di agire lucidamente e di prendere delle decisioni con maggior consapevolezza e serenità.

Lei scrive, infatti: "Io i fatti li vedo andare nella,direzione di disinteresse per me da parte di entrambi e questo mi ha fatta ritirare per proteggermi ma resto molto confusa e faccio molta fatica a lasciarmi alle spalle tutte e due le situazioni perché non mi.spiego come si possa partire in un modo, dire certe cose e poi fare tutti (loro e le rispettive compagne) finta di niente."

In realtà è la cosa più facile del mondo, cioè presentarsi in modo e agire in un altro, soprattutto se lo scopo di una persona è quello di conquistare la fiducia di un altro. Se voglio che una persona si fidi di me, non potrò presentarmi immediatamente in modo aggressivo, come Le spiegavo anche nel consulto precedente.

Possiamo fare molte critiche da un punto di vista morale a questi comportamenti, ma ciò non toglie che sia Lei a doversi rafforzare per non cadere più in queste trappole, non crede?

Io ritengo che, dopo anni di sofferenza e tanta confusione, uno psicologo psicoterapeuta potrà aiutarLa a capire meglio le Sue dinamiche e soprattutto a capire come tenersi lontana da tali situazioni che tanto bene alla salute non fanno.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio