Utente 131XXX
Gentili dottori, scrivo perchè da circa un mese avverto un leggero ma costante fastidioso dolore sul quadrante esterno superiore della mammmella destra.
Referto dell'ultima ecografia di gennaio 2012: Mastopatia fibrocistica con infarcimento adiposo. In corrispondenza dell'area tumefatta nel QSE della mammella dx non si osservano neoformazioni ma solo un addensamento mastosico con presenza di alcuni dotti lievemnte ectasici. Non visibili linfoadenopatie nei cavi ascellari.
Il dolore riferito a volte pare provenire dalla zona tumefatta (invatiata all' autopalpazione) altre volte pare provenire dai muscoli del torace o della schiena (soffro spesso di cervicalgia),Il medico curante ha prescritto nuovo ecografia mammaria bilaterale e successiva visita senologica., inoltre cura con antinfimmatori per qualche giorno.Sono molto preoccupata in quanto il mesa prossimo dovrei sottopormi a stimolazione ovarica per fivet e non vorrei rimandare, mi sono sottoposta all'utima blanda stimolazione per inseminazione nel mese di luglio 2012 e provengo da 2 tentati falliti di icsi (fecondazione in vitro dopo pesante stimolazione ovaria) effettuati 1 anno fa. Ho 34 anni.
Che cosa mi consiglia di fare? devo effettuare anche la vista senologica prima dell fivet o potrebbe bastare l' ecografia?Il mio quadro clinico appare preoccupante?
Aspetto un vostro parere. Cordialità.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Per prima cosa non mi preoccupperei, ma prima della fivet farei sia l'ecografia che la visita. Quest'ultima per una diagnosi più precisa (cervicalgia ?= mastalgia extramammaria ?)

Non scriva con l'account di un maschio ( che si tottopone a fivet ??) se no come facciamo a capire ? e spero che almeno l'età del profilo sia quella corretta.

Legga intanto


http://www.senosalvo.com/approfondimenti/i%20dolori%20al%20seno.htm

https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/34/Cura-del-sintomo-dolore

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20comp

Talvolta anche la semplice scelta di un reggiseno adeguato può essere utile, per quanto possa sembrare paradossale

https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/15/Il-reggiseno-uno

Tanti saluti


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 131XXX

Mi scusi dottore ma ho chiesto il consulto utilizzando l'account di mio marito, provvederò a crearne uno che corrisponda al mio profili.
Sono una donna di 34 anni.
Seguirò i suoi consigli e i suoi mininforma mi sono stati utili.
Ho prenotato l'ecografia per l'8 novembre, la terrò aggiornata.
Ancora grazie.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si avevo capito (^___^)
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 131XXX

Gentili dottori, oggi ho eseguito l'ecografia mammaria bilaterale con il se guente referto:
Masteopatia fibrocistica con infarcimento adiposo. Nel QSE della mammella dx è sempre evidente, in corrispondenza dell'area tumefatta, una zona di addensamento mastosico nella quale sono contenute microcisti di forma sottile e allungata. Non visibile neoformazioni solide. Non visibile linfoadenopatie ai cavi ascellari.
L'ecografa mi ha consigliato di eseguire un ago aspitaro e poi di rivolgermi eventualente da un senologo, mi ha rassicurata dicendomi che rispetto a gennaio la situazione è rimasta invariata ma sarebbe il caso di approfondire.
Io sono molto preoccupata e avrei intenzione di rivolgermi da un senologo, infatti secondo la mia modesta opinione sarebbeil senologo a doversi pronunciarei circa la necessità delll'ago aspirato. L'ecografa mi ha consigliato alcuni senologi che esercitano la loro professione all'ospedale di Lecco (essendo residente in provincia di Como).
Negli ultimi giorni l'idolenzimento alla mammmella destra sembra essere diminuito.
Mi scuso se scrivo con l'account di mio marito ma altrimenti avrei dovuto riprendere tutta la storia clinica dall'inizio.
Aspetto un vostro consulto sul da farsi. Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Io invece seguirei il consiglio dell'ecografista e farei l'agobiopsia e solo successivamente farei la visita. E' un esame ormai routinario

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/70-agobiopsia-mammella.html

Sin qui ci sono tutte le buone ragioni per star tranquilla e l'approfondimento avrebbe solo carattere prudenziale
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 131XXX

Grazie dottore, ho deciso di seguire il suo consiglio.
Ieri sono stata contattata dall'ecografista che mi ha prenotato un agaspirato per martedì 13 novembre all'ospedale di Lecco, lunedì andrò da lei per l'impegnativa.
Continuo a essere molto in ansia anche perchè questa velocità e premura da parte dell'ecografista non mi fa pensare in bene.
Quanti giorni saranno necessario per ottenere il referto dell'agoaspirato?
La terrò aggiornato, grazie.

[#7] dopo  
Utente 131XXX

Gentile dott. Catania purtroppo volevo informarla che l'ago aspirato ha dato come esito calcinoma mammmario mucinoso C5, al seguito di tale referto ho eseguito una mammografia dalla quale è emerso nel QSE un nodulo di 2cm.
Questa diagnosi mi ha lasciata sconvolta e poichè i miei genitori risiedono a Bari ho deciso subito di farmi visitare da un chirurgo che opera all'istituto tumori Giovanni Paolo II di Bari e in data 13/12 ho subito una quadrectomia mammaria dx con estrazione del linfonodo sentinella.
Tra gli esami preoperatori ho eseguito routine ematochimica, ecg, rx torace, eco addome tutti nella norma.
Adesso sono in attesa dell'esame istologico, il chirurgo mi ha rassicurata dicendo che all'esame macrospopico il lifonodo sentinella non appariva coinvolto da metastasi ma attendiamo, nella peggiore delle ipotesi dovrò sottopormi a svuotamento ascellare, dall'ecografia i lifonodi non apparivano infiammati. La mia situazione è grave?
A giorni riceverò l'esito dell'esame istologico e con cartella clinica dovrò rivolgermi da un oncologo a Como o a Lecco visto che risied stabilmente là.
Il mio chirurgo senologo mi ha prospettato la possibilità nella prospettiva migliore di sottopormi soltanto a radioterapia o/e cura ormonale, spero vivamente di evitare la chemio ma se sarà necessario la farò senza esitazioni.
Prima di questa diagnosi ho avuto episodi di sanguinamento rettale, dissenteria, stipsi e bruciore anale. Ancora oggi ho bruciore anale persistente mentre gli altri sintomi sono scomparsi, considerando che mi sono sottoposta a visita chirurgica con esito di emorroidi interne ed esterne con piccolo polipo, devo fare altri accertamenti?L'episodio può essere correlato al tumore al seno?
può consigliarmi un oncologo a Lecco o a Como?

Grazie mille per il servizio che offre.

[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non c'è alcuna correlazione con il tumore al seno. Stia tranquilla.

Inizi ad occuparsi della PREVENZIONE PRIMARIA ( anche per il seno controlaterale)

(Alimentazione + attività fisica)
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/2253/FERMI-TUTTI-La-dieta-a
http://www.senosalvo.com/terapia_metronomica.htm
http://www.senosalvo.com/tutti_abbiamo_un_tumore.htm
http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#9] dopo  
Utente 131XXX

Gentile dottor Catania oggi ho ricevuto l'esame istologico il cui esito è il seguente:

DIAMETRO MASSIMO macroscopico: cm 3,1x2x1,4
Carcinoma intraduttale tipo: MUCINOSO - MICROPAPILLARE MUCINOSO - PIATTO.
Focolai di microinvasione: Assenti
Grading (sec. Holland): Grado II
Grading nucleare: Grado nucleare medio
Focolai multipli: assenti
Diffusione della neoplasia: cancerizzazione del lobulo
Lesioni presenti nel parenchima mammario extratumorele: -
Linfonodo sentinella: non metastatico
Stadio della neoplasia (pTNM): pTisN0(sn)Mx

Ho prenotato la visita dall'oncologo (ospedale di Lecco) per il 22 gennaio, il mio chirurgo-senologo mi ha riferito che probabilmente dovrò fare radioterapia con ormono terapia evitando chemio.
Lei cosa ne pensa? quali potrebbero essere le terapie più idonee?
Perchè nel referto non c'è nessun riferimento all'indice di proliferazione e alla recettività ormonale? devo farne io esplicita richiesta visto che farò le terapia in un altro ospedale?
Aspetto la sua risposta, ringraziandola in anticipo per il servizio da lei offerto.


[#10] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mancano alcuni parametri che cita perchè non si tratta di un tumore infiltrante ma intraduttale e pertanto vada tranquilla al controllo oncologico.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com