Utente 357XXX
Buongiorno dott.Salvo, richiedo su parere su quanto sotto riportato.

Quadrantectomia mammella destra - allargamento
Quadrantectomia mammaria destra,orientata da fili di repere di cm6x5.5x4 comprendente una losanga cutanea di cm 2.2x1. In sezione , in un contesto di diffuso addensamento parenchimale,si osserva un area a bordi irregolari di aumentata consistenza di cm0.9 (A1-A4) .Tale area e' localizzata in sede sottoareolare e giunge in vicinanza dei margini di allargamento areolare e laterale, entrambi sede di allargamento.si effettuano prelievi anche del parenchima circostante tale area (A5-A6) e della cute sovrastante (A7)
A parte pervengono
allargamento laterale di cm 4.5x3.2x1(si inchiostra il versante opposto a quello contrassegnato con il filo di repere)
allargamento areolare di cm 4x3x1.5 (idem)
linfonodo sentinella (libero da neoplasia)

Diagnosi
la lesione di 0.9 cm macroscopicamente descritta mostra quadro istologico di papilloma con aree multifocali di carcinoma papillifero intraduttale ,confermato anche dalla metodica immunoistochimica effettuata per p63
il parenchima mammario perilesionale presenta aspetti istologici di malattia fibrosa della mammella con aree di adenosi,epiteliosi intraduttale florida anche con metaplasia colonnare atipica, aree di papillomatosi e presenza plurifocale di papillomi intraduttali.
Tali aspetti evedenti nel parenchima perilesionale sono presenti anche nei due campioni di allargamento , dove papillomi intraduttali sono evidenti anche in stretta prossimita' del margine chirurgico , marcato con china.
Cute e campioni di allargamento liberi da lesioni.

Stadio patologico Ptis pNo(sn)

Indagini immunoistochimiche
Recettori estrogeni positivi :95% di cellule
Recettori progestinici positivi:95 % di cellule
Frazione di crescita Ki67 - Mib1: 15% di cellule nelle aree carcinomatose.

l'oncologo assegnato direttamente dalla struttura a chiusura della cartella clinica
ha detto di non dover fare nessuna terapia, mentre oncologo di famiglia ha ritenuto
di fare la seguente
N.30 sedute di radioterapia
N.1 compressa di Nomafen da assumere per 5 anni.

Egr.Dott.Salvo, lei cosa mi consiglia?
nel ringraziarla per la gentile collaborazione, le porgo distinti saluti.






[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Avrà ben compreso, e questo la farà contenta, che i provvedimenti
consigliati si riferiscono ad una malattia a scarsa aggressività e ormonoresponsiva.

Da temere più le recidive locali e nuovi tumori che metastasi a distanza.

Il consiglio del medico di famiglia tiene conto della Prevenzione delle recidive e a questa io aggiungerei (perché poi ci sarà un tempo in cui si è scoperti dalle terapie)

PREVENZIONE PRIMARIA (= stile di vita)
(Alimentazione + attività fisica)
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/2253/FERMI-TUTTI-La-dieta-a
http://www.senosalvo.com/terapia_metronomica.htm
http://www.senosalvo.com/tutti_abbiamo_un_tumore.htm
http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/90/L-attivita-fisica-riduce

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com