Utente 966XXX
Gentili Dottori,mi sono stati diagnosticati un inizio di fibromialgia dal medico curante ed un inizio di lupus dal reumatologo.Nell'attesa che una delle due patologie si definisca e prenda il sopravvento sull'altra,mi sono stati prescritti da assumere ciclicamente,medrol,deltacortene ed antinfiammatori vari,mesulid,diclofenac,ketoplus.Questi farmaci mi giovano poco e temporaneamente.Mi è stato raccomandato di fare molto esercizio fisico,intanto,io mi sento affaticata e continuo ad essere sofferente.Mi domandavo se per alleviare i dolori che ho in tutto il corpo e per avere dei risultati con l'esercizio fisico,non sarebbe opportuno tentare con l'utilizzo di elettrostimolatori.Ho accennato a questa ipotesi,e il medico curante ed il reumatologo sono stati scettici e precedentemente vaghi,rispetto al tipo di ginnastica da fare giornalmente.Forse gli elettrostimolatori sono nocivi a livello cardiaco e vascolare?Ringrazio per il parere e per la disponibilità.Cordiali saluti.

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Fin che non si capisce che cos'ha non si puo' neanche impostare una corretta terapia eziologica (= causale).

Quindi le si danno o si suggeriscono rimedi puramente sintomatici, la cui efficacia sara' aleatoria. L'analgesia elettrica e' un tentativo come un altro, non si sa se sara' efficace, almeno non e' nociva.

Se poi nella vita consulta i medici come li consulta su Internet, girandone un sacco, ma superficialmente, ponendo a tutti ossessivamente le stesse domande e non trovandosi mai bene, nessuno riuscira' mai a stabilire con lei un rapporto di fiducia abbastanza chiaro e durevole da azzeccare infine la diagnosi giusta e produrre infine risultati.

Lei e' alla ricerca del medico-mago che intuisca e pronunci il nome della malattia misteriosa che l'affligge e che nessuno capisce: svelato il mistero, troveremo la terapia e lei, qualunque cosa abbia, guarira'.

Lei sarebbe la candidata ideale per un medico omeopata, meglio se "unicista", che non si interessi a lei come collezione di sintomi ma come entita' unitaria di cui scovare lo Squilibrio Originario alla base di tutto, e che non sia riconducibile alla semplice, seppur plausibile, eta' anagrafica (senectus est ipsa morbus).

Qui in Medicine Non Convenzionali ce ne solo alcuni, al punto in cui e' le converrebbe provare.

Informazione valida anche per le sue amiche signore
barbara, elettra, marta minacciosa, eva, teresina, eugenia, antonia, rosa rossini bortoli, rosa rossini e basta (occhio ai doppioni), sandra, G. Giffoni, Elsa, Delia, P. Salvetti e Licia, che l'aiutano a moltiplicare numericamete i quesiti su questo sito ma, ahi per lei, compromettono la sua credibilita' complessiva.







[#2] dopo  
Utente 966XXX

Ringraziamenti,seguirò il Suo consiglio ed invierò il mio quesito nella sezione MEDICINE NON CONVENZIONALI.