Utente 267XXX
Buon pomeriggio, ho preso da alcuni giorni il referto della mammografia ed ecografia effettuati: mammografia: "non si evidenzia di sicure lesioni focali sospette enucleabili., ne microcalcificazioni patologiche.Alcune microcalcificazioni non raggruppate". Ecografia: "microcisti 4mm. formazione ipoecogena ovalare 10mm compatibile ecograficamente con fibroadenoma. Altra formazione ipo-anecogena verosimilmente con analogo significato di 7mm". Controllo mammografico ed ecografico fra 12 mesi.Il medico che mi ha fatto l'ecografia ed il mio medico mi hanno detto di stare tranquilla e di ripetere i controlli alla scadenza fissata. E' cosi? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Renato Di Marco

32% attività
0% attualità
16% socialità
ATRI (TE)
ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)
L'AQUILA (AQ)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Dai dati da lei riportati non vi sono elementi di allarme. Per quanto riguarda il referto ecografico, se trattasi di una prima diagnosi di verosimile fibroadenoma, consiglierei un controllo eco a 4-6 mesi. Per il resto puo' stare tranquilla.
Cordiali saluti
Dr. Renato Di Marco chirurgo senologo Ospedale Civile "San Liberatore" - Atri (TERAMO)

[#2] dopo  
Utente 267XXX

Grazie dottore per la sua celere risposta. Vorrei comunque chiederle se c'è una possibilità che queste microcalcificazioni non raggruppate potrebbero trasformarsi in tumore.Grazie

[#3] dopo  
Dr. Renato Di Marco

32% attività
0% attualità
16% socialità
ATRI (TE)
ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)
L'AQUILA (AQ)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Le microcalcificazioni di una particolare morfologia possono essere un segno mammografico indiretto di neoplasia.
Quelle sospette vengono spesso definite dal radiologo microcalcificazioni raggruppate in "clusters" e potrebbero (non sempre) essere espressione di un tumore.
Nel suo caso non sono state considerate un segno di allarme e sono definite displasiche.
Il radiologo infatti, nel caso di calcificazioni sospette o dubbie, consiglia un approfondimento diagnostico mediante, per esempio, una macrobiopsia del tessuto mammario con microcalcificazioni con una tecnica nota come "mammotome".
Dr. Renato Di Marco chirurgo senologo Ospedale Civile "San Liberatore" - Atri (TERAMO)

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Confermo che non ci sia ragione di allarmarsi.


https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/68-fibroadenoma-devo-operare.html

Tuttavia c'è solo una perplessità ?

Un fibroadenoma insorto a 48 anni ?????????????????????????????????

Possibile, ma l'età va considerata ATIPICA per l'insorgenza di un fibroadenoma e pertanto sarebbe consigliabile un approfondimento precauzionale tramite una agobiopsia.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/70-agobiopsia-mammella.html


A meno che la lesione rilevata non fosse già presente nei controlli strumentali precedenti come stabile e interpretata come BENIGNA CON ASSOLUTA CERTEZZA, che striderebbe con il recente "verosimile fibroadenoma". Se fosse stato non a recente insorgenza l'ecografista che sa il fatto suo avrebbe descritto la lesione come "noto fibroadenoma" o comunque avrebbe dovuto fare qualche cenno al perodo più verosimile di insorgenza.

Non si preoccupi comunque : è solo un eccesso di scrupolo, perchè differire il controllo ecografico di un nodulo GIA' di 10 mm a sei mesi o addirittura un anno, senza un approfondimento e con una diagnosi ecografica, che pur riconoscendone l'indiscussa attendibilità, non è neanche certissima ( "trattasi di una prima diagnosi di verosimile fibroadenoma" .. PRIMA DIAGNOSI a 48 anni ??? ), mi sembra imprudente.

A 48 anni il fibroadenoma verosimile è meglio che si dimostri SISTEMATICAMENTE che trattasi invece di un "fibroadenoma certo ".

Spero di essere stato chiaro [(= "occuparsene senza preoccuparsene" perchè vedrà che sarà senz'altro (o almeno è molto probabile) confermata la diagnosi di benignità)]
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com