Ansia e attacchi di panico

Salve, sono una ragazza di 23 anni, da dicembre 2020 ho cominciato a soffrire di attacchi di panico e ansia generalizzata.

Premetto di essere ipocondriaca al 100%

Il primo mi è venuto a ciel sereno, pensavo di star avendo un infarto in corso.

I sintomi sono: tachicardia, dolori al petto, senso di oppressione, senso di soffocamento, respiro corto, tremori, divento rigida, a volte sudo, a volte sento freddo.
A volte faccio tanta pipi... È come se avessi un tuffo al cuore a volte.

In piu sento pesantezza al braccio sinistro.

Li per li non vivevo piu, non dormivo piu, passavo le notti in bianco, pensavo di star morendo.

Sono andata dal mio medico di famiglia, ho raccontato come vivevo la mia quotidianità, e mi ha prescritto delle gocce.

Avevo il rifiuto degli psicofarmaci, ma li ho cominciati il 12 Gennaio, Prendo 7 gocce la mattina e 7 gocce la sera di Alprazolam.

Adesso giorno 28 aprile, comincerò sedute dallo psicologo, essendo in un consultorio e non potermi permettere quello privato, non ho le sedute subito.

Ho cominciato a diminuire le gocce da una settimana, non voglio diventare dipendente da queste cose.

Ho anche fatto una visita cardiologica, presa dall'ansia, nell'ECG avevo i battiti a 130.

Una tachicardia dovuta all'ansia mi ha detto la dottoressa, per il resto il cuore è apposto.

Sto meglio, non bene, ma meglio.

Non mi vengono piu gli attacchi come prima, in quel modo così forte... ma ho comunque i miei momenti di panico dove adesso riesco a gestirli meglio...
Il mio problema è questo: essendo ipocondriaca, dopo aver provato questi bruschi momenti, adesso sto attenta a qualsiasi movimento, scatto del corpo mio, qualsiasi segnale...
Mi vengono fitte al petto improvvise, che mi fanno spaventare, dal nulla ho pesantezza al braccio sinistro, avverto dei formicolii, mi si addormenta...
Spesso durante la notte mi sveglio con anche le gambe addormentate...
Ho parlato con una ragazza che prendeva le stesso gocce mie, e mi ha detto che le rendevano le braccia pesanti... Quindi puo essere lo psicofarmaco?

Io nonostante la visita cardiologica, durante la giornata, sento di non star bene, ho paura di aver un infarto da un momento all 'altro, ho paura di morire...
Sento di essere disturbata, sono spesso in tensione, sento di aver dei malesseri.

Sicuramente mi sono un po fissata su tutto cio, ma ricapisco di avere realmente questi malesseri...
Secondo voi, dottori, è un problema legato anche al cuore?
O si tratta solo di ansia.

È normale star cosi, durante il giorno?

Non ho piu attacchi, ma questo è esattamente come mi sento.
Cosa potete dirmi a riguardo?
Grazie anticipatamente.
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 225 108

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio