Utente 267XXX
Buongiorno dottori..

ho 33 anni e annualmente mi reco dalla mia ginecologa per i controlli di routine, pap test e controllo del seno. Anche a giugno di quest'anno ho fatto il controllo ed è risultato tutto ok. Lei mi ricorda sempre di eseguire l'autopalpazione del seno ma io non l'ho mai fatto con grande attenzione.

L'altro giorno casualmente ho sentito un minuscolo "granellino" così sono tornata subito dalla ginecologa (di cui mi fido essendo tantissimi anni che esercita ed essendo anche molto conosciuta) facedo sentire alla sua mano quello che ho sentito io (che sinceramente potrei anche aver avuto da sempre e non essermene mai accorta forse). Lei toccandomi non ha dato nessuna importanza, ha detto che non ha parvenze preoccupanti e che è comune che si formino queste cose e che molte volte restano li e si calcificano. Per tranquillità mi ha detto che potevo andare a fare un ecografia mammaria.

Oggi quindi sono stata in una clinica privata dove solitamente vado per accellerare i tempi e una dottoressa, non troppo loquace e non troppo allegra, ha eseguito l'ecografia (oggi sono in ovulazione, non so se possa essere utile saperlo). Mi ha detto che dovrebbe essere un fibroadenoma e che la prassi ogni qualvolta si trovi un qualsiasi nodulo è l'agoaspirato. Non sapendo se ce l'ho da sempre o meno lei mi ha quindi dato questo consiglio. Vi riporto di seguito l'esito:

"ECOGRAFIA DELLA MAMMELLA BILATERALE. Mammelle a struttura prevalentemente iperecogena di tipo fibro-ghiandolare. In sede parareolare esterna dx si rileva formazioneovalare ipoecogena a limiti netti, in parte lobulati, del diametro max di 15mm circa,verosimilmente tipo fibroadenoma: come primo riscontro opportuna esecuzione agoaspirato; un pò più lateralmente è apprezzabile areola ipoecogena, ovalare a limiti netti, del diametro max di 8mm circa tipo cisti densa o fibroadenoma (si consiglia agoaspirato). Non riconoscibili significative adenopatie ascellari. Si consiglia controllo clinico-senologico ed ulteriore esame ecografico tra 6 mesi."

Ora sto cercando un bravo senologo perchè voglio fargli vedere le foto dell'eco ed avere un parere perchè come ho detto questa dottoressa non è stata molto loquace.. la mia ginecologa mi è apparsa molto più "sveglia".

Sapete gentilmente intanto dirmi cosa significa e darmi un consiglio? Devo preoccuparmi?

(familiarità: mia nonna materna in tarda età ha avuto tumore al seno - per il resto a mia madre verso i 20 anni era stato trovato un nodulino che poi si è calcificato e non era nulla di preoccupante come all'inizio poteva sembrare).

Grazie davvero per l'attenzione!

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Seguirei senz'altro il consiglio dell'ecografista anche se meno loquace e apparentemente meno sveglia
:-)

Non c'è nulla di preoccupante ma occorre sempre fare una diagnosi di certezza e non "aspettare che si calcifichino".

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/70-agobiopsia-mammella.html




https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/68-fibroadenoma-devo-operare.html
Annoni Andrea, MD

[#2] dopo  
Utente 267XXX

Grazie per la sua risposta! Da un articolo che mi ha allegato leggo che l'esame citologico(che da quanto capisco e' quello che si
Fa con l'ago aspirato)non e' consigliato in caso di fibroadenomi certamente benigni.. Questo significa che quindi l'ecografiata non
E' certa della natura dei miei? Mi scusi ma e' un argomento a me nuovo e certamente mi spaventa..

[#3] dopo  
Dr. Andrea Annoni

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Nel suo referto si legge >>verosimilmente fibroadenoma>>.

Per questo l'esame citologico è indicato : per una conferma.
Annoni Andrea, MD

[#4] dopo  
Utente 267XXX

Immaginavo infatti.. La ringrazio molto!

[#5] dopo  
Utente 267XXX

Gentili dottori, vi aggiorno.

Ieri sera ho fatto una visita da una dottoressa all'ospedale della mia città, è primario chirurgo senologo alla quale volevo far leggere la precedente ecografia. Ha letto e ha fatto anche un esame obbiettivo e manuale. Mi ha detto che si sente di dirmi di stare tranquilla, certo è che la mano sul fuoco non la si mette mai quindi mi ha consigliato un eco con una radiologa della loro equipe che è quella che poi deciderà come procede, se fare ago etc.

scrive:Mammelle simmetriche normoconformate, con cute rosea, non retrazioni cutanee. Capezzoli normoconformati, normopigmentati. Non secrezioni spontanee o indotte alla manovra di spremitura bilateralmente. Non masse clinicamente sospette bilateralmente. A destra in periareolare tra i QQEE si apprezza lesione d.c.s. , forma ovalare consistenza duro-elastica, mobile diametro massimo circa 2 cm, non altre lwsioni clinicamente significative. Alcuni linfonodi con caratteri di reattività e dimensioni inferiori ad 1 cm in cavo ascellare bilateralmente.

Conclusioni: c.s.
Si consiglia: ecografia + ev. agobiopsia. da riverede con il referto, previo appuntamento per visione esami.


Ha messo 2 cm a occhio mi ha detto ovviamente, cmq sono in fase pre-ciclo mestruale.

Cosa ve ne pare?

Ora procederò come consigliatomi.

Certo le domande sono molte.. tutti finora mi dicono che non presenta forme preoccupanti, ma vengo mandata di qua e di la.. mi chiedo, come mai insorgono questi noduli? ho 33 anni, mai pillola, mai gravidanze..

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
>>tutti finora mi dicono che non presenta forme preoccupanti>>

Dire che è preoccupante o meno è il commento ad una diagnosi acclarata e qui mi pare che non ci sia ancora una diagnosi di certezza.

Faccia fare l'agobiopsia e ne riparliamo.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com