Utente cancellato
Gentili dottori, mia sorella di 47 anni una settimana fa si è accorta di avere delle ghiandole ascellari senza dolore e così il medico le ha prescritto una mammografia, che è andata a fare ieri. Ecco il referto:

MAMMOGRAFIA BILATERALE:

Regolare il profilo cutaneo; conservato lo spazio chiaro preghiandolare.
Ghiandole mammarie con perfetta equivalenza tra la quota fibroghiandolare con componente parenchimale a prevalente atteggiamento micronodulare e la quota fibroadiposa.
Qualche opacità nodulariforme si segnala ai QQ-EE di ambo i lati.
Si consiglia per una corretta definizione diagnostica integrazione mediante esame ecografico.
Qualche calcificazione distrofica puntiforme sparsa si segnala bilateralmente e piccole immagini linfonodali al prolungamento ascellare di ambo i lati.
Non si rilevano nei limiti risolutivi della metodica standard lesioni nodulari e/o placca con caratteri sospetti, nè microcalcificazioni di significato patologico.

Utile controllo clinico-strumentale periodico.

-----------------------------------------------------------------------------

Preciso che in famiglia non ci sono mai stati casi di patologie al seno.

Cosa significa, in sostanza, questo referto? Ci dobbiamo preoccupare per quella opacità nodulariforme? L'ecografia andrà a farla martedì e nel frattempo volevamo sapere se questa ansia che abbiamo era motivata o meno.

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
No non c'è nulla di preoccupante. Si richiede solo una integrazione mediante una ecografia per completare il quadro diagnostico.
Annoni Andrea, MD