Come fare con una fidanzata che limita le libertà più basilare

Gentili dottori, sono un ragazzo che fidanzato da un anno e mezzo più o meno vive una condizione particolare.
La mia normalità, non dico chissà cosa, è scandita da messaggi continui e per mettere piede fuori casa devo aspettare il si... nel senso che, capitato a volte che con qualche amico ci si è un po' lasciati andare con qualche birra (2...3) ma pure se mi fossi ubriacato... la mia ragazza non si fida e come vedo un amico mi rende la vita un inferno... mi manda messaggi continui offensivi e viene anche lì facendomi vivere un incubo.
Molto difficile è anche non farla arrabbiare ogni giorno.
Per un niente può diventare furiosa, come se con poco si sentisse messa da parte... e diventa furiosa... mi controlla gli accessi WhatsApp e prima mi controllava il Cell ogni giorno... fastidioso perché irriverentemente mi butava la mano in tasca e se lo prendeva... è irriverente, molto critica e nevrotica con quello che fanno gli altri... io sono un tipo molto leggero che pur se mi arrabbio dico la mia ma poi passa subito... cioè non so cosa significa litigare con una persona... discuto pure su argomenti ma sempre per piacere e facendo sì che la discussione sia costruttiva e piacevole... lei invece usa la parola litigare... litiga continuamente... con i miei amici ognuno ha un suo difetto non va bene nessuno... e per questo come li vedo... una freddezza... e se poi non sto il doppio del tempo che sono stato con loro con lei diventa un macello... cioè ha anche lati positivi... (sembra una barzelletta)... però non so, beve un mezzo campari è ubriaca, insomma è una situazione che mi stordisce la quotidianità ma ha avuto una vita difficile e io vorrei capire se poterla aiutare...
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 492 45
Che questa ragazza abbia avuto una vita difficile mi sembrava evidente fin dalle prime frasi, ma il problema più importante non è certo questo, quanto Lei che scrive e il Suo comportamento. Perchè accetta tutto ciò?

Questa ragazza avrà pure dei lati positivi e mi pare ovvio, ma il prezzo da pagare per avere a che fare con una persona evidentemente problematica mi pare molto alto. Inoltre, come pensa di poterla aiutare concretamente? E perchè dovrebbe farlo?

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Io all'inizio della conoscenza le dissi delle cose su di me che poi mi rimangiai( sbagliai) rendendola insicura .. ma il fatto è che questa cosa riguardava un passato ove lei non c'entra.. ma comunque è stato un mio errore.
Solo che comunque non credo che una persona si possa chiudere, al massimo la si lascia. Io la voglio aiutare perché mi sono affezionato e mi rendo conto che vive male. Ho esperienze io in famiglia di persone "fragili" e .. non mi piace mollare le persone al loro destino se sono in difficoltà.
Solo che è veramente difficile la giornata, pure perché sono messaggi continui e senza fatti importanti, ci sono anche quelli ma .. ieri mattina dopo avermi lasciato io andai a messa dove incontrai un mio amico storico, dopo la funzione questo mi invitò a prendere un caffè.. ci andai con piacere. Finito dopo una mezz'oretta lei per chat nervosa e mi aveva lasciato eh.. mi dice poi che sarei dovuto andare da lei .. ma mi diceva lasciami stare ecc .. la sera prima uguale.. mi lasciò e io aspettai la mezzanotte godendomi un po' la serata con la mia famiglia, a mezzanotte feci gli auguri e mi incolpò di avergli fatto passare l'ultimo dell' anno sola e ieri pomeriggio dato il caffè con il mio amico ..mi incolpò di avergli fatto passare anche il primo dell''anno sola.. boh io posso capire quello che lei vuole ma la vita non è un film .. non so.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Per chiarezza voglio de che , avevo 22 anni.. lei piaceva a molti ..lavorava in un bar ! ..io che ero stato solo da tempo ...tre anni, avevo paura di sembrare uno sciocco. Dissi che ero stato solo però ogni tanto avevo avuto qualche "amica" .. non era vero. Infatti subito lo rimangiai, appena detto. Poi lei non mi credeva e io ogni tanto lo dicevo che non era vero, però altre volte ho lasciato intendere che era vero fino al punto che.. la presi e raccontai la verità che non era vero e spiegai la motivazione. Uno sbaglio grande .. lei nel frattempo dopo avermi visto trottare per lei a settembre si spostò in Svizzera, una decisione presa così .. io ci restai male .. ma mi diede le regole per stare qui. Non potevo nemmeno parlare con una ragazza , nemmeno avere le mie compaesane o amiche di scuola su facebook... Insomma ... Ad un certo punto mentre era lì la lasciai.. perché lei mi chiudeva anche prima che io dicessi quella bugia ..disse che era incinta.. non mi mandò nessuna foto e la mattina dopo non lo era più..

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa