Utente 329XXX
Gentili dottori,ho da poco compiuto 40 anni ed il mio ginecologo mi ha chiesto di effettuare a scopo preventivo una mammografia.Le racconto brevemente la mia storia clinica.Nel 2005 a seguito di un controllo ecografico ginecologico mi viene scoperto un fibroma sottosieroso posteriore di ben 8 cm che mi viene tolto per via laparotomica,Intervento OK tanto che dopo 6 mesi rimango incinta della mia prima bambina che allatto per 15 mesi senza nessun problema, Nel 2009 nasce la mia seconda bambina che allatto per altri 12 mesi. Dalla fine dell'allattamento mi resta una lieve galattorrea che il mio ginecologo ritiene sia fisiologica visto il valore di normalità della prolattiuna.A tutt'oggi se schiaccio i capezzoli ho una lievissima perdita di liquido lattescente ma non ho alcun tipo di dolore se non in vicinanza del ciclo dove il mio seno si gonfia moltissimo e diventa dolente.Per questo motivo faccio una ecografia ma non rileva nulla di patologico. Prenoto la mia prima mammografia presso un ospedale abruzzese e dopo aver sentito la ramanzina fattami dal radiologo in cui mi si diceva che la mammografia non era assolutamente necessaria visto la negatività dell'esito dell'ecografia (mi è stato detto che praticamente ero fobica)mi fanno questa benedetta mammografia. Fecero difficoltà a farmi l'RX visto che il mio seno era particolarmente denso e turgido dovendomi tornare il ciclo. Ritiro il referto che dice tutto nella norma ma evidenzia al seno sinistro un ADDENSAMENTO IRREGOLARE DI 1 CM al QSE a strie iperdense e in assenza di rilevanza clinica e di esami precedenti mi consiglia un consulto senologico.Il mio ginecologi mi ha tranquillizzato dicendomi che potrebbe essere un addensamento ghiandolare compatibile con il mio stato ovulatorio ...devo preoccuparmi?

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Preoccuparsi no, ma un approfondimento è necessario.
Io rifarei l'ecografia (magari altrove) e se l'ecografia "vede" questo addensamento aggiungerei una agobiopsia ecoguidata.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 329XXX

Gentile dottore, ho come lei mi ha suggerito rifatto un'eco mammaria presso altra struttura e il referto non segnala nulla di irregolare, corpus mammae di tipo fibroadiposo con residuo ghiandolare nei QE. Questa volta l'ecografia l'ho fatta al 16 giorno del ciclo e l'ecografista mi ha detto che spesso si notano addensamenti nei periodi premestruali che scompaiono subito dopo l'arrivo delle mestruazioni.Mi consiglia controllo mammografico ad 1 anno. Posso stare tranquilla?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non rileva nulla farei una nuova ecografia precauzionale comunque a sei mesi e una mammografia fra un anno
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 329XXX

grazie dottore mi ha tranquillizzato ....io già pensavo ad altro....faccia buone feste!

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Anche a Lei
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com