Utente 298XXX
Buongiorno, vorrei chiedere un parere medico per quanto riguarda una mammografia, un'ecografia e un agoaspirato al seno.
Referto visita: la mammella di dx è più voluminosa della contro-laterale. Regolari cute e capezzoli.
Referto mammografico: i corpi ghiandolari sono più rappresentati che di norma, con aspetto cotonoso fino ai prolungamenti ascellari. Presenza di alcune formazioni con densità aumentata ed omogenea, margini netti dove riconoscibii, la maggiore nel versante infero-esterno di sx, con diametro medio di 15 mm. Non calcificazioni patologiche. Alcune minute calcificazioni benighe. Linfonodi ai prolungamenti e nei cavi ascellari senza pratico significato.
Referto ecografico: bilateralmente, presenza di numerose formazioni cistiche talune semplici, altre corpuscolate, la maggiora a dx, nel versante supero-esterno con diametro di 11 mm. A sx, attualmente, nel versante infero-esterno, presenza di formazione solida grossolanamente ovoidale, con diametro medio di 15 mm con alcune aree ipoecogene al suo interno. Non adenopatie nei cavi ascellari.
Referto citologico:
Immagine radiologica: opacità nodulare a limiti netti
Immagine ecografica: lesione ipoecogena
Esame clinico: lesione non palpabile del diametro di 15 mm
Categoria: BI-RADS: 2
Fibroadenolipoma?
Diagnosi: materiale acellulare
Categoria C1
Impressioni: in considerazione del quadro ecografico e del referto citologico (C1: materiale acellulare) si consiglia ulteriore controllo ecografico a distanza di 6/8 mesi, onde valutare l'eventuale tendenza accrescitiva rapida di tale formazione.

Cosa ne pensa il medico di questo referto? L'agoaspirato è sufficiente per valutare il quadro generale e cosa significa C1 (è sufficiente oppure bisognerà eseguire altri esami? Io pensavo di chiedere un altro parere medico cosa mi consigiate? Grazie della disponibilità e cordiali saluti,
Elisabetta

[#1] dopo  
Dr. Francesco Pellegrini

24% attività
8% attualità
12% socialità
OCCHIOBELLO (RO)
FERRARA (FE)
PORTO VIRO (RO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
C1 significa che il prelievo é inadeguato. L'agoaspirato potrebbe dare informazioni utili ma nel suo caso il materiale strisciato sul vetro risulta insufficiente. Il referto ecografico deporrebbe per formazione benigna, se sussistessero dubbi io proporrei un'agobiopsia guidata. Dire cosa fare con un consulto a distanza non è semplice, molto dipende dalla fiducia nei confronti del medico che l'ha vista e dal controllo dell'ansia per 6/8 mesi.
Dr. Francesco Pellegrini
chirurgo senologo

[#2] dopo  
Utente 298XXX

Buongiorno,

la ringrazio per la risposta proverò a chiedere a qualche altro medico della zona, gentilissimo e cordiali saluti