Psa valori con ipertrofia prostatica benigna

Buonasera, ho 51 anni e peso 96 kg per 1. 96 m di altezza.
Detto questo da un po di tempo avevo dei dolori andando ad urinare con gocce di sangue alla fine.
Poi prostatite durante la mia vita da militare.
Nel 2019 mi sono rivolto all'urologo e da una visita prostatica ed ecografia con prostata un po' ingrossata il resto nella norma e risultato come diagnosi, lpertrofia benigna in quanto l'esame PSA era di 1. 14.
Mi ha prescritto degli integratori e cura con Xatral che faccio ancora oggi 1 al dì.

Ho fatto caso che nel giro di 1 anno ha incominciato ad aumentare.
Dal 2022 - 1. 14 ng/mh ed oggi
2023 l'esame evidenzia 1, 79 ng/mh nella norma.
Devo però dire che i sintomi descritti poc'anzi non li ho più, perché bevo molto 2. 5 /3 litri al giorno e faccio attività fisica 3 volte a settimana vivendo una vita pressoché normale anche con l'alimentazione.
E uscito che dopo vari esami e studi sono sensibile al glutine e quindi da quando ho tolto il glutine mangiando 1 volta a settimana libero, sono passati i dolori croniciall'addome e colon con cui combatto da 4 anni è sono rientrati tutti i valori Amilasi e Lipasi nella norma come anche i problemi alla vescica e il fatto di andare ad urinare spesso.
A dire dal medico l'infiammazione cronica del colon passava ad altri organi.
L'ecografia fatto 3 mesi fa ha evidenziato che la prostata ingrossata era rientrata nella norma.

La domanda è se mi devo preoccupare per i valori PSA (sono normali con ipertrofia benigna?) che stanno aumentando anche se di poco e se è possibile che il volume della prostata rientri nella norma.

Grazie e cordiali saluti
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 36.9k 1.7k 16
L’ingrossamento prostatico benigno dell’età matura può essere rallentato con la somministrazione della finasteride e della dutasteride, ma pensare che possa rientrare in limiti pare abbastanza vano. I valori del PSA che ci segnala rientrano abbondantemente nei limiti. Continui a farsi seguire direttamente da un nostro Collega una volta ogni aio d’anni.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno grazie per la risposta. Il fatto che rientri intendevo che era lievemente ingrossata e prendendo le misure dopo 6 mesi la prostata era dinsimenauini normali. Ora cosa significhi esattamente l'ipertrofia non lo so. Io pensavo che significa che è più dura al tatto durante la visita a prescindere dell'ingrossamento. Cmq farò una visita di routine come dice lei dal urologo. Ultima cosa, questa patologia può trasformarsi in tumore?
Grazie
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 36.9k 1.7k 16
Ipertrofia ed ingrossamento sono sinonimi, ma oggigiorno è più corretto utilizzare il secondo termine. L’ingrossamento non ha una relazione diretta con la consistenza, anche se è molto comune che una ghiandola ingrossata abbia la tipica consistenza duro/elastica (pallina da tennis), colloquialmente definita - adenomatosa -. Ingrossamento benigno e tumore della prostata sono manifestazioni completamente diverse tra loro per origine ed evoluzione. L’ingrossamento interessa la parte centrale della ghiandola, per questo influisce molto sulla funzione urinaria, mentre il tumore interessa la parte esterna. Per questo motivo l’evoluzione del tumore non è causa di disturbi, quindi più subdola.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie di tutto quindi ogni 6 mesi mi farò lecografia, PSA e visita prostatica? Dovrebbe bastare penso, giusto?
[#5]
Dr. Paolo Piana Urologo 36.9k 1.7k 16
Ogni 6 mesi pare più che ridondante, diremmo che annualmente sia già assai.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Dottore Piana, grazie per le risposte precise e per l'ascolto anche se scritto delle mie paure. Lei è stato veramente esaustivo. Grazie tante e buona giornata.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Un ultima cosa dottore, siccome al medico urologo mio non posso dire cosa prescrivere come lei dice finasteride e della dutasteride, lo Xatral va bene lo stesso?
[#8]
Dr. Paolo Piana Urologo 36.9k 1.7k 16
L'alfuzosina, come tutti i farmaci simili della famiglia degli alfa-litici, è efficace sugli eventuali disturbi urinari, ma non ha alcuna azione diretta sul processo di ingrossamento della ghiandola, né sui valori del PSA. Finasteride e dutasteride agiscono più direttamente sullla prostata, ma sono farmaci ad azione simil ormonale e quindi hanno degli effetti collaterali, in particolare depressivi sulla sfera sessuale, che ne rendono la prescrizione necessariamente molto più mirata e giustificata.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#9]
dopo
Utente
Utente
Va bene Dottore. Grazie di tutto e buona giornata.

Il tumore alla prostata è il cancro più diffuso negli uomini, rappresenta il 20% delle diagnosi di carcinoma nel sesso maschile: cause, diagnosi e prevenzione.

Leggi tutto