La madre del mio fidanzato fa sesso con il compagno urlando, mentre noi siamo in casa

Salve, ho 21 anni e da circa tre anni vivo a casa del mio fidanzato di 25 anni che vive con sua madre (60 anni).
Sua madre è un tipo molto strano, una donna eccentrica e piuttosto ignorante ma non mi dilungo sui dettagli della persona, il rapporto con il figlio l'ho sempre trovato molto ambiguo, quasi come se non fosse un rapporto madre-figlio ma piuttosto un rapporto tra coinquilini, ognuno mangia per conto suo, ognuno si fa la spesa per conto suo e in generale, non c'è nessun senso familiare ma ciò che trovo ancora più strano è il fatto che sua madre, porti il suo compagno quasi quotidianamente in casa e anche nel pieno pomeriggio, con noi nella stanza adiacente, va in camera da letto, con la porta semichiusa, lasciando uno spiraglio aperto, inizi accese attività sessuali, con gemiti forti, rumori, urla ed esclamazioni esagerate urlando nei dettagli tutto quello che fa e intende fare, consapevolissima che il figlio senta ogni cosa.
Nonostante, lui gli abbia detto che non gli piace questo comportamento, che la cosa lo disturba, la risposta della madre è stata che non gli importa.
La cosa continua quasi quotidianamente e si è arrivato al punto che i vicini hanno chiamato la polizia per i rumori forti.
Sono preoccupata, il mio fidanzato ne è quasi indifferente e la cosa mi disturba ancora maggiormente.
Sua madre ha sempre avuto un approccio piuttosto inquietante verso di lui, con carezze sulle gambe, complimenti sull'estetica e cose del genere.
Trovo questa situazione assurda e ribadisco che lui è una persona molto insicura e ho sempre avuto il timore che soffra di disturbi ossessivi compulsivi e penso che sia soprattutto a causa della madre, di questo rapporto ambiguo.
Inizio a preoccuparmi sempre maggiormente e a chiedermi perché sua madre vuole così insistentemente far sentire al figlio (e a me) tutta la sua vita sessuale, sono disgustata.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

a quanto ci racconta Lei è ospite in quella casa da ben tre anni;
chissà se concorrendo alle spese, oppure unicamente manifestando giudizi pesanti sulle caratteristiche personali di chi generosamente La ospita, definita così:
"..tipo molto strano, una donna eccentrica e piuttosto ignorante.."

Verrebbe da chiedersi:
se non Le va il ménage della casa, perchè non attivarVi per cercare un'altra sistemazione dopo ben tre anni?
Quando si è cresciuti non è facile con/vivere con i genitori, nemmeno quelli di lui.

________________________

La tematica specifica del presente Consulto è ampiamente trattata in molte richieste presenti qui sul sito e che compaiono a scadenze regolari
e in contemporanea identici su altre piattaforme.
In certa parte in quanto ripetitivi sono stati riconosciuti e respinti dal sistema, erano taglia-incolla con piccole modifiche;
alcuni riflettono le fantasie di chi scrive;
altri hanno ricevuto ampie risposte di approfondimento.

Eccone un piccolo florilegio.

https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/95261-sento-mia-madre-fare-sesso.html
https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/742496-sono-rimasta-traumatizzata-dopo-aver-sentito-i-miei-genitori-fare-sesso.html
https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/419494-sentire-i-genitori-che-fanno-l-amore.html
https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/488467-imbarazzo-nel-sentire-i-propri-genitori-che-fanno-sesso.html

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio