Utente 299XXX
Buongiorno,

dopo aver ricevuto rassicurazioni su un primo esito dubbio di un esame mammografico a cui mia moglie si è sottoposta da alcuni mesi, Vi pongo un paio di domande alle quali spero possiate dare una risposta:

1-è soggetto più a rischio una donna che ha avuto una gravidanza ma che non ha allattato o una donna che non ha avuto gravidanze?
2- quando e se è consigliabile sottoporsi al test genetico BRCA1-BRCA2 per verificare il rischio di contrarre un tumore al seno/ovarico e se è un esame costoso e che possono fare tutte indipendentemente dalla familiarità.
Vi ringrazio anticipatamente
Cordiali Saluti
Fabio

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
1) La gravidanza e l'allattamento non rientrano tra i fattori di rischio....ma tra i fattori di PROTEZIONE per via dei "cambiamenti" benefici che comportano la gravidanza e l'allattamento.

2) Ma sta scherzando ? (^____^)
Non considerando l'alto costo dell'esame , il test non può essere richiesto da un utente-paziente, ma a seguito di un test oncogenetico (colloquio multidisciplinare) nel corso del quale si fa un calcolo del rischio , ma sempre partendo da una storia FAMILIARE.

E se vuole fare veramente Prevenzione per ridurre i rischi

1) ATTIVITA' FISICA

2) Alimentazione

http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 299XXX

Gentile Dr. Catania,

La ringrazio molto della risposta e dei suggerimenti, ne farò tesoro.

Buona giornata
Fabio

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com