Utente 540XXX
Buongiorno, Vi leggo da un po' di tempo.Ho (quasi) 46 anni, non ho figli, menarca all'età di quasi 11 anni, ho preso la pillola (klaira poi novadien) per regolare il ciclo dal 2013 al 2017, ho una mgus igg lambda scoperta in modo occasionale nel 2014 stabile nel tempo e da febbraio ho scoperto di avere un tumore alla mammella sx. Procedo per gradi. Aprile 2017 dopo una mammografia dove il referto era un seno denso mi sottopongo a un' ecografia: "entrambe le mammelle presentano addensamenti fibroghiandolari. Mammella sinistra si segnala un nodulo ipoecogeno con margini netti di 12mm x 8 mm QSE (ore1) con caratteristiche di benignità. Si consiglia agoaspirato". Agoaspirato che eseguo: " Agoaspirato di nodulo R2 (FAD) di mm12 del QSE mammella sx. Eseguiti 4 strisci colorati con Ppanicolau. Materiale sieroematico contenente nuclei bipolari sparsi e lembi coesi di elemnti duttali regolari con corredo mioepiteliale normorappresentato. NEGATIVO per ctm. Reperto coerente con fibroadenoma della mammella. Dopo sei mesi mi sottopongo un'ecografia di controllo (ottobre 2017): immagine comparativa mostra seni prevalente componente strutturale ghiandolare nel cui ambito a dx si rilevano alcune ectasie duttali pseudocistiche di pochi millimetri a sx formazione nodulare solida al QSE di circa cm1,5 di diametro massimo di aspetto fibro adenomatoso" i realtà il "fibroadenoma" era di cm 1,42. Già perplessa chiesi al radiologo se fosse normale un aumento di due mm lui mi rispose che le misure possono esser prese male.
Siamo nel gennaio 2018 mi sottopongo a una mammografia e un'eco sovrapponibile a quelle precedenti.
Gennaio 2019 rientro nel programma di screening della regione Emilia, eseguo mammografia e dopo una settimana mi richiamano per un eco. Dall'immagine mi rendo conto che qualcosa è cambiato, il referto dell'eco descrive un'immagine sfumata, il nodulo è ovale ma ha due lobuli e il suo volume è incrementato " cm,x 2 cm, x 1,46. BI RADS 3QSE SN. Eseguo biopsia dopo un mese (con ottimismo visto che al limite mi avevano prospettato un filloide e forte del Rads 3...) Mi hanno prelevato tre frustoli, esito infiltrante duttale + in situ. B5B GN 2 er 100%, 98%, ki67 13%, P55 8%, bcl- positivo, HER negativo score 1+, EFGR negativo. Mi opero l'otto marzo Quadrantectomia e biopsia del linfonodo sentinella negativo per macrometastasi all'EII. Domani vedrò la dottoressa che mi ha operata per l'istologico finale. Prima domanda può un istologico chirurgico sconvolgere quello precedente della biopsia? Temo molto per la mia gammopatia. Ho vissuto peggio la scoperta della mgus che il tumore alla mammella. In famiglia abbiamo tre casi di tumore alla mammella: mia cugina e due cugine di mia madre, vi sarebbe familiarità?
Infine la domanda delle domande l'ago aspirato ha scambiato fischi per fiaschi visto che vi è un 10% di falsi negativi? Non sarebbe stato meglio sottopormi a un' agobiopsia nel 2017?
Vi ringrazio per l'eventuale risposta buon lavoro

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Tanta carne al fuoco !

Forse sarebbe meglio avere l'istologico definitivo e poi rispondere punto per punto ai suoi dubbi.

Nel suo caso per farle comprendere meglio la mia replica potrebbe essere utile che io possa allegare alcune immagini (qui non e' consentito).
Le propongo quindi di ripostare la sua richiesta di consulto con il copia incolla sul mio blog Ragazze Fuori di Seno , in cui rispondono ex-pazienti, pazienti e familiari di pazienti.

Ecco il link

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-5258.html

la pagina si aggiorna continuamente con l'arrivo dei post e comunque con il copia incolla puo' postare nell'ultima pagina del blog in fondo in basso dove c'e' una finestra per I commenti.

Si presenti per favore con un nome, MI RACCOMANDO. (Ovviamente di fantasia se ci tiene alla privacy)

SPECIFICHI SE PRESENTA UNA STORIA FAMILIARE PER TUMORE AL SENO O ALL'OVAIO. Ha scritto si', ma e' importante conoscere l'eta' di insorgenza di questi tumori.familiari
Trascriva ovviamente anche l'istologico definitivo.

L'aspettiamo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 540XXX

Lo farò senz'altro. Tre casi in famiglia due dei quali sicuramente dopo i 50 anni, l'altro non saprei. In tutti e tre i casi si è trattato di tumore alla mammella.